Neurologia

VIDEO

Huntington giovanile, per conoscere meglio la malattia un nuovo progetto del CNR


Malattia di Huntington: cos’è, come si presenta, quali sono le cause e le conseguenze


Prime speranze per trovare una cura della malattia di Huntington


Sclerosi multipla: cosa è, come funziona e come va somministrata la cladribina, nuovo farmaco orale


Sclerosi multipla, come la cladribina migliora la qualità di vita dei malati


Sclerosi multipla, la ricerca di Merck sulla cladribina e nuovi servizi per i pazienti


Un Manifesto contro la depressione perchè sia curata presto e meglio


Come si cura la depressione, farmaci di oggi e farmaci in arrivo


Depressione: come si presenta, chi colpisce e come riconoscerla in tempo


La giornata internazionale dell'epilessia 2019: obiettivi e attività


Epilessia, i bisogni dei pazienti al centro dell'indagine EPINEEDS


Forum Risk Management in Sanità, i temi dell’edizione 2018


Parkinson, cosa chiedono i pazienti


Modello di PDTA Parkinson, best practice della regione Piemonte


Ruolo dei PDTA all'interno dei distretti sanitari, focus sulla malattia di Parkinson


Nuovo sistema nazionale linee guida società scientifiche, cosa prevede?


Governance clinica adeguata per la gestione dei pazienti con Parkinson


PDTA Parkinson, gli sviluppi dal Forum Risk Management in Sanità 2018


Malattia di Parkinson, i risultati del laboratorio Forum sul PDTA


Piano nazionale cronicità, facciamo il punto sulla malattia di Parkinson


Qual è la strategia migliore per la cura della sclerosi multipla all'esordio? Dati del registro italiano


Premio Merck in neurologia: la tecnologia digitale al servizio del paziente con sclerosi multipla


ARTICOLI

Acido valproico nell’epilessia, sviluppato un algoritmo per il calcolo della dose ottimale individuale

L'acido valproico (VPA) è uno dei farmaci antiepilettici più prescritti per il trattamento delle crisi comiziali, eppure, anche se è noto che le dosi di VPA e la sua concentrazione nel plasma sono strettamente correlate, le concentrazioni plasmatiche[...]

Ictus minore e TIA, con o senza stenosi intracraniche outcome invariati con ASA o DAPT

Si ha un tasso più elevato di ictus recidivanti nei pazienti con ictus minore o attacco ischemico transitorio (TIA) ad alto rischio nei pazienti con stenosi arteriosa intracranica (ICAS) rispetto a quelli senza, ma in entrambi i casi non vi è una dif[...]

Ictus ischemico: trattamento endovascolare anche con ampie lesioni RM, specie nei giovani

Nei pazienti colpiti da ictus ischemico acuto si rileva un rischio crescente di outcome scarso ed emorragia intracerebrale sintomatica all'aumentare dei volumi delle lesioni all'imaging pretrattamento di risonanza magnetica (RM) in sequenza pesata in[...]

SM recidivante, cladribina scagionata da una meta-analisi di aumentare il rischio di cancro

Scagionata la cladribina, molecola candidata al trattamento della sclerosi multipla recidivante (pwRMS), dall'accusa di aumentare il rischio di cancro nei pazienti, quantomeno nelle dosi utilizzate nei trial CLARITY e ORACLE MS che, nel 2013, avevano[...]

Ictus, farmaco sperimentale italiano riduce del 50% i danni neuronali

Sintetizzato un farmaco che, su animali di laboratorio, ha dimostrato di essere in grado di proteggere il cervello fino a sei ore dopo il verificarsi di un ictus e di ridurne del 50% il danno cerebrale. La ricerca è stata condotta da un gruppo italia[...]

Grazie a un anticancro per la prima volta regredito il declino cognitivo nel Parkinson

Un farmaco da tempo approvato per il trattamento della leucemia mieloide cronica, il nilotinib, migliora gli aspetti cognitivi, le abilità motorie e le funzioni non motorie in pazienti con malattia di Parkinson e demenza a corpi di Lewy. È quanto ha [...]

Prevenzione dell'emicrania. Per TEV-48125 conferme dai dati definitivi

Sono stati pubblicati su Lancet Neurology i dati definitivi dello studio di fase 2b di TEV-48125, anticorpo monoclonale anti-CGRP (peptide correlato al gene della calcitonina). Somministrato mediante iniezione sottocutanea ogni 28 giorni risulta esse[...]

Ictus ischemico: pari efficacia e sicurezza di alteplase a basse dosi nei pazienti ad alto rischio emorragico

Nei trattamento trombolitico in pazienti colpiti da ictus ischemico acuto, la strategia basata su alteplase a basse dosi (sempre più diffusa nei Paesi dell'Estremo Oriente) si è dimostrata paragonabile al trattamento con dose standard in termini di e[...]

Epilessia refrattaria, l'efficacia della lamotrigina è ridotta dal ricorso alla dieta chetogenica

Nei bambini affetti da epilessia refrattaria il trattamento con lamotrigina in concomitanza con il ricorso a una dieta chetogenica si associa con una ridotta efficacia della dieta chetogenica stessa. Un dato rilevante, quello evidenziato da ricercato[...]

La riabilitazione, una terapia che cambia la storia quotidiana della sclerosi multipla

Non bastano tre cicli di poche sedute di riabilitazione, è ora di cambiare: la ricerca dimostra che una riabilitazione costante e personalizzata funziona come una terapia e cambia la storia quotidiana della sclerosi multipla. Unica tra le associazion[...]

Leandro Provinciali nuovo presidente della Società Italiana di Neurologia

Leandro Provinciali, Direttore della Clinica Neurologica e del Dipartimento di Scienze Neurologiche degli Ospedali Riuniti di Ancona, è il nuovo Presidente della Società Italiana di Neurologia. La proclamazione è avvenuta al 46° Congresso Nazionale d[...]

Ictus: con trombolisi e trombectomia combinate meno disabilità e mortalità

Il binomio terapeutico di trombolisi farmacologica sistemica e trattamento endovascolare mediante trombectomia meccanica consente, in maniera meno invasiva, di ridurre in modo significativo la mortalità e la disabilità causate dall'ictus ischemico, p[...]

ECTRIMS, glatiramer acetato si dimostra farmaco consolidato e in costante sviluppo

Al meeting ECTRIMS (European Committee for Treatment and Research in Multiple Sclerosis) di Barcellona, pur in presenza di molte nuove molecole per il trattamento della sclerosi multiipla (SM), glatiramer acetato (GA) - la terapia iniettiva più presc[...]

Trial ORATORIO: con ocrelizumab per la 1a volta risultati positivi nella SM primariamente progressiva

Dopo l'annuncio di ieri pomeriggio al meeting ECTRIMS (European Committee for the Treatment and Study of Multiple Sclerosis) dei notevoli risultati ottenuti con ocrelizumab negli studi cardine di fase II denominati OPERA I e OPERA II condotti in pazi[...]

AISM “notizie incoraggianti per ocrelizumab nelle forme progressive di SM. Servono però conferme nel tempo”

«Quella che arriva da ECTRIMS è una notizia incoraggiante, perché apre una nuova prospettiva di trattamento anche per le persone con SM progressiva. Ogni passo avanti nella ricerca, in particolare quella che sperimenta l'utilizzo di nuovi farmaci anc[...]

SM, ocrelizumab: risultati positivi sia nelle forme recidivanti sia nelle forme primariamente progressive

Era senza dubbio la novità più attesa dell'intero ECTRIMS (European Committee on Treatment and Reasearch in Multiple Sclerosis) in corso a Barcellona. Proprio oggi sono stati annunciati i positivi risultati ottenuti da ocrelizumab in 3 studi pivotali[...]

Sclerosi multipla, effetto del trattamento con alemtuzumab mantenuto a cinque anni

Nuovi dati positivi emergono dallo studio di estensione a cinque anni che ha valutato alemtuzumab in pazienti affetti da sclerosi multipla recidivante remittente (SMRR) sono stati presentati oggi al 31° Congresso ECTRIMS, (European Committee for Tre[...]

Sclerosi multipla, nel 2020 la spesa mondale per i farmaci salirà a $20 mld

Il valore complessivo del mercato delle terapie anti sclerosi multipla salirà lentamente da $17,2 mld nel 2014 a circa $ 20 miliardi entro il 2024, a un tasso di crescita annuo composto (CAGR) dell'1,5%, secondo la ricerca della società di consulenza[...]

Sclerosi multipla, daclizumab meglio di interferone Beta-1a, dati sul NEJM

In occasione del congresso dell'ECTRIMS in corso a Barcellona, sul NEJM sono stati pubblicati i dati completi dello studio DECIDE e al congresso europeo sono stati presentate nuove analisi post hoc del trial. Il farmaco è sviluppato congiuntamente da[...]

Epilessia, conferme in fase III per lacosamide in monoterapia

La belga UCB ha annunciato oggi i risultati positivi di uno studio di non inferiorità di fase 3 disegnato per confrontare l'efficacia e la sicurezza di lacosamide verso la carbamazepina-CR (compresse a rilascio controllato) come monoterapia nei pazie[...]