L'integrazione dei programmi di disassuefazione dal fumo di sigaretta che hanno come target i pazienti con malattia di Crohn è una procedura costo-efficace per i sistemi di assistenza sanitaria. Questo è quanto dicono recenti dati pubblicati sulla rivista American Journal of Gastroenterology in cui i ricercatori sottolineano in particolare l’importanza del trattamento con vareniclina che è associato al maggior risparmio di costi.

I pazienti con malattia di Crohn (CD) che fumano sono a più alto rischio di riacutizzazione della malattia che potrebbero richiedere un intervento chirurgico. Il fumo di sigaretta sembra contribuire allo sviluppo o all'esacerbazione della malattia di Crohn; sicuramente è identificato come uno dei principali fattori di rischio nella ricomparsa delle lesioni e dei sintomi (recidiva di malattia) dopo l’intervento chirurgico di resezione intestinale.

Ad oggi mancano studi costo-efficacia di programmi di disassuefazione dal fumo.

La dr.ssa Stephanie Coward e il dr. Gilaad G. Kaplan dell'Università di Calgary in Alberta, Canada hanno dichiarato:  "E’ noto che il fumo peggiora il decorso della malattia di Crohn. Abbiamo condotto un'analisi costo-utilità per confrontare le diverse strategie per smettere di fumare per i pazienti con malattia di Crohn."

Per valutare il rapporto costo-efficacia dei programmi per smettere di fumare in pazienti con malattia di Crohn, la dr.ssa Coward e il dr. Kaplan e colleghi hanno usato un modello di Markov a 5 anni, e una popolazione di pazienti includeva fumatori con nuova diagnosi di malattia di Crohn di età compresa tra 18 e 35 anni, che erano naive al trattamento con anti-TNF (fattore di necrosi tumorale).

Lo stato di salute includeva la remissione medica (azatioprina o anti-TNF), aumento della dose di anti-TNF, secondo anti-TNF, la chirurgia e la morte.

I ricercatori hanno derivato la ​​probabilità di esiti sul paziente, dalla letteratura peer-reviewed, e hanno stimato localmente costi per interventi chirurgici, farmaci e programmi per smettere di fumare.

L'esito primario era il costo per il QALY (Quality Adjusted Life Years), che è un'unità di misura impiegata nell'analisi costi utilità che combina insieme la durata della vita con la qualità della stessa, guadagnato con ogni programma.

E’ stata effettuata un'analisi soglia per determinare l'efficacia necessaria per la superiorità di ciascun programma, un'analisi di sensitività a tre vie è stata effettuata per i costi di ogni programma, sensitivity analisi probabilistiche sono state effettuate in funzione delle variazioni di efficacia in ogni programma e sono state effettuate anche analisi sul budget di ciascun programma utilizzando i dati di costo e di popolazione canadesi e statunitensi.

Tutti i programmi per smettere di fumare sono stati superiori alla non attuazione di un programma, e sono stati classificati in termini di costo-efficacia come segue: 1) vareniclina=Costo di 5 anni: $ 55.614 (95% CI, 52,755-58,474);QALY: 3,7 (95% CI, 3,68-3,73). 2) Terapia sostitutiva della nicotina più consulenza=Costo di 5 anni: $ 58.878 (95% CI, 56,050-61,706); QALY: 3.69 (95% CI, 3,66-3,72). 3) Terapia sostitutiva della nicotina=Costo di 5 anni: $ 59,540 (95% CI, 56,732-62,347); QALY: 3.69 (95% CI, 3,66-3,71). 4) Counseling= Costo di 5 anni: $ 61.029 (95% CI, 58,246-63,812); QALY: 3.68 (95% CI, 3,65-3,71). 5) Nessun programma=Costo di 5 anni: $ 63.601 (95% CI, 60,865-66,337); QALY: 3.67 (95% CI, 3,64-3,69).

La vareniclina è un farmaco utilizzato per trattare la dipendenza da nicotina. Agendo a livello cerebrale in modo simile alla nicotina, la vareniclina  è in grado di ridurre il desiderio delle sigarette e di altri prodotti del tabacco e può aiutare alcuni pazienti a smettere di fumare.

La non attuazione di un programma è la strategia meno conveniente quasi il 100% del tempo ed è solo più conveniente quando il costo di ogni strategia supera i costi stimati di circa 10 volte.

L’analisi dell’impatto del budget ha dimostrato che la non attuazione di un programma costa al sistema sanitario canadese 128.300.000 $ in 5 anni, mentre la strategia di vareniclina riesce a salvare più di $ 16,1 milioni, con risparmi con la vareniclina più di $ 61 milioni negli Stati Uniti.

La dr.ssa Coward e il dr. Kaplan hanno sottolineato: "Finanziare qualsiasi programma per smettere di fumare è una scelta conveniente più di continuare con lo status quo; però, il trattamento con vareniclina è stato associato con il maggior risparmio di costi. Gli operatori sanitari e gli amministratori potrebbero utilizzare queste informazioni per integrare i programmi di disassuefazione dal fumo mirati per i pazienti con malattia di Crohn."

Emilia Vaccaro

Stephanie Coward et al. Funding a Smoking Cessation Program for Crohn’s Disease: An Economic Evaluation. The American Journal of Gastroenterology 110, 368-377 (March 2015) | doi:10.1038/ajg.2014.300

leggi