Epatite virale, nel mondo ne sono affetti 52 milioni di bambini. Eradicazione possibile solo se partiamo da loro

Durante il World Hepatitis Summit 2017 che si tenuto a So Paulo, in Brasile sono stati presentati dei dati che rivelano la vastit del problema epatite (soprattutto B e C) nel mondo pediatrico. Basti pensare che, in tutto il mondo, 52 milioni di bambini vivono con epatite virale, rispetto ai 2.1 milioni di bambini con HIV o AIDS.

Durante il World Hepatitis Summit 2017 che si è tenuto a São Paulo, in Brasile sono stati presentati dei dati che rivelano la vastità del problema epatite (soprattutto B e C) nel mondo pediatrico. Basti pensare che, in tutto il mondo, 52 milioni di bambini vivono con epatite virale, rispetto ai 2.1 milioni di bambini con HIV o AIDS.

"Dobbiamo agire e trattare il maggior numero possibile di bambini. Il vantaggio economico e sociale del trattamento dell'epatite C precoce nei bambini è sostanziale ", ha dichiarato Manal El-Sayed, professore di pediatria presso l'Università Ain Shams, il Cairo, in Egitto, in un comunicato stampa. "Il trattamento evita la progressione della malattia, rimuovendo lo stigma sociale e migliorando le attività e le prestazioni scolastiche riducendo la fatica. Tuttavia, il principio fondamentale è quello di evitare la trasmissione adottando "la cura come prevenzione" in età precoce e prima che si instaurino comportamenti ad alto rischio che consentano la trasmissione ".

El-Sayed e colleghi riferiscono che 4 milioni di bambini di età inferiore ai 19 anni hanno l'epatite C e 48 milioni di bambini di età inferiore ai 18 anni hanno epatite B. Inoltre, 21 Paesi rappresentano l'80% dei bambini con HCV, inclusi Pakistan, Cina, Nigeria, Egitto , Russia, Siria, Indonesia e Bangladesh.

Mentre l’FDA e l'Agenzia europea dei medicinali hanno approvato alcuni antivirali ad azione diretta per i bambini di età al di sopra dei 12 anni, i ricercatori hanno dichiarato che non vi è stata alcuna prova del loro utilizzo nei paesi ad alto reddito e l'OMS non ha ancora raccomandato l'uso di DAA nei bambini di qualsiasi età.

I tassi di infezione da HBV sono diminuiti da una percentuale di prevalenza del 4,7% nell'età pre-vaccinazione dei primi anni ‘80 all’ 1,3% dopo gli sforzi per prevenire la trasmissione da madre a figlio e un aumento fino all'84% dei Paesi che offrono vaccinazioni per l’HBV. La copertura della vaccinazione iniziale alla nascita rimane inferiore al 39%.

El Sayed e colleghi si aspettano che i tassi delle infezioni da HCV nei bambini aumentino negli anni a venire poiché mancano programmi di prevenzione e controllo per le donne in gravidanza e le donne in età fertile con HCV.

"I bambini sono il futuro", ha affermato Raquel Peck, CEO della World Hepatitis Alliance, nel comunicato stampa. "È fondamentale che abbiano le migliori condizioni di vita da quando nascono e che gli offriamo il miglior inizio possibile della vita.

Senza eliminare l'epatite virale tra i bambini, la sua eradicazione sarà impossibile
El-Sayed M, et al. Towards elimination of HCV in children: clinical and treatment perspective. Presented at: The World Hepatitis Summit 2017; Nov. 1-3, 2017; São Paulo, Brazil.