Vaccinazione per l'epatite B, arma preventiva contro il diabete?

Gastroenterologia

La vaccinazione per l'epatite B è associata a una ridotta probabilità, pari al 33% in meno, di sviluppare diabete. E' quanto suggeriscono i risultati di uno studio pubblicato sulla rivista PLos One.

La vaccinazione per l’epatite B è associata a una ridotta probabilità, pari al 33% in meno, di sviluppare diabete. E’ quanto suggeriscono i risultati di uno studio pubblicato sulla rivista PLos One.

Il fegato gioca un ruolo chiave nel metabolismo energetico. E’ noto che le patologie epatiche sono associate ad aumento del rischio di diabete mellito.

Si sa che l’infezione da epatite C aumenta il rischio di diabete. E’ noto molto meno riguardo al ruolo dell’infezione da virus dell’epatite B (HBV) nei confronti del diabete.

Questo studio trasversale ha analizzato i dati del sondaggio “National Health and Nutrition Examination Survey” per indagare un possibile collegamento tra la vaccinazione contro l’infezione da epatite B e lo sviluppo di diabete.

"L'infezione da HBV è una grande minaccia per la salute globale, con circa 350 milioni di infezioni da HBV cronica in tutto il mondo. Il ruolo che svolge l'HBV nel diabete è meno chiaro ", hanno precisato i ricercatori.

"Anche se è stata riportata l'associazione con il diabete da gestazione, l’infezione cronica da HBV non aumenta il rischio di diabete”.
Per studiare il ruolo dell’infezione da HBV nel diabete, i ricercatori hanno esaminato l'associazione tra la storia vaccinale contro tale virus e la sierologia dell’HBV rispetto all’insorgenza di diabete in una popolazione rappresentante degli Stati Uniti. "

Il diabete è stato definito come una concentrazione di glucosio a digiuno pari o superiore a 7.0 mmol/L, la concentrazione plasmatica del glucosio a 2-ore ≥11.1 mmol/L, o l’HbA1c ≥ 47.5 mmol/mol (6.5%).
Ai fini dello studio sono stati analizzati i dati di 15.316 pazienti adulti affetti da HBV resi disponibili tra il 2005 e il 2010 dalla indagine sulla salute sopra menzionata.

Nel complesso, la prevalenza di HBV è stata del 6,35% sulla base degli anticorpi positivi anti nucleo epatite B (HBcAb), mentre la prevalenza di epatite B è stata stimata considerando la positività dell’antigene di superficie (HBsAg) ed è risultata dello 0,4%.

La prevalenza di anticorpi di superficie anti epatite B positivi (HBsAb) corrispondeva al 19.66%. Tra quelli con HBcAb positivo, il 6,28% era positivo per HBsAg, mentre solo lo 0,13% dei pazienti HBsAb-positivi erano positivi per HBsAg, "hanno sottolineato i ricercatori.
Secondo la ricerca, sono stati inclusi nelle analisi finali 4.063 pazienti con una storia di vaccinazione contro l'HBV.
Di questi, solo il 39% delle vaccinazioni avevano avuto successo. Sulla base della positività all’ HBsAb e negatività per HBcAb e HBsAg, 2.320 pazienti (15,15%) sono stati immunizzati per l’HBV.

"A nostra conoscenza, questo è il primo studio che esamina il ruolo della vaccinazione anti-HBV e l’immunizzazione nel diabete in un grande campione di pazienti (più gruppi etnico/razziali)," hanno evidenziato i ricercatori. "Sebbene il diabete è anche prevenibile con cambiamento di dieta, attività fisica, modifica di comportamento, e vari interventi farmacologici, i risultati del presente studio possono fornire un nuovo metodo di prevenzione tramite vaccinazione."

I ricercatori non hanno trovato alcuna associazione tra vaccinazione anti-HBV e diabete (OR=1.08; 95% CI, 0,96-1,23). L’evidenza sierologica di vaccinazione anti-HBV è stata associata ad una ridotta OR del diabete (OR=0.75; 95% CI, ,62-,9), secondo le analisi della regressione logistica.

Il successo della vaccinazione anti-HBV è risultato associato ad una ridotta OR del diabete (OR=0.67; 95% CI, 0,52-0,84).
Tra i pazienti immunizzati dopo la vaccinazione, il 6,72% aveva il diabete rispetto al 19.01% dei pazienti senza evidenza sierologica di immunizzazione HBV (p<0.001).

"Dal momento che solo una piccola parte di soggetti in questa popolazione erano portatori cronici di HBV (HBsAg positiva, 0,4%), non siamo stati in grado di condurre un'analisi sul significato delle probabilità di diabete nel gruppo con infezione cronica da HBV", hanno spiegato i ricercatori .

In conclusione, i risultati di questo studio suggeriscono che la vaccinazione contro l’HBV è associata ad una ridotta probabilità di diabete del 33%. E’ necessario uno studio di intervento prima di promuovere un’applicazione scala grande della vaccinazione HBV per la prevenzione del diabete "

Emilia Vaccaro


Huang J. et al; The Impact of Hepatitis B Vaccination Status on the Risk of Diabetes, Implicating Diabetes Risk Reduction by Successful Vaccination. PLoS One. 2015; doi: 10.1371 / journal.pone.0139730.
leggi