Neurologia

VIDEO

Huntington giovanile, per conoscere meglio la malattia un nuovo progetto del CNR


Malattia di Huntington: cos’è, come si presenta, quali sono le cause e le conseguenze


Prime speranze per trovare una cura della malattia di Huntington


Sclerosi multipla: cosa è, come funziona e come va somministrata la cladribina, nuovo farmaco orale


Sclerosi multipla, come la cladribina migliora la qualità di vita dei malati


Sclerosi multipla, la ricerca di Merck sulla cladribina e nuovi servizi per i pazienti


Un Manifesto contro la depressione perchè sia curata presto e meglio


Come si cura la depressione, farmaci di oggi e farmaci in arrivo


Depressione: come si presenta, chi colpisce e come riconoscerla in tempo


La giornata internazionale dell'epilessia 2019: obiettivi e attività


Epilessia, i bisogni dei pazienti al centro dell'indagine EPINEEDS


Forum Risk Management in Sanità, i temi dell’edizione 2018


Parkinson, cosa chiedono i pazienti


Modello di PDTA Parkinson, best practice della regione Piemonte


Ruolo dei PDTA all'interno dei distretti sanitari, focus sulla malattia di Parkinson


Nuovo sistema nazionale linee guida società scientifiche, cosa prevede?


Governance clinica adeguata per la gestione dei pazienti con Parkinson


PDTA Parkinson, gli sviluppi dal Forum Risk Management in Sanità 2018


Malattia di Parkinson, i risultati del laboratorio Forum sul PDTA


Piano nazionale cronicità, facciamo il punto sulla malattia di Parkinson


Qual è la strategia migliore per la cura della sclerosi multipla all'esordio? Dati del registro italiano


Premio Merck in neurologia: la tecnologia digitale al servizio del paziente con sclerosi multipla


ARTICOLI

Epilessia, nuove evidenze sui rischi del valproato in gravidanza

A seguito della recente pubblicazione dei risultati di un rapporto commissionato dal Ministero della salute francese su casi di bambini nati con difetti congeniti o che hanno sviluppato alterazioni del comportamento dopo esposizione a valproato in ut[...]

Glatiramer acetato tre volte a settimana contrasta efficacemente i “buchi neri” della sclerosi multipla

Apparsa sul Journal of Neuroimaging, un'analisi svolta in risonanza magnetica (RM) dello studio GALA – condotto con glatiramer acetato 40 mg (GA40) in pazienti affetti da sclerosi multipla recidivante-remittente (SMRR) - conferma che il farmaco ha fa[...]

Ictus da occlusione di grandi vasi: trombectomia endovascolare efficace per metanalisi di 5 trial

La trombectomia endovascolare apporta benefici alla maggior parte dei pazienti colpiti da ictus ischemico acuto causato da occlusione del circolo anteriore prossimale, indipendentemente dalle caratteristiche del paziente o dalla popolazione di appart[...]

Algoritmo sequenziale di interventi per gestire lo stato epilettico nelle nuove linee guida USA

Sono state pubblicate su Epilepsy Currents le nuove linee guida per il trattamento dello stato epilettico (SE) emanate dall'American Epilepsy Society (AES). La prima raccomandazione che viene data è che la terapia farmacologica iniziale dovrebbe basa[...]

600mila i malati di Alzheimer in Italia, il 18% vive da solo con la badante

Sono 600.000 i malati di Alzheimer in Italia e a causa dell'invecchiamento della popolazione sono destinati ad aumentare (l'Italia è il Paese più longevo d'Europa, con 13,4 milioni gli ultrasessantenni, pari al 22% della popolazione). L'Adi (Alzheime[...]

SM primariamente progressiva, benefici costanti con ocrelizumab nei sottogruppi di ORATORIO

Ocrelizumab è efficace in pazienti affetti da sclerosi multipla primariamente progressiva (SMPP) sia in presenza sia in assenza di lesioni gadolinio-captanti (Gd+) in T1 al basale. Lo ha dimostrato un'analisi per sottogruppi dello studio ORATORIO di [...]

Pioglitazone previene lo stroke nei pazienti non diabetici

Il rischio di un secondo ictus nei pazienti con storia di stroke o attacco ischemico transitorio (TIA) può essere ridotto a seguito del trattamento con pioglitazione, anche nei soggetti che non soffrono di diabete. E' quanto emerso da uno studio pres[...]

Nei pazienti epilettici la clearance del topiramato può essere influenzata in caso di politerapia

Nei pazienti trattati con farmaci antiepilettici (AED), la clearance di topiramato appare aumentata in caso di cosomministrazione di fenitoina (PHT), carbamazepina (CBZ), oxcarbazepina (OXC) e fenobarbital (PB). Lo rivelano i risultati di uno studio [...]

Avanza il fronte della sfingosina-1-fosfato contro la sclerosi multipla: la promessa di ozanimod

Ozanimod, modulatore dei recettori della sfingosina-1-fosfato (S1P), ha significativamente ridotto l'attività lesionale alla risonanza magnetica (RM) in pazienti affetti da sclerosi multipla recidivante remittente (SMRR) partecipanti allo studio RADI[...]

Non prima né dopo: nelle donne la più alta frequenza di emicrania si ha in fase perimenopausale

Il rischio di cefalee ad alta frequenza risulta aumentato nelle donne durante il periodo perimenopausale rispetto a quello premenopausale. Tale rischio appare aumentato anche in post-menopausa ma in modo non significativo, suggerendo che differenti m[...]

Contro l’emicrania episodica prosegue il blocco alla proteina correlata al gene della calcitonina

AMG 334, anticorpo monoclonale (MoAb) IgG2 interamente umano che lega potentemente e selettivamente il recettore CGRP, alla dose di 70 mg potrebbe essere una potenziale terapia per la prevenzione dell'emicrania nei pazienti con emicrania episodica. Q[...]

Per i pazienti con sclerosi multipla daclizumab HYP migliora la vita in termini fisici e psicologici

Da uno studio pubblicato online su Multiple Sclerosis and Related Disorders si evince che il trattamento con daclizumab a elevato rendimento (DAC HYP) 150 mg migliora la qualità della vita correlata alla salute (HRQoL) nei pazienti affetti da scleros[...]

Parkinson, meno discinesia fastidiosa con gel intestinale levodopa/carbidopa

L'ottimizzazione del rilascio di levodopa mediante l'impiego di gel intestinale di levodopa-carbidopa (LCIG) può ridurre il fenomeno della discinesia fastidiosa nella malattia di Parkinson (PD) in fase avanzata. È quanto emerge da uno studio apparso [...]

Ictus da occlusione della cerebrale media, maggiori successi con trombolisi pre-trombectomia

Nell’ictus ischemico acuto, la trombolisi intravenosa (IVT) e la lunghezza del trombo costituiscono fattori predittivi per il successo di una ricanalizzazione mediante trombectomia meccanica (MT) tramite stent-retriever in caso di occlusione dell’art[...]

Da un piccolo anticorpo una possibile cura contro i micro-trombi del cervello

Studio guidato dai ricercatori del Policlinico di Milano e della Statale per trovare una migliore terapia della Porpora Trombotica Trombocitopenica. Gli esperti puntano a rendere disponibile il farmaco in Europa entro 2017

Novartis e Microsoft insieme per combattere la sclerosi multipla

Novartis e Microsoft stanno lavorando per lo sviluppo di un dispositivo sensibile al movimento umano, denominato Assess MS, basato sulla tecnologia sensoriale del Kinect, che sembra essere in grado di valutare i progressi o i peggioramenti del movim[...]

È realtà il PDTA sulla sclerosi multipla della Regione Toscana

Presentato a Firenze il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per la sclerosi multipla della Regione Toscana, elaborato da un gruppo di lavoro multidisciplinare che ha visto coinvolti i maggiori esperti toscani della malattia e rappre[...]

Verificata la sicurezza di levetiracetam nei bambini con epilessia di età compresa tra 1 e 11 mesi

Levetiracetam risulta ben tollerato ed efficace per il trattamento di bambini con epilessia di età inferiore a 12 mesi. Lo dimostrano i risultati di uno studio prospettico osservazionale multicentrico, pubblicati online sull'European journal of Paedi[...]

Sospensione della terapia con natalizumab nella sclerosi multipla: meno recidive se graduale

L’interruzione della terapia della sclerosi multipla (SM) con natalizumab risulta associata con lo sviluppo di nuova attività di malattia. Un protocollo di riduzione graduale (“tapered”) messo a punto negli Stati Uniti, ha dimostrato benefici, verifi[...]

Dalla fenitoina un freno alla neurite ottica acuta: preludio al trattamento della sclerosi multipla?

I risultati di un trial di fase 2 – pubblicati online su Lancet Neurology - supportano il concetto di neuroprotezione tramite l’uso di fenitoina per bloccare in modo selettivo i canali del sodio voltaggio-dipendenti in pazienti con neurite ottica acu[...]