Neurologia

VIDEO

Amiloidosi ereditaria da transtiretina, patisiran efficace nel lungo termine su neuropatia e QoL


Amiloidosi ereditaria mediata dalla transtiretina: come si fa la diagnosi della malattia


Amiloidosi ereditaria mediata dalla transtiretina: stanno arrivando cure rivoluzionarie


Amiloidosi da transtiretina al centro del convegno annuale della Peripheral Nerve Society


Sclerosi multipla, il paziente al centro della cura e della ricerca scientifica. #NuovaLuceSullaSM


Sclerosi multipla, premio Eccellenze in Sanità a LemGo, un innovativo patient support program digitale di Sanofi Genzyme


Atrofia muscolare spinale, le fiabe possono aiutare a spiegare una realtà difficile


Lupo racconta la SMA, 12 favole per spiegare l'atrofia muscolare spinale


I centri clinici NeMO, il paziente con patologie neuromuscolari al centro delle cure


Atrofia muscolare spinale, come sta cambiando lo scenario di cura di questa patologia


Gestione dei pazienti con epilessia, novità dal 42esimo congresso LICE


Trattamento dell'epilessia: risultati con brivaracetam utilizzato nella real life


Epilessia, quando usare le terapie in add-on e quali utilizzare


Eslicarbazepina: antiepilettico efficace con azione anche su depressione e sulle funzioni corticali


Gli epilettologi raccontano le epilessie. Primo progetto italiano di medicina narrativa


Dispensazione e utilizzo dei farmaci antiepilettici, quali criticità?


Epilessie a genesi autoimmune, cosa sono e come gestirle


Equivalenza biologica e terapeutica dei farmaci antiepilettici


Sistema cannabinoide ed epilessia, stato dell'arte


Huntington giovanile, per conoscere meglio la malattia un nuovo progetto del CNR


Malattia di Huntington: cos’è, come si presenta, quali sono le cause e le conseguenze


Prime speranze per trovare una cura della malattia di Huntington


ARTICOLI

ADHD, livelli cerebrali di ferro possibile marker utile per la diagnosi e la terapia

Uno studio appena presentato al congresso della Radiological Society of North America, a Chicago, mostra che i bambini affetti da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) naïve ai farmaci hanno i livelli cerebrali di ferro più bassi del normale. L[...]

Reverse mismatch MRA-DWI, la trombolisi con rt-PA può essere utile

I pazienti che presentano una mancata corrispondenza inversa (reverse mismatch) tra le immagini di risonanza magnetica (RM) angiografica (MRA) e quelle pesate in diffusione (DWI) – quadro definito come ampia lesione DWI in assenza di occlusione di un[...]

Nanoproiettili d'oro coperti di RNA per colpire il glioblastoma multiforme

Su Science Translational Medicine è stata presentata una strategia sperimentale di nanomedicina, per ora in fase preclinica, che sembra offrire risultati molto promettenti nella terapia del glioblastoma multiforme (GBM). La tecnica prevede la sommini[...]

Stato epilettico convulsivo in pediatria, linee guida italiane

Sono state pubblicate su Epilepsia le raccomandazioni della Lega italiana contro l’epilessia (Lice) relative al trattamento dello stato epilettico convulsivo (Cse) in età pediatrica (è escluso il periodo neonatale). Dopo un inquadramento generale, al[...]

Sindrome progressiva del motoneurone inferiore, Ig ev solo in casi selezionati

Secondo uno studio apparso su Neurology, le immunoglobuline per via endovenosa (IVIg) non devono essere somministrate in modo costante ai pazienti affetti da sindrome progressiva del motoneurone inferiore (PLMNS). Il trattamento, infatti, non ha migl[...]

Gambe senza riposo: dagli oppioidi una nuova speranza di cura per i pazienti “difficili”

La “Restless Legs Syndrome” colpisce le donne in misura doppia rispetto agli uomini. Un nuovo studio, condotto in 55 centri europei e pubblicato su Lancet Neurology, dimostra l'efficacia a breve e lungo termine della combinazione fissa ossicodone/nal[...]

Trombolisi nell'ictus, rischio emorragia intracranica se il GFR è basso

Nei pazienti colpiti da ictus trattati mediante trombolisi endovenosa (IVT) la funzionalità renale modifica in modo significativo l'outcome e il tasso di complicanze. Un tasso di filtrazione glomerulare (GFR) più basso potrebbe essere un migliore ind[...]

Crisi a esordio parziale, per retigabina ottimale la titolazione lenta

Su Epilepsy Research uno studio di sicurezza e tollerabilità riguardante tre differenti regimi di titolazione di retigabina, molecola impiegata nei pazienti con crisi a esordio parziale, è giunto alla conclusione che la titolazione lenta risulti quel[...]

SM recidivante, teriflunomide 14 mg alternativa a IFN-beta-1a

Secondo uno studio apparso sul Multiple Sclerosis Journal, nel trattamento di pazienti con sclerosi multipla recidivante (RRSM) gli effetti sul tempo al fallimento (time to failure) di teriflunomide e interferone-beta-1a (IFN-beta-1a) sono paragonabi[...]

Ridotto rischio di emorragia intracranica con tutti i nuovi anticoagulanti orali

Secondo una revisione sistematica con meta-analisi apparsa su JAMA Neurology, i nuovi anticoagulanti orali (NOACs) sono uniformemente associati a un rischio complessivamente ridotto di emorragia intracranica (ICH) quando impiegati per la prevenzione [...]

Scoperto come le proteine tossiche dell'Alzheimer danneggiano i neuroni

Scoperto da ricercatori italiani dell'Università Cattolica del Sacro Cuore – Facoltà di Medicina e Chirurgia “A. Gemelli” di Roma il meccanismo con cui le proteine tossiche, che si accumulano nel cervello dei malati di Alzheimer fanno danni dall'inte[...]

SM, atrofia corticale fermata dal trattamento con testosterone

Il trattamento con 100 mg di testosterone si associa a un recupero dell'atrofia corticale nei pazienti affetti da sclerosi multipla (SM). È l'esito di un piccolo studio pilota presentato a San Diego (USA), durante il meeting annuale della Society for[...]

Effetto a lungo termine del trattamento endovena con immunoglobine o metilprednisolone nella polineuropatia cronica infiammatoria demielinizzante

La polineuropatia cronica infiammatori demielinizzante, comunemente abbreviata come CIDP, è una malattia cronica autoimmune del sistema nervoso periferico che in oltre il 50% dei paziente porta, nel corso della malattia, ad una discreta disabilità co[...]

Nuove modalità di neurostimolazione nella Malattia di Parkinson

Un gruppo di ricerca dell'Università degli Studi di Milano, della Fondazione IRCCS Ca' Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano e della Newronika s.r.l. (una società spin-off delle due predette Istituzioni) sta lavorando da circa dieci anni all[...]

Inibitore dell’istone deacetilasi nella malattia Friedreich

Il Centro per la Cura delle Atassie della S.C.D.U. Neurologia 1 presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria (AOU) San Luigi Gonzaga di Orbassano (Università degli Studi di Torino, Scuola di Medicina) ha completato uno studio di Fase I, nel quale, per [...]

Psicosi nel Parkinson, pimavanserina supera la fase 3

Secondo uno studio angloamericano apparso su Lancet, pimavanserina, agonista inverso selettivo dei recettori serotoninergici 5HT2A, può portare benefici ai pazienti affetti da psicosi nella malattia di Parkinson per i quali esistono poche altre opzio[...]

SM, dalfampridina migliora la resistenza al cammino per 1 anno

Secondo uno studio apparso sul Multiple Sclerosis Journal, nel trattamento dei pazienti con sclerosi multipla (SM), la somministrazione di dalfampridina a rilascio prolungato (dalfampridina-ER) si associa a un miglioramento a breve termine della velo[...]

Narcolessia, pitolisant ha pari efficacia ma è più sicuro di modafinil

Pitolisant, agonista inverso dei recettori H3 dell'istamina, potrebbe rappresentare una nuova opzione per il trattamento della narcolessia. Lo si ricava dai risultati di uno studio pubblicato su Lancet Neurology, in cui questo farmaco (fino a un dosa[...]

Fatica da farmaci antiepilettici, tutto dipende dal meccanismo d'azione

Gli antiepilettici, tradizionali o innovativi, possono indurre fatica come effetto collaterale. Le variabili in gioco sono molteplici, ma in linea generale sembra che i farmaci che agiscono sul sistema inibitorio GABAergico determinino una più elevat[...]

Epilessia refrattaria nei bambini, bastano minimi ritocchi a dieta chetogenica e uso dei farmaci

Un paziente epilettico su 5, che inizialmente non ha risposto alla dieta a elevato contenuto in grassi e basso tenore in carboidrati abitualmente prescritta, ha visto dimezzata la comparsa di crisi dopo pochi aggiustamenti riguardanti i farmaci e il [...]