Neurologia

VIDEO

Gestione dei pazienti con epilessia, novità dal 42esimo congresso LICE


Trattamento dell'epilessia: risultati con brivaracetam utilizzato nella real life


Epilessia, quando usare le terapie in add-on e quali utilizzare


Eslicarbazepina: antiepilettico efficace con azione anche su depressione e sulle funzioni corticali


Gli epilettologi raccontano le epilessie. Primo progetto italiano di medicina narrativa


Dispensazione e utilizzo dei farmaci antiepilettici, quali criticità?


Epilessie a genesi autoimmune, cosa sono e come gestirle


Equivalenza biologica e terapeutica dei farmaci antiepilettici


Sistema cannabinoide ed epilessia, stato dell'arte


Huntington giovanile, per conoscere meglio la malattia un nuovo progetto del CNR


Malattia di Huntington: cos’è, come si presenta, quali sono le cause e le conseguenze


Prime speranze per trovare una cura della malattia di Huntington


Sclerosi multipla: cosa è, come funziona e come va somministrata la cladribina, nuovo farmaco orale


Sclerosi multipla, come la cladribina migliora la qualità di vita dei malati


Sclerosi multipla, la ricerca di Merck sulla cladribina e nuovi servizi per i pazienti


Un Manifesto contro la depressione perchè sia curata presto e meglio


Come si cura la depressione, farmaci di oggi e farmaci in arrivo


Depressione: come si presenta, chi colpisce e come riconoscerla in tempo


La giornata internazionale dell'epilessia 2019: obiettivi e attività


Epilessia, i bisogni dei pazienti al centro dell'indagine EPINEEDS


Forum Risk Management in Sanità, i temi dell’edizione 2018


Parkinson, cosa chiedono i pazienti


ARTICOLI

Studio olandese: l'epilessia post-ictale è frequente e correlata a maggiore mortalità nel breve e lungo termine

L'epilessia non rappresenta soltanto una complicanza frequente dopo un ictus nei soggetti più giovani, ma è anche correlata a una maggiore mortalità sia a breve che a lungo termine. È quanto hanno dimostrato i risultati di uno studio olandese present[...]

Studio MILES, possibile influsso di acidi grassi saturi e disfunzione endoteliale sul fenotipo CADASIL

Gli acidi grassi (FA) saturi sembrano svolgere un effetto modulatorio nell’espressione del fenotipo CADASIL (arteriopatia cerebrale autosomica dominante con infarti sottocorticali e leucoencefalopatia). In questa arteriopatia ereditaria, inoltre, è p[...]

Sclerosi multipla, natalizumab migliora velocità di deambulazione

Un'analisi post-hoc dei dati tratti dallo studio AFFIRM dimostra che natalizumab ha aumentato in modo significativo la percentuale di pazienti affetti da sclerosi multipla recidivante-remittente (SMRR) con un miglioramento confermato della velocità d[...]

Dal congresso americano, nuovi dati a conferma dell'efficacia del dimetilfumarato

Nuovi dati avvalorano l'efficacia del dimetilfumarato in un ampio spettro di pazienti affetti da sclerosi multipla recidivante-remittente (SMRR), confermando inoltre il favorevole profilo di sicurezza e tollerabilità del farmaco nel contesto di utili[...]

Sclerosi multipla, conferme a due anni per peginterferone beta-1a

Ridurre la frequenza di somministrazione per aumentare la qualità di vita dei pazienti e la loro aderenza alla terapia. E’ questo l’obiettivo del nuovo interferone peghilato beta 1 per il quale al 66° meeting annuale dell’American Academy of Neurolo[...]

Ipertensione idiopatica endocranica con lieve perdita visiva: acetazolamide e calo di peso

Nei pazienti affetti da ipertensione endocranica idiopatica (IIH), l’impiego di acetazolamide insieme a una dieta per la riduzione del peso a basso contenuto di sodio, rispetto al solo regime alimentare controllato, ha determinato un moderato miglior[...]

SM recidivante-remittente, nelle donne l'aggiunta di estriolo a glatiramer acetato riduce le recidive

Nelle pazienti affette da sclerosi multipla recidivante-remittente (RRSM) trattate con glatiramer acetato, la somministrazione aggiuntiva di estriolo si traduce in una riduzione del tasso di recidive nel 1° anno, anche se la differenza non è così gra[...]

Epilessia focale resistente, migliore qualità di vita long-term con stimolazione del nervo vago

Nei pazienti con crisi epilettiche focali farmacoresistenti la terapia basata sulla stimolazione del nervo vago (VNS) in aggiunta al migliore trattamento medico (best medical practice, BMP) si associa a un significativo miglioramento della qualità di[...]

Restless leg syndrome, gabapentin enacarbil once-daily efficace anche nelle forme severe

Un dosaggio once-daily di gabapentin enacarbil (GEn) è efficace anche nei casi più gravi della sindrome delle gambe senza riposo (restless leg syndrome [RLS]) e si associa a un profilo di effetti avversi analogo a quello rilevato impiegando GEn nelle[...]

Malattia di Alzheimer, diagnosi di esclusione possibile mediante 18F-florbetaben PET

Un nuovo studio presentato a Philadelphia, durante il 66esimo meeting annuale dell'American Academy of Neurology (AAN) ha dimostrato che la tomografia a emissione di positroni (PET), utilizzando come tracciante il florbetaben, può escludere in modo a[...]

SM, identificata per ofatumumab la soglia linfocitaria per massimizzare l'efficacia al dosaggio minore

Nel corso del 66esimo meeting annuale dell'American Academy of Neurology (AAN), a Philadelphia, una nuova analisi dei dati dello studio 2 MIRROR condotto con ofatumumab, anticorpo monoclonale anti-cellule B, ha evidenziato che è possibile trovare una[...]

Imaging RM di riperfusione potenziale guida alla trombolisi post-ictus ischemico

La trombolisi nella riperfusione dell'infarto cerebrale dopo terapia endovascolare per ictus ischemico è strettamente correlata a imaging di riperfusione in risonanza magnetica (RM), grandezza dell'infarto e outcome clinico. Il dato, proveniente da u[...]

Stato epilettico pediatrico, pari efficacia e sicurezza tra lorazepam e diazepam

Nei pazienti pediatrici con stato epilettico convulsivo il trattamento con lorazepam non mostra, rispetto a quello con diazepam, caratteristiche di maggiore efficacia o sicurezza. È quanto dimostra uno studio multicentrico statunitense, apparso su JA[...]

Sclerosi multipla, con alemtuzumab anche a 3 anni ridotte atrofia cerebrale e numero di nuove lesioni

Al 66esimo Meeting Annuale dell'American Academy of Neurology, sono stati presentati nuovi risultati emersi dal programma di sviluppo clinico di alemtuzumab che confermano il mantenimento a 3 anni del rallentamento dell'atrofia cerebrale e della ridu[...]

Al via studio italiano con dimetilfumarato su componente cognitiva della sclerosi multipla

Biogen Idec annuncia l'inizio di un nuovo studio clinico sul dimetilfumarato, condotto interamente in Italia, per i pazienti con sclerosi multipla recidivante remittente. Si tratta del primo studio a livello mondiale disegnato per valutare l'efficaci[...]

Neuroimaging, Terapia Neurochirurgica e Innovativi Strumenti Diagnostici nella lotta all'Epilessia

In occasione della Giornata Nazionale per l'Epilessia, che si celebra il prossimo 4 maggio, la Società Italiana di Neurologia (SIN) sottolinea l'importanza della ricerca scientifica nell'individuazione delle cause, nella diagnosi e nello sviluppo di [...]

Miastenia grave, trattamento complesso per frequenti comorbilità e comedicazioni

I pazienti affetti da miastenia grave (MG) sono spesso trattati con farmaci prescritti non per il trattamento della MG rispetto ai controlli, a dimostrazione di una frequente condizione di comorbilità e un comune ricorso alla comedicazione. Lo rivela[...]

Ictus ischemico, rosuvastatina riduce la pericolosità delle placche emboligene dell’arco aortico

Una ricerca giapponese – pubblicata online sul Journal of Stroke & Cerebrovascular Diseases – dimostra che rosuvastatina migliora la morfologia della placca e il profilo lipidico in pazienti con embolia cerebrale acuta (EC) da grave placca dell’arco [...]

Memantina, attenzione e memoria migliorate in Parkinson-demenza e demenza a corpi di Lewy

Per la prima volta uno studio – pubblicato online sull’International Journal of Geriatric Psychiatry – dimostra un consistente miglioramento dei test cognitivi relativi all’attenzione e alla memoria episodica in pazienti affetti da Parkinson-demenza [...]

Doppia terapia antipiastrinica neuroprotettiva post-ictus da aterosclerosi dei grandi vasi

Uno studio cinese apparso online sul Journal of Stroke & Cerebrovascular Diseases dimostra che, nei pazienti colpiti da ictus acuto da aterosclerosi dei grandi vasi (AGV), il trattamento con clopidogrel e acido acetilsalicilico (ASA) per 1 mese deter[...]