Gastroenterologia

Sindrome dell'intestino irritabile, l'opinione degli esperti su efficacia e sicurezza della rifaximina

Le rifaximina è un antibiotico modulante la flora batterica intestinale, con azione antinfiammatoria, efficace nell'indurre sollievo dei sintomi nei pazienti con sindrome dell'intestino irritabile. Tale molecola si è mostrata anche sicura in questi pazienti. E' quanto emerge da un expert opinion di autori italiani pubblicata su Expert Opinion on Drug Safety.

Le rifaximina è un antibiotico modulante la flora batterica intestinale, con azione antinfiammatoria, efficace nell’indurre sollievo dei sintomi nei pazienti con sindrome dell'intestino irritabile. Tale molecola si è mostrata anche sicura in questi pazienti. E’ quanto emerge da un expert opinion di autori italiani pubblicata su Expert Opinion on Drug Safety.
La sindrome dell'intestino irritabile è un disordine gastrointestinale funzionale con una eziologia multifattoriale.
Cosa contribuisce alla sua insorgenza?
Come spiegano gli autori nell’ expert opinion, i fattori sono diversi; si va da alterazioni della motilità intestinale e dell’immunità, interazioni intestino-cervello, nonché disbiosi della flora intestinale.
Pertanto, la modulazione del microbiota intestinale da parte di antibiotici non assorbibili è una opzione terapeutica nei pazienti con IBS. 
Gli antibiotici non riassorbibili sono antibiotici che non hanno un'azione sistemica (ovvero sull'intero organismo), ma solo a livello intestinale. Sono utilizzati per contrastare una contaminazione batterica del piccolo intestino che spesso può essere alla base di sintomi quali gonfiore, dolore e meteorismo.
Rifaximina, efficacia e sicurezza
In questa revisione sistematica della letteratura è stata effettuata un’estesa ricerca di articoli pubblicati sul tema inclusi studi che hanno considerato pazienti con colon irritabile e attività della rifaximina, oltre che la sicurezza di questa molecola.
Da quanto emerge dall’analisi della letteratura, la molecola antibiotica ottimale dovrebbe agire localmente, con azione prolungata ed effetto sicuro. Rifaximina è un antibiotico non assorbibile con anche attività anti-infiammatoria e modulante della flora intestinale. 
Rifaximina è efficace nell'indurre sollievo dei sintomi nei pazienti con IBS, anche dopo ripetuti cicli di trattamento.
Gli effetti collaterali correlati al suo utilizzo nei pazienti con IBS sono in genere segnalati come lievi e poco frequenti; la resistenza microbica è rara e transitoria, a causa della elevata concentrazione locale del farmaco e l'assenza di trasmissione orizzontale.
L’infezione da Clostridium difficile non è usuale in pazienti trattati con rifaximina in assenza di condizioni predisponenti quali ospedalizzazione e immunosoppressione, che sono rari in pazienti affetti da sindrome dell'intestino irritabile.
Tuttavia, rifaximina è un antibiotico attivo contro le infezioni da Clostridium difficile; presenta, inoltre, limitate interazioni metaboliche e non dovrebbe interferire con il metabolismo di farmaci in pazienti con funzione epatica normale. 
Queste caratteristiche rendono rifaximina un antibiotico sicuro per la modulazione del microbiota intestinale in pazienti affetti da IBS.
EV


Ponziani FR et al. Rifaximin for the treatment of irritable bowel syndrome - a drug safety evaluation. Expert Opin Drug Saf. 2016 May 5.
leggi