Negli over 60, eradicare l'Helicobacter riduce del 22 per cento il rischio di cancro gastrico

Gastroenterologia

Trattare l'infezione gastrica da Helicobacter pylori potrebbe portare a una marcata riduzione del rischio di cancro allo stomaco - in particolare negli anziani - secondo i risultati di uno studio presentato alla 25a settimana UEG di Barcellona. Questo studio di popolazione ha coinvolto più di 63mila persone che avevano ricevuto un trattamento antibiotico per l'infezione da H. pylori. Nel trial si è osservata una riduzione del 22% del rischio di sviluppare il cancro allo stomaco in coloro che hanno 60 anni e più rispetto alla popolazione in generale.

Trattare l'infezione gastrica da Helicobacter pylori potrebbe portare a una marcata riduzione del rischio di cancro allo stomaco - in particolare negli anziani - secondo i risultati di uno studio presentato alla 25a settimana UEG di Barcellona. Questo studio di popolazione ha coinvolto più di 63mila persone che avevano ricevuto un trattamento antibiotico per l'infezione da H. pylori. Nel trial si è osservata una riduzione del 22% del rischio di sviluppare il cancro allo stomaco in coloro che hanno 60 anni e più rispetto alla popolazione in generale.

La ricerca ha analizzato il rischio di sviluppo del cancro gastrico in un ampio gruppo di individui che avevano ricevuto una terapia antibiotica per curare l' infezione da H. pylori - un tipo di batteri che vive nel rivestimento dello stomaco. Di coloro che erano stati trattati oltre l'età di 60 anni, lo 0,8% ha sviluppato il cancro gastrico, rispetto all' 1,1% dei pazienti in un campione della popolazione generale di età simile.

A livello mondiale, tra le malattie oncologiche il cancro gastrico è il quarto più grande killer, con 754.000 decessi registrati nel 2015. Colpisce soprattutto le persone anziane, con un'età media di 69 anni al momento della diagnosi.

Classificata come cancerogena dall'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, l' infezione da H. pylori è il fattore più significativo che porta allo sviluppo del cancro gastrico, rappresentando il 78% di tutti i casi globali di cancro gastrico. Si ritiene che l' infezione colpisca più del 50% della popolazione mondiale, anche se la maggior parte delle persone non sa di essere stata infettate fino a quando non si sviluppano sintomi di irritazione gastrica, come bruciore di stomaco o dispepsia. Una diagnosi è di solito fatta usando un test del sangue o dell'alito, ma può anche essere fatta attraverso un test di endoscopia o l’analisi delle feci.

Presentando i risultati di questo importante studio alla sessione plenaria di apertura della 25a UEG Week di Barcellona, WK Leung del Dipartimento di Medicina dell' Università di Hong Kong ha spiegato: "Abbiamo visto un rischio significativamente inferiore di cancro gastrico nelle persone di età superiore ai 60 anni che hanno ricevuto una terapia antibiotica per l' infezione da H. pylori, rispetto alla popolazione in generale. La riduzione del 22% è notevole, e suggerisce che c' è valore reale nel trattamento di questa infezione".

"Anche se comunemente si ritiene che potrebbe essere troppo tardi per prescrivere una terapia di eradicazione frll’H. pylori ai soggetti più anziani, ora possiamo tranquillamente raccomandare che l'infezione da H. pylori dovrebbe essere trattata negli anziani per contribuire a ridurre il loro rischio di sviluppare cancro gastrico" ha aggiunto Leung.

Leung WK, Wong IO, Chan EW et al. Benefits of H. pylori eradication in preventing gastric cancer in the older population: Results from a population-based study. Presented at UEG Week Barcelona 2017.