Neurologia

VIDEO

Gli studi in corso sulla malattia di Charcot Marie Tooth. Il registro italiano


Come si può trattare la malattia di Charcot Marie Tooth: presente e futuro


Amiloidosi ereditaria da transtiretina, patisiran efficace nel lungo termine su neuropatia e QoL


Amiloidosi ereditaria mediata dalla transtiretina: come si fa la diagnosi della malattia


Amiloidosi ereditaria mediata dalla transtiretina: stanno arrivando cure rivoluzionarie


Amiloidosi da transtiretina al centro del convegno annuale della Peripheral Nerve Society


Sclerosi multipla, il paziente al centro della cura e della ricerca scientifica. #NuovaLuceSullaSM


Sclerosi multipla, premio Eccellenze in Sanità a LemGo, un innovativo patient support program digitale di Sanofi Genzyme


Atrofia muscolare spinale, le fiabe possono aiutare a spiegare una realtà difficile


Lupo racconta la SMA, 12 favole per spiegare l'atrofia muscolare spinale


I centri clinici NeMO, il paziente con patologie neuromuscolari al centro delle cure


Atrofia muscolare spinale, come sta cambiando lo scenario di cura di questa patologia


Gestione dei pazienti con epilessia, novità dal 42esimo congresso LICE


Trattamento dell'epilessia: risultati con brivaracetam utilizzato nella real life


Epilessia, quando usare le terapie in add-on e quali utilizzare


Eslicarbazepina: antiepilettico efficace con azione anche su depressione e sulle funzioni corticali


Gli epilettologi raccontano le epilessie. Primo progetto italiano di medicina narrativa


Dispensazione e utilizzo dei farmaci antiepilettici, quali criticità?


Epilessie a genesi autoimmune, cosa sono e come gestirle


Equivalenza biologica e terapeutica dei farmaci antiepilettici


Sistema cannabinoide ed epilessia, stato dell'arte


Huntington giovanile, per conoscere meglio la malattia un nuovo progetto del CNR


ARTICOLI

SM, acidi biliari ridotti. TUDCA in fase I per studiare gli effetti su microbioma e sistema immunitario

I pazienti adulti e pediatrici con sclerosi multipla (SM) presentano alterazioni significative dei livelli del metabolismo degli acidi biliari rispetto ai soggetti sani. Lo suggerisce una nuova ricerca presentata al 143° meeting annuale dell'American[...]

Emicrania cronica, migliorati dopo iniezione di tossina botulinica fotofobia e sintomi di secchezza oculare

Nei pazienti con emicrania cronica, la fotofobia e i sintomi più severi di secchezza oculare migliorano dopo iniezione di tossina botulinica A (BoNT-A), in base ai risultati di uno studio osservazionale pubblicato online sul “British Medical Journal”[...]

Come cambiano gli effetti immunomodulatori del DMF nei pazienti con SM di prima e seconda linea?

È stato pubblicato su “Neurology: Neuroimmunology & Neuroinflammation” uno studio volto a chiarire gli effetti immunomodulatori del dimetilfumarato (DMF) sulle cellule B in pazienti con sclerosi multipla (SM) recidivante che ricevono questo farmaco c[...]

Sempre più evidenze della relazione tra virus dell'Herpes simplex e malattia di Alzheimer

Sempre più evidenze dalla ricerca stanno contribuendo a consolidare il collegamento proposto tra il virus dell'herpes simplex (HSV) e la malattia di Alzheimer (AD). L'argomento è approfondito in una revisione pubblicata online su “Frontiers in Aging [...]

Emicrania, positivi risultati di due studi di sicurezza per ubrogepant, anti-CGRP per os

Il nuovo antagonista del recettore del gene della calcitonina orale (CGRP) ubrogepant è sicuro e ben tollerato nei pazienti con emicrania acuta, secondo i risultati di due studi di sicurezza e tollerabilità rilasciati dall'azienda produttrice.

Sclerosi multipla recidivante, la terapia sperimentale evobrutinib riduce le recidive e il numero di lesioni T1 e T2

Nei pazienti con sclerosi multipla recidivante (RMS) la terapia orale sperimentale evobrutinib ha dimostrato una riduzione significativa delle lesioni T1 GD+ alla risonanza rispetto al placebo e ha ridotto in misura clinicamente significativa il nume[...]

Sclerosi multipla recidivante e remittente, fingolimod superiore a glatiramer nel ridurre le recidive

Nei pazienti con sclerosi multipla recidivante e remittente, l'immunosoppressore fingolimod alla dose di 0,5 mg ha ridotto significativamente il numero di recidive in un anno rispetto a glatiramer acetato, mantenendo un profilo di sicurezza in linea [...]

Sclerosi multipla recidivante, glatiramer acetato efficace e sicuro anche nel lungo periodo. Dati a 10 e 25 anni

Nel trattamento delle forme recidivanti di sclerosi multipla, glatiramer acetato ha dimostrato un profilo di sicurezza e tollerabilità accettabile nella terapia a lungo termine, con basse percentuali di eventi avversi seri e di reazioni immediate p[...]

Schizofrenia, arriva in Italia cariprazina, antipsicotico con ampia azione sui sintomi

I malati di schizofrenia italiani avranno presto una nuova opzione terapeutica. Arriverà a breve anche nel nostro Paese cariprazina, un nuovo antipsicotico per il trattamento della schizofrenia, in grado di agire su tutta la sintomatologia con effett[...]

Sclerosi multipla, ottimi risultati dal trapianto di staminali nelle forme aggressive di malattia

Il trapianto di cellule staminali autologhe in 20 pazienti affetti da una forma estremamente aggressiva di sclerosi multipla (MS) naive al trattamento non ha dato evidenza di attività di malattia post-trapianto, secondo i risultati di uno studio pres[...]

Sclerosi multipla, ozanimod migliora la velocità di elaborazione cognitiva e riduce le recidive e le lesioni cerebrali

In pazienti con sclerosi multipla ozanimod ha migliorato la velocità di elaborazione cognitiva e ha ridotto recidive e lesioni rilevate con risonanza magnetica nei pazienti con malattia recidivante precoce. Sono i risultati delle analisi post hoc dei[...]

Sclerosi multipla, con dosi più distanziate di natalizumab stessa efficacia e minor rischio di eventi indesiderati

Nei malati di sclerosi multipla in trattamento con natalizumab, l'aumento dell'intervallo tra le somministrazioni del farmaco da 4,5 a 6,3 settimane non è associato a una minore efficacia e può anche essere correlato a un minor rischio di leucoencefa[...]

Neuromielite ottica, satralizumab efficace nel ridurre il rischio di recidiva

In pazienti con disturbo dello spettro della neuromielite ottica, l'anticorpo monoclonale satralizumab, aggiunto alla terapia immunosoppressiva di base, ha ridotto significativamente il rischio di recidiva rispetto al placebo e ha mostrato un favorev[...]

Sclerosi multipla: sicurezza di cladribina confermata fino a 10 anni, con un'efficacia prolungata #ECTRIMS2018

Ormai non ci sono dubbi: la cladribina è sicura, non è associata ad aumento del rischio di eventi avversi gravi e la sua efficacia si mantiene fino a 4 anni, un periodo ben più prolungato rispetto a quello di dosaggio.

Sclerosi multipla, un documentario racconta l'impatto emotivo della malattia

Raccontare l'impatto emotivo della sclerosi multipla sui pazienti e sui caregiver è l'obiettivo del docufilm “Seeing MS from the Inside Out” presentato nell'ambito del 34° Congresso dell'European Committee for Treatment and Research in Multiple Scler[...]

Negli anziani con fibrillazione atriale l'uso di anticoagulanti riduce il rischio di demenza

Gli anziani con fibrillazione atriale (AF) sperimentano un più rapido declino cognitivo globale e hanno un aumentato rischio di demenza rispetto a persone di età simile che non hanno AF, sebbene l'uso di farmaci anticoagulanti possa ridurre questo ri[...]

Emorragia intracerebrale, esiti migliori se la terapia con statine non viene interrotta

In seguito a emorragia intracerebrale (ICH) si rileva un rischio inferiore di mortalità per tutte le cause tra i pazienti che continuavano un trattamento con statine rispetto a coloro che lo interrompevano, specialmente nel caso dei soggetti trattati[...]

Parkinson, pillole con ‘fisarmoniche' che si aprono e persistono nello stomaco rilasciando levodopa a livelli costanti

Novità di rilievo per i pazienti con malattia di Parkinson (PD). Una nuova tecnologia promette di rilasciare levodopa a livelli più costanti nel tempo. Se ne è parlato a Hong Kong, durante l'International Congress of Parkinson's Disease and Movement [...]

PD con demenza, frequente co-prescrizione di anticolinergici e ACEi, possibile peggioramento cognitivo

A quasi la metà dei pazienti con malattia di Parkinson (PD) che hanno assunto farmaci per la demenza sono stati anche prescritti «inappropriatamente» farmaci anticolinergici che potrebbero aver interferito con l'azione degli stessi farmaci contro la [...]

Sclerosi multipla, teriflunomide rallenta perdita di volume cerebrale. #ECTRIMS

Il farmaco teriflunomide ha rallentato significativamente la perdita di volume cerebrale complessivo (atrofia) rispetto a placebo nei pazienti con un primo episodio clinico suggestivo di sclerosi multipla (SM), secondo nuovi dati sperimentali di uno [...]