Italia

Parkinson, safinamide ora disponibile anche in Italia

Zambon annuncia oggi il lancio in Italia di safinamide, farmaco per il trattamento dei pazienti con Malattia di Parkinson. Il farmaco Ŕ indicato per il trattamento della Malattia di Parkinson idiopatica da solo o in combinazione con altre terapie, in pazienti fluttuanti in stadio medio-avanzato della malattia in aggiunta alla Levodopa (L-dopa) o in combinazione con altre terapie farmacologiche. Dopo il lancio in Germania, Svizzera e Spagna, il farmaco sarÓ messo in commercio nel nostro Paese con il marchio Xadago.

Zambon annuncia oggi il lancio in Italia di safinamide, farmaco per il trattamento dei pazienti con Malattia di Parkinson. Il farmaco è indicato per il trattamento della Malattia di Parkinson idiopatica da solo o in combinazione con altre terapie, in pazienti fluttuanti in stadio medio-avanzato della malattia in aggiunta alla Levodopa (L-dopa) o in combinazione con altre terapie farmacologiche.

Dopo il lancio in Germania, Svizzera e Spagna, il farmaco sarà messo in commercio nel nostro paese con il marchio Xadago.

Il Professor Fabrizio Stocchi, dell’IRCSS S. Raffaele di Roma ha dichiarato: “safinamide rappresenta un'importante opzione terapeutica per i pazienti affetti da Malattia di Parkinson già trattati con L-dopa da sola o in combinazione con altre terapie. Le sue proprietà dopaminergiche e non dopaminergiche introducono una novità tra i farmaci per il trattamento della Malattia di Parkinson. Safinamide ha dimostrato un miglioramento significativo dell’ON Time senza discinesie e o discinesie problematiche-, in aggiunta ad un miglioramento delle funzioni motorie (UPDRS III). Studi condotti in pazienti trattati con L-Dopa hanno dimostrato la sua efficacia sia nel breve periodo (6 mesi) sia nel lungo (fino a 24 mesi), migliorando significativamente la qualità di vita dei pazienti. safinamide - conclude il professor Stocchi - è stata testata in uno studio clinico in doppio-cieco, controllato con placebo, della durata di 24 mesi, dove ha dimostrato di mantenere i benefici clinici con un elevato profilo di sicurezza.”

Maurizio Castorina, Amministratore di Zambon SpA: “Il lancio di safinamide in Italia ci rende particolarmente orgogliosi perchè è il risultato di una ricerca italiana di eccellenza, frutto di un accordo di collaborazione strategica con Newron Pharmaceuticals S.p.A,  e rappresenta un ulteriore passo in avanti nel trattamento di questa malattia degenerativa. Zambon in questo modo rinnova il suo impegno nello sviluppo di terapie per pazienti affetti da Malattia di Parkinson e altre malattie del Sistema Nervoso Centrale. Nei prossimi mesi questo nuovo farmaco verrà lanciato in altri Paesi europei”.

Safinamide
Safinamide è un nuovo principio attivo con un esclusivo duplice meccanismo d’azione: inibizione delle MAO-B altamente selettiva e reversibile e modulazione del rilascio eccessivo del glutammato tramite il blocco stato-dipendente dei canali del Sodio-voltaggio dipendenti. Gli studi clinici registrativi hanno dimostrato inequivocabilmente la sua efficacia nel controllare i sintomi motori e le complicanze motorie della Malattia di Parkinson nel breve periodo (6 mesi) mantenendo i benefici anche nel lungo termine (fino a 2 anni).

I risultati di uno studio a lungo termine (24 mesi), in doppio cieco, controllato verso placebo, evidenziano che safinamide è efficace sulle fluttuazioni motorie (Tempo ON/OFF) senza aumentare il rischio di sviluppare discinesie invalidanti.

Questo dato positivo può essere correlato al suo unico duplice meccanismo d’azione che agisce sulla trasmissione dopaminergica e glutammatergica. Safinamide è un farmaco ben tollerato, con un profilo di sicurezza favorevole ed è facile da usare: monosomministrazione, non necessita di modificare la dose di levodopa, non ha interazioni farmacologiche importanti, non richiede diete particolari grazie alla sua selettività MAO-B vs MAO-A.

SEZIONE DOWNLOAD