Neurologia

VIDEO

Forum Risk Management in Sanità, i temi dell’edizione 2018


Parkinson, cosa chiedono i pazienti


Modello di PDTA Parkinson, best practice della regione Piemonte


Ruolo dei PDTA all'interno dei distretti sanitari, focus sulla malattia di Parkinson


Nuovo sistema nazionale linee guida società scientifiche, cosa prevede?


Governance clinica adeguata per la gestione dei pazienti con Parkinson


PDTA Parkinson, gli sviluppi dal Forum Risk Management in Sanità 2018


Malattia di Parkinson, i risultati del laboratorio Forum sul PDTA


Piano nazionale cronicità, facciamo il punto sulla malattia di Parkinson


Qual è la strategia migliore per la cura della sclerosi multipla all'esordio? Dati del registro italiano


Premio Merck in neurologia: la tecnologia digitale al servizio del paziente con sclerosi multipla


Cos'è la narcolessia, come si manifesta, che problemi causa ai pazienti


Come si fa la diagnosi di Alzheimer: dai sintomi agli esami di diagnostica per immagini


Sclerosi multipla: perché usare prima i farmaci più efficaci. L' esempio di alemtuzumab


Parkinson, cosa dice la letteratura scientifica sul farmaco opicapone


Parkinson, esperienza nella vita reale con opicapone


Parkinson, quali sono le ultime scoperte sulle cause della malattia?


Sclerosi multipla primariamente progressiva: cosa sappiamo su efficacia e sicurezza di ocrelizumab


Quali sono i primi sintomi della malattia di Parkinson?


Malattia di Parkinson perchè va trattata il più precocemente possibile


Crisi psicogene: cosa sono e in cosa differiscono da quelle epilettiche


Sclerosi multipla: cosa sappiamo sul trapianto di staminali


ARTICOLI

Crisi a esordio parziale, per retigabina ottimale la titolazione lenta

Su Epilepsy Research uno studio di sicurezza e tollerabilità riguardante tre differenti regimi di titolazione di retigabina, molecola impiegata nei pazienti con crisi a esordio parziale, è giunto alla conclusione che la titolazione lenta risulti quel[...]

SM recidivante, teriflunomide 14 mg alternativa a IFN-beta-1a

Secondo uno studio apparso sul Multiple Sclerosis Journal, nel trattamento di pazienti con sclerosi multipla recidivante (RRSM) gli effetti sul tempo al fallimento (time to failure) di teriflunomide e interferone-beta-1a (IFN-beta-1a) sono paragonabi[...]

Ridotto rischio di emorragia intracranica con tutti i nuovi anticoagulanti orali

Secondo una revisione sistematica con meta-analisi apparsa su JAMA Neurology, i nuovi anticoagulanti orali (NOACs) sono uniformemente associati a un rischio complessivamente ridotto di emorragia intracranica (ICH) quando impiegati per la prevenzione [...]

Scoperto come le proteine tossiche dell'Alzheimer danneggiano i neuroni

Scoperto da ricercatori italiani dell'Università Cattolica del Sacro Cuore – Facoltà di Medicina e Chirurgia “A. Gemelli” di Roma il meccanismo con cui le proteine tossiche, che si accumulano nel cervello dei malati di Alzheimer fanno danni dall'inte[...]

SM, atrofia corticale fermata dal trattamento con testosterone

Il trattamento con 100 mg di testosterone si associa a un recupero dell'atrofia corticale nei pazienti affetti da sclerosi multipla (SM). È l'esito di un piccolo studio pilota presentato a San Diego (USA), durante il meeting annuale della Society for[...]

Effetto a lungo termine del trattamento endovena con immunoglobine o metilprednisolone nella polineuropatia cronica infiammatoria demielinizzante

La polineuropatia cronica infiammatori demielinizzante, comunemente abbreviata come CIDP, è una malattia cronica autoimmune del sistema nervoso periferico che in oltre il 50% dei paziente porta, nel corso della malattia, ad una discreta disabilità co[...]

Nuove modalità di neurostimolazione nella Malattia di Parkinson

Un gruppo di ricerca dell'Università degli Studi di Milano, della Fondazione IRCCS Ca' Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano e della Newronika s.r.l. (una società spin-off delle due predette Istituzioni) sta lavorando da circa dieci anni all[...]

Inibitore dell’istone deacetilasi nella malattia Friedreich

Il Centro per la Cura delle Atassie della S.C.D.U. Neurologia 1 presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria (AOU) San Luigi Gonzaga di Orbassano (Università degli Studi di Torino, Scuola di Medicina) ha completato uno studio di Fase I, nel quale, per [...]

Psicosi nel Parkinson, pimavanserina supera la fase 3

Secondo uno studio angloamericano apparso su Lancet, pimavanserina, agonista inverso selettivo dei recettori serotoninergici 5HT2A, può portare benefici ai pazienti affetti da psicosi nella malattia di Parkinson per i quali esistono poche altre opzio[...]

SM, dalfampridina migliora la resistenza al cammino per 1 anno

Secondo uno studio apparso sul Multiple Sclerosis Journal, nel trattamento dei pazienti con sclerosi multipla (SM), la somministrazione di dalfampridina a rilascio prolungato (dalfampridina-ER) si associa a un miglioramento a breve termine della velo[...]

Narcolessia, pitolisant ha pari efficacia ma è più sicuro di modafinil

Pitolisant, agonista inverso dei recettori H3 dell'istamina, potrebbe rappresentare una nuova opzione per il trattamento della narcolessia. Lo si ricava dai risultati di uno studio pubblicato su Lancet Neurology, in cui questo farmaco (fino a un dosa[...]

Fatica da farmaci antiepilettici, tutto dipende dal meccanismo d'azione

Gli antiepilettici, tradizionali o innovativi, possono indurre fatica come effetto collaterale. Le variabili in gioco sono molteplici, ma in linea generale sembra che i farmaci che agiscono sul sistema inibitorio GABAergico determinino una più elevat[...]

Epilessia refrattaria nei bambini, bastano minimi ritocchi a dieta chetogenica e uso dei farmaci

Un paziente epilettico su 5, che inizialmente non ha risposto alla dieta a elevato contenuto in grassi e basso tenore in carboidrati abitualmente prescritta, ha visto dimezzata la comparsa di crisi dopo pochi aggiustamenti riguardanti i farmaci e il [...]

Un ricordo del Congresso nazionale 2013 della Società Italiana di Neurologia

Si è appena conclusa la 44a edizione del Congresso Nazionale della Società Italiana di Neurologia - SIN in corso a Milano, che ha visto riuniti 2000 neurologi da tutta Italia per un'importante occasione di aggiornamento scientifico e confronto sulle[...]

Eritropoietina inefficace nella SLA: studio italiano EPOS

In un articolo divulgativo, Giuseppe Lauria del Besta di Milano, riassume i dati, purtroppo non positivi dello studio italiano che ha valutato l'uso di eritropoietina per la terapia della Sclerosi Laterale Amiotrofica.

Valproato di sodio nel trattamento della cefalea cronica da uso eccesivo di farmaci sintomatici: studio italiano

In un articolo divulgativo il Dott. Stefano Caproni parla di uno studio italiano finanziato da Aifa per valutare l'efficia di valproato di sodio nelle forme croniche con abuso di farmaci per l’attacco. Questo studio è il primo in letteratura in fase [...]

Eventi ischemici ricorrenti in giovani adulti con ictus ischemico: il progetto italiano sull’ictus nei giovani adulti

In un articolo divulgativo il prof. Pezzini parla dei risultai dello studio condotto da IPSYS (Italian Project on Stroke in Young adultS) attraverso il reclutamento di una ampia serie di pazienti colpiti da ictus ischemico in età compresa tra i 18 e [...]

Correlati funzionali dei deficit della memoria di lavoro nei pazienti affetti da SM: dati di uno studio multicentrico

In un articolo divulgativo il Prof. Massimo Filippi parla di uno studio multicentrico, condotto nell’ambito del network europeo MAGNIMS (MAGNetic resonance Imaging in Multiple Sclerosis), il cui obiettivo è stato quello di studiare i correlati funzio[...]

Nuove terapie per le distrofie muscolari

In un articolo divulgativo il prof. Nereo Bresolin, Professore di Neurologia, Università degli Studi di Milano. Direttore Centro Dino Ferrari, traccia una panoramica sui più recenti trial che il suo centro sta conducendo per la cura delle distrofie m[...]

Il trapianto autologo di cellule staminali ematopoietiche in forme severe di Sclerosi Multipla recidivante remittente

In un articolo divulgativo, il prof. Gianluigi Mancardi, Professore Ordinario di Neurologia e Direttore Dipartimento di Neuroscienze presso l'Università di Genova, ripercorre le ricerche cliniche iniziate a partire dal 1995, alla luce dei risultati [...]