Neurologia

VIDEO

Huntington giovanile, per conoscere meglio la malattia un nuovo progetto del CNR


Malattia di Huntington: cos’è, come si presenta, quali sono le cause e le conseguenze


Prime speranze per trovare una cura della malattia di Huntington


Sclerosi multipla: cosa è, come funziona e come va somministrata la cladribina, nuovo farmaco orale


Sclerosi multipla, come la cladribina migliora la qualità di vita dei malati


Sclerosi multipla, la ricerca di Merck sulla cladribina e nuovi servizi per i pazienti


Un Manifesto contro la depressione perchè sia curata presto e meglio


Come si cura la depressione, farmaci di oggi e farmaci in arrivo


Depressione: come si presenta, chi colpisce e come riconoscerla in tempo


La giornata internazionale dell'epilessia 2019: obiettivi e attività


Epilessia, i bisogni dei pazienti al centro dell'indagine EPINEEDS


Forum Risk Management in Sanità, i temi dell’edizione 2018


Parkinson, cosa chiedono i pazienti


Modello di PDTA Parkinson, best practice della regione Piemonte


Ruolo dei PDTA all'interno dei distretti sanitari, focus sulla malattia di Parkinson


Nuovo sistema nazionale linee guida società scientifiche, cosa prevede?


Governance clinica adeguata per la gestione dei pazienti con Parkinson


PDTA Parkinson, gli sviluppi dal Forum Risk Management in Sanità 2018


Malattia di Parkinson, i risultati del laboratorio Forum sul PDTA


Piano nazionale cronicità, facciamo il punto sulla malattia di Parkinson


Qual è la strategia migliore per la cura della sclerosi multipla all'esordio? Dati del registro italiano


Premio Merck in neurologia: la tecnologia digitale al servizio del paziente con sclerosi multipla


ARTICOLI

Associazione tra ipertensione e forme più gravi della malattia di Parkinson

Da un team di ricercatori britannici e italiani arriva oggi un importante contributo al miglioramento delle opzioni terapeutiche per i pazienti parkinsoniani. “I nostri risultati dimostrano che nei pazienti ipertesi la malattia di Parkinson si manife[...]

Parkinson, con opicapone meno tempo off e più tempo on senza discinesie

Secondo uno studio presentato al 3° Congresso dell'Accademia Europea di Neurologia (EAN), in pazienti con malattia di Parkinson e fluttuazioni motorie trattati con levodopa, l'aggiunta di opicapone continua a ridurre il tempo "off" fino a 12 mesi di [...]

Ictus ischemico, tenecteplase superiore ad alteplase in caso di occlusione vasale completa

Nei pazienti colpiti da ictus ischemico, tenecteplase può offrire una maggiore efficacia di ricanalizzazione rispetto ad alteplase nei pazienti con occlusioni complete dei vasi all'angiografia CT basale. Lo rivelano i dati di una ‘short communication[...]

Amantadina a lento rilascio per ridurre la discinesia nel Parkinson al vaglio dell'FDA

Le capsule di amantadina a rilascio prolungato (ER) riducono la discinesia indotta da levodopa (LID) nei pazienti con malattia di Parkinson (PD). Lo evidenziano i risultati – pubblicati online su “JAMA Neurology” - di un trial controllato con placebo[...]

Cariprazina, antipsicotico efficace in fase 3b nel migliorare i sintomi negativi della schizofrenia

L'antipsicotico cariprazina dimostra di essere in grado di ottenere un effetto che nessun altro farmaco della stessa categoria era stato in grado di conseguire, ovvero migliorare i sintomi negativi comuni nei pazienti con psicosi e schizofrenia. È qu[...]

Studio pilota, probiotici promettenti per il trattamento della depressione da lieve a moderata

I risultati di un nuovo studio pilota – presentati a Copenhagen, durante il 13° Congresso Mondiale di Psichiatria Biologica – suggeriscono che i probiotici possono essere efficaci nella riduzione dei sintomi depressivi di base in pazienti naive al tr[...]

Gli omega 3 migliorano la neuropatia diabetica

L'olio di foca, ricco di acidi grassi polinsaturi omega 3 (ω-3 PUFA), aumenta la lunghezza della fibra nervosa corneale nei pazienti con diabete di tipo 1. Gli autori dello studio, pubblicato di recente su Neurology, sostengono che la supplement[...]

Sclerosi multipla, ocrelizumab mantiene il NEPAD più dei controlli. Congresso EAN

In occasione del terzo Congresso della European Academy of Neurology (EAN) al via ad Amsterdam fino al 27 giugno, verranno presentate nuove analisi post-hoc del programma di sperimentazione clinica di fase III di ocrelizumab nella sclerosi multipla r[...]

Lieve aumento del rischio di Parkinson da consumo di prodotti lattiero-caseari a basso contenuto di grassi

Il frequente consumo di prodotti lattiero-caseari (specie se a basso contenuto di grassi, come latte scremato o yogurt magro) è associato a un leggero aumento del rischio per la malattia di Parkinson (PD). Lo suggerisce una nuova ricerca pubblicata o[...]

SM, per cladibrina efficacia ribadita e sicurezza riabilitata da nuova analisi post hoc del CLARITY EXT

Un farmaco per il trattamento della sclerosi multipla (SM) che si considerava ormai senza possibilità di successo, ovvero la cladibrina, ultimamente continua a dare nuove prove di riscatto. Presentata a New Orleans, l'analisi post hoc relativa a due [...]

Disordine dello spettro della neuromielite ottica, accertati i fattori predittivi di ulteriori attacchi

L'età, lo stato sierico degli anticorpi anti-acquaporina-4 (AQP4-abs) ed eventuali attacchi precedenti sono fattori predittivi di ulteriori attacchi nei pazienti trattati per disordine dello spettro della neuromielite ottica (NMOSD). Inoltre, azatiop[...]

Parkinson, nei periodi Off la levodopa inalatoria migliora l'attività motoria

La nuova formulazione di levodopa inalatoria è particolarmente efficace se indirizzata ai pazienti con malattia di Parkinson nei periodi off. È quanto emerso dallo studio di fase III, sulla formulazione sperimentale di levodopa, i cui dati sono stati[...]

Emicrania pediatrica, identificati segni predittivi dell'attacco a distanza di poche ore o giorni

I sintomi che si verificano regolarmente nelle ore o nei giorni precedenti l'emicrania sono stati utili nella ricerca in passato per segnalare l'insorgenza della condizione nei pazienti adulti. Un nuovo studio – i cui risultati sono stati presentati [...]

Alti livelli di colesterolo totale e LDL riducono il rischio di malattia di Parkinson, ma solo nell'uomo

Livelli più elevati di colesterolo totale (TC) e di colesterolo delle lipoproteine a bassa densità (LDL-C) sono associati a un minore rischio per la malattia di Parkinson (PD) negli uomini. Lo dimostrano i risultati di un grande studio osservazionale[...]

La presenza di cirrosi si associa a un aumentato rischio di ictus ischemico e soprattutto emorragico

Dati recentemente pubblicati online su “JAMA Neurology” hanno evidenziato un'associazione tra cirrosi e aumento del rischio di ictus, in particolare emorragico, che potrebbe essere correlato alla coagulopatia mista osservata nella cirrosi.

Sclerosi multipla, sotto analisi la safety di daclizumab

Il Pharmacovigilance Risk Assessment Committee (PRAC) dell’Ema ha deciso di intraprendere un’analisi dei dati di sicurezza di daclizumab, un nuovo farmaco indicato per la terapia della sclerosi multipla recidivante remittente. La decisione fa seguito[...]

Solo danneggiamento cerebrale e non protezione per chi assume alcol

L’assunzione moderata di alcol determina una compromissione cerebrale, sia a livello strutturale che funzionale. Lo sostengono gli autori di uno studio di corte osservazionale, pubblicato sul British Medical Journal - BMJ, in cui specificano che il c[...]

Saltuarietà nelle terapie modificanti la malattia, una possibile opzione nella Sclerosi Multipla

È possibile interrompere, per poi eventualmente riprendere, le terapie modificanti il decorso della malattia senza creare ulteriori danni? Nonostante le prove siano ancora limitate, i risultati di un riesame della letteratura suggeriscono che questa [...]

Prevenzione dell'emicrania cronica, successo in fase 3 per fremanezumab, anticorpo anti-CGRP

I pazienti trattati con fremanezumab, farmaco sperimentale per la prevenzione dell'emicrania cronica, hanno registrato una riduzione statisticamente significativa dei giorni di cefalea rispetto ai placebo. Lo evidenziano i “topline results” rilasciat[...]

Stroke ischemico non cardioembolico, prasugrel meno efficace di clopridogrel

Il prasugrel, inibitore dell'aggregazione piastrinica, ha fallito nel mostrare la non inferiorità verso il clopidogrel nel ridurre gli eventi vascolari tra i pazienti con ictus ischemico non cardioembolico.