AbbVie ha annunciato il completamento del suo programma clinico di fase III nell’epatite C e ha rilasciato i risultati di quattro studi clinici volti a valutare la terapia orale, senza interferone, con o senza ribavirina (RBV), in pazienti con epatite C cronica genotipo 1 (GT1).

Questi studi completano il programma di fase III che, globalmente, è composto da 6 studi clinici.  I risultati del primo studio clinico, SAPPHIRE I, sono stati resi noti lo scorso novembre mentre quelli relativi al secondo studio clinico, SAPPHIRE II, sono stati rilasciati un mesetto dopo (dicembre 2013).
I risultati appena rilasciati confermano i dati precedentemente riportati dalla multinazionale americana e dimostrano ulteriormente il raggiungimento di elevati tassi di risposta virologica sostenuta dopo 12 settimane di trattamento (SVR12) con un’adeguata tollerabilità in pazienti GT1.

Il vice presidente di AbbVie, Scott Brun, ha dichiarato che i loro studi di fase III hanno arruolato 2.300 pazienti in 25 paesi dimostrando come tale regime sperimentale si rivolge a un ampio spettro di pazienti con genotipo 1, compresi quelli con cirrosi epatica compensata. Inoltre, gli alti tassi di risposta e la tollerabilità del regime sviluppato dall’azienda americana, insieme ai bassi tassi di interruzione sono molto promettenti.

Il regime sperimentale messo a punto dalla multinazionale americana consiste nella combinazione a dose fissa di ABT-450/ritonavir (150/100mg) co-formulato con ABT-267 (25mg), somministrato una volta al giorno e ABT-333 (250mg) con o senza ribavirina, somministrato due volte al giorno. La combinazione di tre differenti meccanismi d'azione interrompe il processo di replicazione del virus HCV con l'obiettivo di ottimizzare i tassi di SVR tra le varie popolazioni di pazienti.

Nel maggio del 2013, tale regime 3D (con tre antivirali ad azione diretta) con o senza ribavirina per HCV GT1 è stato designato come terapia Breakthrough dalla Food and Drug Administration (FDA).
Il programma per la cura dell’epatite C di AbbVie è il più grande programma clinico completamente orale, senza interferone nei pazienti GT1 ad essere stato condotto fino ad oggi.

I risultati dettagliati del programma di fase III verranno resi noti nei prossimi congressi del settore e attraverso pubblicazioni scientifiche.
Intanto, sono stati resi noti i risultati principali dei quattro studi clinici appena terminati, denominati PEARL II, PEARL III, PEARL IV e TURQUOISE II.

Studio M13-389 (PEARL-II)

PEARL-II è uno studio multicentrico globale, randomizzato, in aperto, controllato per valutare l'efficacia e la sicurezza di 12 settimane di trattamento con il regime 3D con o senza ribavirina in pazienti adulti non cirrotici, con genotipo GT1b per l’ HCV.
La popolazione in studio consisteva di 179 pazienti GT1b che erano già stati trattati in passato, con nessuna evidenza di cirrosi epatica: 91 pazienti randomizzati al regime, senza ribavirina per 12 settimane e 88 pazienti randomizzati alla terapia con ribavirina per 12 settimane. Nel braccio senza ribavirina, il 100% (n=91 /91) dei pazienti ha raggiunto la SVR12, mentre nel braccio contenente ribavirina è stata raggiunta dal 97% (n=85/88).
Gli eventi avversi più comunemente riportati sono stati affaticamento e mal di testa. Non ci sono state interruzioni dovute ad eventi avversi nel braccio senza ribavirina e nel 2% dei pazienti nel braccio con ribavirina. Nessun paziente ha sperimentato recidive .

Studio M13-961 (PEARL-III)
PEARL-III è uno studio multicentrico globale, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo per valutare l'efficacia e la sicurezza di 12 settimane di trattamento con il regime 3D con o senza ribavirina in pazienti adulti, mai trattati e non cirrotici, con genotipo GT1b HCV.
La popolazione in studio consisteva di 419 pazienti: 209 pazienti randomizzati al regime, senza ribavirina per 12 settimane e 210 pazienti randomizzati alla terapia con ribavirina per 12 settimane. Dopo 12 settimane di trattamento, il 99% dei pazienti dosati senza ribavirina (n=207/209) ha raggiunto la SVR12 e la stessa percentuale di pazienti anche nel braccio con ribavirina (n=209/210).
Gli eventi avversi più comunemente riportati sono stati cefalea e affaticamento. Nessun paziente ha interrotto la terapia per effetti avversi e in nessun paziente del braccio senza ribavirina è stata osservata recidiva virologica e ripositivizzazione in corso di trattamento; nel braccio con ribavirina, lo 0,5% dei pazienti ha mostrato recidive .

Studio M14-002 (PEARL-IV)

PEARL-IV è uno studio multicentrico globale, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo per valutare l'efficacia e la sicurezza di 12 settimane di trattamento con il regime 3D con o senza ribavirina in pazienti adulti, nuovi al trattamento e non cirrotici, con genotipo GT1a HCV.
La popolazione in studio consisteva di 305 pazienti GT1a: 205 pazienti randomizzati al regime, senza ribavirina per 12 settimane e 100 pazienti randomizzati alla terapia con ribavirina per 12 settimane. Dopo 12 settimane di trattamento, il 90% dei pazienti trattati con il regime senza ribavirina (n=185/205) raggiungeva la SVR12 e il 97% nel braccio con ribavirina (n=97/100).

Gli eventi avversi più comunemente riportati sono stati affaticamento, mal di testa e nausea. Interruzioni dovute ad eventi avversi sono stati riportati in due pazienti (1%) trattati con il regime senza ribavirina e in nessun paziente nel braccio con ribavirina. Recidive virologiche o ripositivizzazioni in corso di trattamento sono state osservate nell’8% dei pazienti trattati con il regime senza ribavirina e nel 2% dei pazienti trattati con il regime con ribavirina .

Studio M13-099 (TURQUOISE-II)
TURQUOISE-II è il primo studio di fase III completato esclusivamente in pazienti cirrotici GT1 con un regime orale senza interferone. Si tratta di uno studio multicentrico globale, randomizzato, in aperto che ha valutato l'efficacia e la sicurezza di 12 o 24 settimane di trattamento con il regime 3D con ribavirina in pazienti adulti, nuovi al trattamento o già trattati, cirrotici, con genotipo GT1a e GT1b HCV.

La popolazione in studio consisteva di 380 pazienti GT1a e GT1b, con cirrosi compensata: 208 pazienti randomizzati alla terapia con ribavirina per 12 settimane e 172 pazienti randomizzati alla terapia con ribavirina per 24 settimane. Dopo 12 settimane di trattamento, il 92% dei pazienti (n=191/208) ha raggiunto la SVR12. Dopo 24 settimane di trattamento, il 96% dei pazienti (n=165/172) ha raggiunto la SVR12.

Gli eventi avversi più comunemente riportati sono stati affaticamento, mal di testa e nausea. Interruzioni dovute ad eventi avversi sono stati riportati in quattro pazienti (2%) trattati con il regime con ribavirina per 12 settimane e quattro pazienti (2%) nel braccio di 24 settimane. Recidive virologiche o di ripositivizzazione in corso di trattamento sono state osservate nel 6% dei pazienti nel braccio di 12 settimane e nel 2% nel braccio di 24 settimane.