Neurologia

VIDEO

PDTA sulla malattia di Parkinson, dati step II dell'Indagine Conoscitiva dell'Accademia LIMPE DISMOV


Progetto Rete Clinica Integrata della malattia di Parkinson, esperienza del Policlinico Tor Vergata


Importanza dell'infermiere nella cura del paziente con malattia di Parkinson


Percorso diagnostico terapeutico assistenziale Parkison nella regione Piemonte


Malattia di Parkinson, esperienza fiorentina nella gestione integrata a competenze neurochirurgiche


PDTA e reti regionali Parkinson, a che punto siamo?


Parkinson, l'inizio della malattia non è sempre uguale


Confederazione Parkinson Italia, la visione e gli obiettivi della nuova presidenza


Centro Parkinson della Neurologia di Parma, percorso e punti di forza e di miglioramento


Parkinson, il percorso diagnostico terapeutico assistenziale sociale della regione Toscana


Malattia di Parkinson, il modello regionale pugliese


Parkinson e disturbi del movimento, 20 anni di esperienza del Centro della Fondazione Mondino


Smart technologies per il benessere psico-fisico delle persone con SM, tema del premio Merck in neurologia


Premio Merck in neurologia. obiettivo: migliorare il benessere psico-fisico delle persone con SM


Premio Merck a "MS+U", app per prevenire i rischi da aumento di temperatura corporea nelle persone con SM


Premio Merck al device "MIND4MS". in caso di tensione emotiva stimola le persone con sm alla tecnica del 'mindfulness"


L'impegno di Merck verso le persone con SM oltre i confini della ricerca farmacologica


Encefalopatie da prioni: una grande sfida terapeutica. La storia di Carlo


Come si gestisce l’amiloidosi in Sicilia? Un rapporto documenta i progressi clinici e organizzativi


3 cose da sapere sulla malattia di Parkinson


Ci sono delle differenze uomo-donna anche nelle malattie neurologiche?


Sclerosi multipla, azione selettiva dell'anticorpo monoclonale ocrelizumab


ARTICOLI

Traumi cerebrali, l'uso di statine riduce il rischio di demenza a lungo termine? Indizi positivi dal Canada

Gli anziani che assumono statine entro 90 giorni da una commozione cerebrale hanno un rischio ridotto del 13% di demenza per circa 4 anni rispetto a quelli che non hanno assunto statine, secondo uno studio pubblicato online su “JAMA Neurology”.

Alzheimer a esordio precoce, vi è una correlazione con elevati livelli plasmatici di colesterolo-LDL?

Elevati livelli di colesterolo-LDL sono stati associati a una maggiore probabilità di insorgenza precoce della malattia di Alzheimer (AD), come dimostrato da una serie di casi pubblicati onlIne su “JAMA Neurology”.

Sclerosi multipla, DMT iniziali ad alta efficacia possono ridurre il rischio di depressione, comune comorbilità

Il trattamento iniziale della sclerosi multipla (SM) con una terapia ad alta efficacia può ridurre i sintomi depressivi, secondo un'analisi ad interim presentata a Seattle, nel corso della riunione annuale del Consortium of Multiple Sclerosis Centers[...]

Cannabidiolo transdermico in gel promettente in fase 2 nella sindrome dell'X fragile #APA2019

Un gel trasparente transdermico di cannabidiolo (CBD) ha migliorato i sintomi emotivi e comportamentali sperimentati da bambini e adolescenti con sindrome dell'X fragile nello studio FAB-C di fase 2 in aperto i cui risultati sono stati riferiti a San[...]

ASSESS, primo studio di superiorità testa-a-testa tra fingolimod vs glatiramer acetato #AAN2019

Fingolimod a un dosaggio di 0,5 mg/die ha mostrato un'efficacia superiore rispetto al glatiramer acetato nel ridurre l'attività di malattia nei pazienti con sclerosi multipla recidivante-remittente (RRMS). È quanto emerge dai risultati dello studio d[...]

Parkinson, discinesia tardiva: benefici da deutetrabenazina in aumento nel tempo. #AAN2019

Nei pazienti con malattia di Parkinson (PD), il beneficio del trattamento con deutetrabenazina della discinesia tardiva (TD) è mantenuto a lungo termine e potrebbe aumentare nel tempo, in base ai risultati di uno studio di estensione in aperto riport[...]

Epilessia, pregabalin non riduce le crisi di tipo tonico-clonico

Uno studio di Fase III condotto per valutare l'uso di pregabalin come terapia aggiuntiva per pazienti epilettici di età compresa tra i 5 e i 65 anni con crisi tonico-cloniche generalizzate primarie (PGTC) non ha raggiunto il suo end point primario. I[...]

SM secondariamente progressiva, benefici da simvastatina indipendenti dalla riduzione dell'LDL-C

La simvastatina, farmaco ampiamente prescritto per ridurre i livelli sierici di colesterolo-LDL, può essere d'aiuto ai pazienti con sclerosi multipla secondariamente progressiva (SPMS) per ragioni che potrebbero non essere correlate agli effetti ipoc[...]

Malattia di Huntington, la terapia genica di UniQure pronta per la fase clinica

La biotech olandese UniQure specializzata nella terapia genica ha annunciato di aver ottenuto due brevetti, uno negli Stati Uniti e uno in Europa, che proteggono il suo candidato sperimentale AMT-130 per la malattia di Huntington, in vista dell'avvio[...]

Sindrome di Tourette e disturbi cronici da tic, nuove linee guida #AAN2019

L'American Academy of Neurology (AAN) ha pubblicato nuove linee guida (LG) sulla gestione della sindrome di Tourette e altri disturbi cronici da tic. Questo documento e la revisione sistematica della letteratura che supporta le raccomandazioni sono s[...]

Alzheimer, fratture a bassa energia ridotte dall'uso di diuretici tiazidici

L'uso dei diuretici tiazidici è stato associato a un ridotto rischio di fratture a bassa energia (LEF) nelle persone con malattia di Alzheimer (AD), secondo un nuovo studio condotto dall'Università della Finlandia orientale pubblicato su “Osteoporosi[...]

Emicrania, efficace in fase 3 rimegepant anti-CGRP in compresse per os solubili. #AAN2019

Nelle fasi acute dell'emicrania, una formulazione per via orale in compresse solubili di rimegepant ha effetti significativi sul sollievo dal dolore e sull'abilità funzionale a 60 minuti dopo l'assunzione della dose. Lo dimostrano i risultati di uno [...]

SM, lesioni RM enhancing ridotte con 75 mg/die di evobrutinib. #AAN2019

Sono stati presentati alla scorsa riunione annuale dell'American Academy of Neurology (AAN) 2019 e pubblicati contemporaneamente online sul “New England Journal of Medicine” i dati finali (dopo l'anticipazione di quelli preliminari l'anno scorso all'[...]

NMOSD, numero di attacchi significativamente ridotto da inebilizumab, MoAb anti-CD19. #AAN 2019

Inebilizumab, un anticorpo monoclonale IgG umanizzato ad alta affinità per le cellule B CD19, riduce il rischio di attacchi dl disturbo dello spettro della neuromielite ottica (NMOSD), secondo i risultati presentati all'incontro annuale dell'American[...]

SM, ibudilast ha efficacia differente nella forma primariamente o secondariamente progressiva. #AAN 2019

Nello studio di fase 2 “SPRINT-MS”, l'effetto del trattamento di ibudilast per la sclerosi multipla (SM) progressiva è stato principalmente guidato da pazienti con SM primariamente progressiva e non da pazienti con malattia progressiva secondaria. È [...]

Prevenzione dell'emicrania: atogepant, anti-CGRP per os, efficace e ben tollerato in fase IIb/III. #AAN 2019

Atogepant, un antagonista del recettore del recettore del peptide correlato al gene della calcitonina (CGRP) per la prevenzione dell'emicrania per os, ha portato a un minor numero di giorni di emicrania mensile in pazienti con emicrania mensile episo[...]

EXTEND, esiti positivi nell'ictus acuto con alteplase fino a 9 ore in pazienti selezionati mediante imaging

L'uso dell'imaging di perfusione per identificare i pazienti con tessuto cerebrale salvabile dopo ictus ischemico sembra essere la chiave per estendere la finestra per la trombolisi fino a 9 ore. Lo dimostrano i risultati dello studio EXTEND, pubblic[...]

Sclerosi multipla recidivante e primariamente progressiva, ocrelizumab più si usa più riduce la disabilità #AAN19

Nella sclerosi multipla recidivante (SMR) e primariamente progressiva (SMPP), nuove analisi dimostrano che la capacità di ocrelizumab di ridurre il rischio di progressione della disabilità è associata a una esposizione più prolungata al trattamento e[...]

Malattia di Huntington, prime speranze di una terapia grazie a un oligonucleotide antisenso

Un farmaco sperimentale ha dimostrato di essere in grado di ridurre i livelli di una proteina tossica presente nei pazienti con malattia di Huntington. Si tratta del primo passo importante per sperare di arrivare in futuro a un trattamento per quest[...]

Atrofia muscolare spinale, promette bene il farmaco orale risdiplam # AAN 2019

Due studi apprna presentati all'American Academy of Neurology danno una nuova speranza di cura per l'atrofia mnuscolare spinale. Il farmaco è il risdiplan, una terapia orale sviluppata da Roche.