NASH, selonsertib fallisce in fase III nello studio STELLAR-4. Adesso Gilead punta sulle associazioni

Non Ŕ facile superare la fase clinica 3 di sperimentazione, molti sono i farmaci che falliscono a questo livello. E' quanto accaduto a selonsertib, inibitore apoptotico sperimentale orale che non ha raggiunto l'endpoint primario di miglioramento della fibrosi senza peggioramento della steatoepatite non alcolica. I dati sono stati annunciati ieri dall'azienda Gilead e si riferiscono allo studio di fase 3, randomizzato, in doppio cieco STELLAR-4 che ha valutato, rispetto al placebo, efficacia e sicurezza del farmaco. Ma non tutto Ŕ perduto, ora l'azienda punta alle combinazioni di altri farmaci con selonsertib.

Non è facile superare la fase clinica 3 di sperimentazione, molti sono i farmaci che falliscono a questo livello. E’ quanto accaduto a selonsertib, inibitore apoptotico sperimentale orale che non ha raggiunto l’endpoint primario di miglioramento della fibrosi senza peggioramento della steatoepatite non alcolica.

I dati sono stati annunciati ieri dall’azienda Gilead e si riferiscono allo studio di fase 3, randomizzato, in doppio cieco STELLAR-4 che ha valutato, rispetto al placebo, efficacia e sicurezza del farmaco. Ma non tutto è perduto, ora l’azienda punta alle combinazioni di altri farmaci con selonsertib.

La NASH, o steatoepatite non alcolica, non ha trattamenti approvati. Le stime indicano che circa 30 milioni di persone negli Stati Uniti hanno la malattia del fegato grasso, che rappresenta un'opportunità di mercato di 35 miliardi di dollari secondo le previsioni più ottimistiche.

Come abbiamo riportato in un nostro recente articolo del 19 gennaio 2019, gli esperti del settore ipotizzano che ci sia spazio anche per terapie combinate, anche con farmaci di aziende diverse, e gli investitori hanno avuto un primo assaggio di cosa succederà a breve, durante la J.P. Morgan Healthcare Conference di San Francisco.

Tra i farmaci su cui gli occhi sono puntati c’è appunto selonsertib, un inibitore di ASK-1, enzima collegato a infiammazione e fibrosi. Wall Street non aveva molta fiducia nelle possibilità di successo di questo farmaco già prima di conoscere i dati appena annunciati che evidenziano una mancanza di efficacia nel miglioramento della fibrosi e di conseguenza della malattia.

Nello studio STELLAR-4 su 877 pazienti arruolati che hanno ricevuto il farmaco in studio, il 14,4% dei pazienti trattati con selonsertib 18 mg (p=0,56 vs placebo) e il 12,5% dei pazienti trattati con selonsertib 6 mg (p=1,00) ha raggiunto un miglioramento pari o superiore a un grado della fibrosi secondo la classificazione della NASH Clinical Research Network (CRN) senza peggioramento della NASH dopo 48 settimane di trattamento, rispetto al 12,8% dei pazienti che hanno ricevuto placebo.

Selonsertib è stato generalmente ben tollerato e i risultati di sicurezza erano coerenti con gli studi precedenti.

"Sebbene siamo delusi dal fatto che lo studio STELLAR-4 non abbia raggiunto il suo endpoint primario, rimaniamo impegnati a far progredire le terapie per i pazienti con fibrosi avanzata a causa della NASH, dove c'è un significativo bisogno insoddisfatto di trattamenti efficaci e ben tollerati. Gilead ha un impegno a lungo termine e una comprovata esperienza nell'affrontare sfide significative nel campo delle malattie del fegato. I dati di questo ampio studio su pazienti con cirrosi compensata dovuta alla NASH, incluso l'ampio set di biomarcatori raccolti, miglioreranno ulteriormente la nostra comprensione della malattia e i nostri programmi di sviluppo su tale malattia ", ha dichiarato John McHutchison, Chief Scientific Officer, Responsabile ricerca e sviluppo di Gilead.

L’azienda è ora in attesa dei risultati imminenti dallo studio di fase 3 STELLAR-3 di selonsertib in pazienti con NASH e fibrosi a ponte (F3) e del trial di combinazione ATLAS di fase 2. In questo trial selonsertib è stato assunto insieme a cilofexor (GS-9674) e firsocostat (GS-0976) in pazienti con fibrosi avanzata dovuta alla NASH.

È in corso un'ulteriore analisi approfondita dei risultati e Gilead collaborerà con il comitato di monitoraggio dei dati e i ricercatori per concludere lo studio STELLAR-4 in modo coerente con gli interessi di ciascun paziente.

Selonsertib, cilofexor e firsocostat, da soli o in combinazione, sono composti sperimentali e non sono approvati dalla Food & Drug Administration degli Stati Uniti o da nessun’altra autorità di regolamentazione.

Lo studio STELLAR 4
STELLAR-4 è un trial di fase 3, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, con l’obiettivo di valutare sicurezza ed efficacia di selonsertib in pazienti con cirrosi compensata (F4) dovuta alla NASH. Adulti idonei di età compresa tra 18 e 70 anni sono stati randomizzati e hanno ricevuto selonsertib 18 mg (n=354), selonsertib 6 mg (n=351) o placebo (n=172) per un massimo di 240 settimane.

Selonsertib o placebo sono stati somministrati per via orale una volta al giorno. Gli endpoint primari dello studio sono: la proporzione di pazienti che raggiungono un miglioramento della fibrosi pari o superiore a 1 stadio secondo la classificazione della NASH CRN senza peggioramento della NASH alla 48a settimana e sopravvivenza libera da eventi alla settimana 240 come valutato dal tempo del primo evento clinico.