Neurologia

VIDEO

Gli studi in corso sulla malattia di Charcot Marie Tooth. Il registro italiano


Come si può trattare la malattia di Charcot Marie Tooth: presente e futuro


Amiloidosi ereditaria da transtiretina, patisiran efficace nel lungo termine su neuropatia e QoL


Amiloidosi ereditaria mediata dalla transtiretina: come si fa la diagnosi della malattia


Amiloidosi ereditaria mediata dalla transtiretina: stanno arrivando cure rivoluzionarie


Amiloidosi da transtiretina al centro del convegno annuale della Peripheral Nerve Society


Sclerosi multipla, il paziente al centro della cura e della ricerca scientifica. #NuovaLuceSullaSM


Sclerosi multipla, premio Eccellenze in Sanità a LemGo, un innovativo patient support program digitale di Sanofi Genzyme


Atrofia muscolare spinale, le fiabe possono aiutare a spiegare una realtà difficile


Lupo racconta la SMA, 12 favole per spiegare l'atrofia muscolare spinale


I centri clinici NeMO, il paziente con patologie neuromuscolari al centro delle cure


Atrofia muscolare spinale, come sta cambiando lo scenario di cura di questa patologia


Gestione dei pazienti con epilessia, novità dal 42esimo congresso LICE


Trattamento dell'epilessia: risultati con brivaracetam utilizzato nella real life


Epilessia, quando usare le terapie in add-on e quali utilizzare


Eslicarbazepina: antiepilettico efficace con azione anche su depressione e sulle funzioni corticali


Gli epilettologi raccontano le epilessie. Primo progetto italiano di medicina narrativa


Dispensazione e utilizzo dei farmaci antiepilettici, quali criticità?


Epilessie a genesi autoimmune, cosa sono e come gestirle


Equivalenza biologica e terapeutica dei farmaci antiepilettici


Sistema cannabinoide ed epilessia, stato dell'arte


Huntington giovanile, per conoscere meglio la malattia un nuovo progetto del CNR


ARTICOLI

Sclerosi multipla. Speranze da clemastina, comune antistaminico OTC: prove di rimielinizzazione

La clemastina, un comune farmaco antistaminico di automedicazione, ha dato prove – a un dosaggio leggermente superiore a quello approvato per le allergie - di rimielinizzazione in pazienti con sclerosi multipla (SM) in uno studio in doppio cieco cont[...]

Valproato nel controllo dell'alcolismo: efficaci e più sicure dosi inferiori a quelle per l'epilessia

Il valproato (VPA), oltre a essere il farmaco antiepilettico più prescritto nel mondo, è impiegato per ridurre le ricadute nell'alcoldipendenza. Uno studio condotto in una clinica italiana e pubblicato su Drugs – Real World Outcomes dimostra che una [...]

Citalopram riduce i sintomi neuropsichiatrici dell'Alzheimer ma a dosi elevate non consigliabili

Il citalopram (antidepressivo non triciclico SSRI [inibitore del reuptake della serotonina]) può ridurre l'agitazione nei pazienti con malattia di Alzheimer (AD). Tuttavia questi benefici si ottengono in genere solo a dosi più alte (30 mg/giorno) sul[...]

Parkinson, parere positivo del Chmp per opicapone

Il Chmp ha dato parere positivo per l'approvazione di opicapone, quale farmaco per la terapia del Parkinson in aggiunta alla levodopa e agli inibitori della decarbossilasi periferica (AADCI) in pazienti non adeguatamente controllati da questa combina[...]

Sclerosi multipla, ok dal Chmp per daclizumab

Il Comitato per i Medicinali per Uso Umano (CHMP) dell'Agenzia europea del farmaco (EMA) ha dato parere positivo in merito all'autorizzazione all'immissione in commercio di daclizumab, un trattamento sperimentale autosomministrabile per via sottocuta[...]

Dispositivi indossabili per monitorare sclerosi multipla, depressione, epilessia: il San Raffaele partecipa alla ricerca europea

Saranno l'Università Vita-Salute San Raffaele e l'IRCCS Ospedale San Raffaele, una delle 18 strutture di eccellenza del Gruppo Ospedaliero San Donato, a coordinare l'area della sclerosi multipla del programma di ricerca europeo RADAR-CNS (Remote asse[...]

Distrofia di Duchenne, Fda boccia eteplirsen

Doccia fredda per i tanti malati di distrofia di Duchenne e per i loro famigliari. Con 7 voti a 3, un panel di esperti dell'Fda ha decretato che i dati attualmente disponibili non forniscono sufficiente evidenza dell'efficacia di eteplirsen come tera[...]

Da Fabrizio Stocchi del San Raffaele di Roma una panoramica sul futuro delle cure anti-Parkinson

La ricerca su nuove cure e nuovi dispositivi per il trattamento della malattia di Parkinson è in continuo avanzamento. In prima linea su vari fronti, su questo settore, è il Centro di Ricerca sul Parkinson e sui disturbi motori dell'Irccs San Raffael[...]

Epilessia, perampanel efficace nelle crisi tonico-cloniche generalizzate primarie. Conferme dagli Usa

Nuovi dati mostrano che il controllo delle crisi migliora a prescindere dall'età, dal sesso e dall'origine etnica nei pazienti farmaco-resistenti affetti da crisi tonico-cloniche generalizzate primarie trattate con perampanel come terapia aggiuntiva [...]

Sclerosi multipla, oltre ai danni focali infiammatori fingolimod frena quelli diffusi degenerativi

Nei pazienti affetti da sclerosi multipla (SM), l'effetto di fingolimod sul danno diffuso cerebrale è in parte indipendente dall'effetto ottenuto grazie al trattamento sui danni focali: ciò suggerisce che entrambe le componenti della SM, sia quelle i[...]

Ocrelizumab, dal congresso americano conferme di efficacia superiore ai comparatori

Nuove analisi cliniche e subcliniche condotte nell'ambito di diversi studi evidenziano l'efficacia superiore di ocrelizumab rispetto ad interferone beta-1a in persone affette da sclerosi multipla recidivante-remittente (SM-RR) e rispetto al placebo [...]

Sì dell'FDA a pimavanserin, primo farmaco per la psicosi associata alla malattia di Parkinson

È stato dato il via libera dalla Psychopharmacologic Drugs Advisory Committee della US Food and Drug Administration (FDA) a pimavenserin, un nuovo farmaco che aiuta a ridurre allucinazioni, deliri e altri sintomi psicotici manifestati da alcuni pazie[...]

Miastenia grave, remissione duratura dopo trapianto autologo di staminali ematopoietiche

Pubblicati online su JAMA Neurology, i risultati ottenuti in sette pazienti affetti da una forma severa di miastenia grave (MG) supportano l'uso del trapianto di cellule staminali ematopoietiche autologhe (HSCT) per il raggiungimento di una remission[...]

In Italia 1 mln di anziani con demenze. Per migliorare diagnosi e cura, al via progetto formativo sui Medici di famiglia

ll progressivo invecchiamento della popolazione ha comportato un sensibile aumento dei disturbi cognitivo-comportamentali di natura neurodegenerativa, destinati ad acquisire in futuro sempre più rilevanza. Tra le sindromi psichiatriche più comuni vi [...]

Indagati in Estonia i possibili e diversi rapporti tra due antiepilettici e la sindrome metabolica

Secondo uno studio pubblicato online su Seizure, nei pazienti affetti da epilessia trattati con acido valproico (VPA) o carbamazepina (VPZ) si rileva un analogo rischio complessivo di sindrome metabolica (MS) ma la distribuzione dei componenti della [...]

Iniezioni meno frequenti, più aderenza: i plus di glatiramer acetato 40 mg nella sclerosi multipla

Pubblicati su Multiple sclerosis and Related Disorders, i risultati del trial GLACIER dimostrano come - nel trattamento della sclerosi multipla recidivante-remittente (SMRR) - glatiramer acetato (GA) alla dose di 40 mg/mL (GA40) per somministrazione [...]

A 2 anni da un primo ictus declino cognitivo ridotto e qualità di vita migliorata grazie a citicolina

A distanza di 2 anni da un primo ictus ischemico, il trattamento con citicolina a lungo termine si associa a una più elevata qualità di vita (QoL) e migliora lo stato cognitivo. È quanto emerge da uno studio pubblicato sull'International Journal of M[...]

Studio pilota vicino al traguardo: ridurre la frequenza degli attacchi di cefalea con la melatonina

Uno studio pilota - condotto all’Università di Atene e pubblicato su Functional Neurology - riporta che la somministrazione orale di 4 mg di melatonina 30 minuti prima di coricarsi determina risultati promettenti in termini di riduzione della frequen[...]

Trombolisi nell’ictus ischemico acuto: non è una controindicazione per ultraottantenni

I benefici ottenuti da pazienti molto anziani grazie a un trattamento trombolitico per via endovenosa (ev) nel trattamento dell’ictus ischemico acuto sono identici a quelli conseguiti in soggetti più giovani, senza alcun aumento di trasformazione emo[...]

Alzheimer, farmaco di AstraZeneca e Eli Lilly entra in fase III

Prosegue lo studio di fase II/III condotto su AZD3293, un farmaco sperimentale che blocca la beta secretasi (BACE), un enzima che si ritiene sia coinvolto nell'eziopatogenesi della malattia Alzheimer.