Steatosi epatica nel bambino, arrivano le nuove linee guida americane

Gastroenterologia

La società di Gastroenterologia Pediatria, Epatologia e Nutrizione e di esperti della NAFLD (NASPGHAN) dell'America del Nord ha aggiornato le proprie linee guida di pratica clinica per riflettere le nuove raccomandazioni sullo screening, la diagnosi e la gestione della steatosi epatica non alcolica tra i bambini che sono state pubblicate su Journal Pediatric Gastroenterololgy and Nutrition.

La società di Gastroenterologia Pediatria, Epatologia e Nutrizione e di esperti della NAFLD (NASPGHAN) dell'America del Nord ha aggiornato le proprie linee guida di pratica clinica per riflettere le nuove raccomandazioni sullo screening, la diagnosi e la gestione della steatosi epatica non alcolica tra i bambini che sono state pubblicate su Journal Pediatric Gastroenterololgy and Nutrition.

La malattia del fegato grasso (NAFLD) è una malattia cronica del fegato altamente prevalente che si manifesta nel setting dell'insulino-resistenza e di una maggiore adiposità. E' una malattia oggi molto presente anche nella popolazione pediatrica e la sua gestione è una sfida per i medici pediatrici, specialisti e per i sistemi sanitari. In questa linea guida, il comitato di esperti sulla NAFLD (ECON) ha esaminato la letteratura disponibile formulando raccomandazioni per orientare lo screening e la cura clinica dei bambini con NAFLD.

"L'emergere della NAFLD è stato un cambiamento importante nel panorama della malattia epatica pediatrica. Tuttavia, rimangono lacune sostanziali nelle conoscenze che sono diventate le priorità della ricerca" hanno precisato nel lavoro la dr.ssa Miriam B. Vos della Emory University School of Medicine, and Children’s Healthcare di Atlanta, e colleghi. La dr.ssa Vos e altri specialisti hanno sviluppato raccomandazioni basate su una revisione completa delle ricerche sulla gestione della NAFLD pediatrica, tra cui: Tutti i bambini, con obesità o sovrappeso con altri fattori di rischio, di età compresa tra i 9 e gli 11 anni devono essere considerati per lo screening di NAFLD.

I bambini più piccoli possono essere sottoposti a screening se esistono fattori di rischio nella famiglia, come ad esempio l'obesità grave, NAFLD/steatoepatite non alcolica o ipopituitarismo. Fratelli e genitori di bambini con NAFLD, dovranno essere esaminati se i fattori di rischio persistono. La migliore tecnica di screening per la NAFLD è misurare l'alanina aminotransferasi; l'interpretazione di ALT dovrebbe essere basata su limiti sesso-specifici superiori al normale nei bambini e nei limiti di laboratorio non individuali, per i ricercatori.

L'ecografia di routine non è raccomandata come test di screening per i bambini. lo screening di follow-up per la NAFLD è consigliato ogni 2 o 3 anni se il test di screening iniziale è normale e se i fattori di rischio per la NAFLD rimangono invariati. Diagnosi e valutazione Se un medico sta valutando un bambino con sospetta NAFLD, si consiglia di escludere qualsiasi eziologia alternativa per ALT elevato o steatosi epatica e indagare la presenza di eventuali malattie epatiche croniche coesistenti. La biopsia epatica deve essere presa in considerazione per la valutazione della NAFLD solo nei bambini che hanno aumentato rischio di NASH e fibrosi avanzata.

L'ecografia e la TAC non sono raccomandate per la misurare o quantificare la steatosi. Opzioni di trattamento Modifiche dello stile di vita, come il miglioramento della dieta e una maggiore attività fisica, sono i trattamenti di prima linea raccomandati per tutti i bambini con NAFLD. E' necessario anche evitare le bevande zuccherate e diminuire l'adiposità oltre che aumentare l'attività fisica e limitare il tempo passato davanti a uno schermo; meno di 2 ore al giorno. Attualmente non ci sono farmaci disponibili o integratori che la società raccomanda per il trattamento della NAFLD. La chirurgia bariatrica non è raccomandata come opzione di trattamento per i bambini con NAFLD, a causa della mancanza di dati di outcome clinici. La chirurgia bariatrica può essere un'opzione per gli adolescenti che hanno gravi patologie concomitanti.

Assistenza a lungo termine di bambini con NAFLD I medici dovrebbero seguire i bambini con NAFLD annualmente per monitorare qualsiasi progressione della malattia e fornire un trattamento. La ripetizione della biopsia epatica, per determinare l'eventuale progressione della malattia e per guidare il trattamento, può essere considerata da 2 a 3 anni dopo la prima biopsia epatica, se persistono o insorgono nuovi fattori di rischio. Deve essere monitorata la pressione arteriosa in bambini con NAFLD, per il rischio di qualsiasi evento cardiovascolare. I bambini dovrebbero essere esaminati per dislipidemia alla diagnosi e periodicamente, così come per il diabete.

I ricercatori hanno fatto inoltre notare che l'adolescenza è un periodo in cui i ragazzi possono avere comportamenti ad alto rischio che possono influenzare le abitudini sane. Anche se i dati recenti suggeriscono che il bere moderato può avere un "effetto favorevole sulla NAFLD", non è consigliato il consumo di alcol nei minorenni. I ricercatori raccomandano consulenza standard per gli adolescenti in cui gli operatori sanitari devono fornire consigli circa i potenziali effetti di un aumento progressione della fibrosi con comportamenti alimentari sbagliati come il consumo di alcolici. Inoltre, le famiglie di bambini con NAFLD devono essere informate del rischio di esposizione al fumo, qualsiasi tipo di fumo o nicotina inalata.

Esistono ancora molte lacune nelle conoscenze sulla NAFLD e le malattie epatiche in età pediatrica, comprese le strategie di costo-efficacia per lo screening, la diagnosi e il follow up di lungo periodo. Servono studi clinici ben progettati per identificare nuovi farmaci e il ruolo della perdita di peso alla chirurgia oltre all'individuazione dei fattori di rischio durante l'infanzia per prevedere la progressione contro la regressione.

Vos MB et al. NASPGHAN Clinical Practice Guideline for the Diagnosis and Treatment of Nonalcoholic Fatty Liver Disease in Children. J Pediatr Gastroenterol Nutr. 2016 Nov 30.

leggi