Neurologia

VIDEO

Forum Risk Management in Sanità, i temi dell’edizione 2018


Parkinson, cosa chiedono i pazienti


Modello di PDTA Parkinson, best practice della regione Piemonte


Ruolo dei PDTA all'interno dei distretti sanitari, focus sulla malattia di Parkinson


Nuovo sistema nazionale linee guida società scientifiche, cosa prevede?


Governance clinica adeguata per la gestione dei pazienti con Parkinson


PDTA Parkinson, gli sviluppi dal Forum Risk Management in Sanità 2018


Malattia di Parkinson, i risultati del laboratorio Forum sul PDTA


Piano nazionale cronicità, facciamo il punto sulla malattia di Parkinson


Qual è la strategia migliore per la cura della sclerosi multipla all'esordio? Dati del registro italiano


Premio Merck in neurologia: la tecnologia digitale al servizio del paziente con sclerosi multipla


Cos'è la narcolessia, come si manifesta, che problemi causa ai pazienti


Come si fa la diagnosi di Alzheimer: dai sintomi agli esami di diagnostica per immagini


Sclerosi multipla: perché usare prima i farmaci più efficaci. L' esempio di alemtuzumab


Parkinson, cosa dice la letteratura scientifica sul farmaco opicapone


Parkinson, esperienza nella vita reale con opicapone


Parkinson, quali sono le ultime scoperte sulle cause della malattia?


Sclerosi multipla primariamente progressiva: cosa sappiamo su efficacia e sicurezza di ocrelizumab


Quali sono i primi sintomi della malattia di Parkinson?


Malattia di Parkinson perchè va trattata il più precocemente possibile


Crisi psicogene: cosa sono e in cosa differiscono da quelle epilettiche


Sclerosi multipla: cosa sappiamo sul trapianto di staminali


ARTICOLI

Aldo Quattrone nuovo presidente della Società Italiana di Neurologia

Aldo Quattrone, Professore Ordinario di Neurologia e Rettore dell'Università Magna Grecia di Catanzaro, è il nuovo Presidente della Società Italiana di Neurologia. La proclamazione è avvenuta in occasione del 44° Congresso Nazionale della Società Ita[...]

Difficoltà di deambulazione nella SM, conferme per fampridina

Presentati al Congresso della SIN - Società Italiana di Neurologia (Milano, 2 - 5 novembre 2013) i risultati preliminari dello studio ENABLE che ha valutato gli effetti del trattamento a lungo termine con fampridina a rilascio prolungato sulla mobili[...]

Creutzfeldt-Jakob, quinacrina non migliora la sopravvivenza a 2 mesi

Uno studio apparso su Neurology fornisce l’evidenza di classe I che, nei pazienti affetti da malattia di Creutzfeldt-Jakob sporadica (sCJD), quinacrina rispetto al placebo non migliora la sopravvivenza a 2 mesi quando è somministrata per via orale al[...]

SM, promettenti markers predittivi di sviluppo di anticorpi anti-IFN-a

Nei pazienti affetti da sclerosi multipla (SM), il livello degli anticorpi leganti (BAbs) costituisce un indice predittivo affidabile dello sviluppo successivo di anticorpi neutralizzanti (NAbs) contro l’interferone beta (IFN-b). Inoltre la chemochin[...]

Emorragie traumatiche cerebrali in scoagulati, inutili trasfusioni piastriniche

I pazienti con una lesione traumatica cerebrale potrebbero non trarre beneficio da trasfusioni di piastrine mirate a controbilanciare la terapia antipiastrinica in atto. Lo dimostra uno studio presentato al Congress of Neurological Surgeons (CNS) 201[...]

Diagnosi delle demenze, dall'FDA ok a F-18-flutemetamolo

La FDA (Food and Drug Administration) ha approvato l'(F-18)-flutemetamolo, radiotracciante diagnostico per via endovenosa da utilizzare con tomografia a emissione di positroni (PET) cerebrale nei soggetti adulti per la valutazione della malattia di A[...]

Neurofibromatosi di tipo 1, funzioni cognitive o disturbi comportamentali non migliorati dopo 1 anno di simvastatina

Un trattamento per 12 mesi con simvastatina non ha determinato miglioramenti nei deficit cognitivi o nei problemi del comportamento in bambini affetti da neurofibromatosi di tipo 1. Secondo una ricerca pubblicata su Lancet Neurology non è quindi racc[...]

Una cura per la sclerosi multipla dalle cellule della pelle, studio del San Raffaele

In uno studio pubblicato oggi sulla prestigiosa rivista Nature Communications i ricercatori dellIstituto di Neurologia sperimentale (INSpe) dell'IRCCS Ospedale San Raffaele dimostrano la capacità delle cellule della pelle di essere trasformate in cel[...]

Pazienti SM liberi da attività di malattia per 1 anno con daclizumab HYP

Uno studio apparso su Multiple sclerosis ha rivelato che, a un anno dalla sua applicazione, Daclizumab HYP (DAC HYP) ha determinato – rispetto al placebo - un significativo incremento nella quota di pazienti con sclerosi multipla (SM) recidivante-rem[...]

Ictus ischemico, rt-PA più eptifibatide promossi alla fase 3

In pazienti colpiti da ictus ischemico acuto, la trombolisi effettuata mediante una combinazione di attivatore tissutale del plasminogeno ricombinante (rt-PA) ed eptifibatide a dosaggi più elevati rispetto a quelli già sperimentati si è dimostrata si[...]

ECTRIMS: proseguono gli studi sulla cladribina

Al recente ECTRIMS di Copenhagen si è tornato a parlare di cladribina (CdA) per il trattamento della sclerosi multipla (SM). Un originale lavoro italiano, per esempio, ha suggerito che questo farmaco sia in grado, al pari dell'interferone beta-1a (IF[...]

SLA, anche dexpramipexolo non supera l’esame di fase 3

Secondo i risultati dello studio di fase 3 EMPOWER, pubblicati su Lancet Neurology, dexpramipexolo, somministrato a pazienti affetti da sclerosi laterale amiotrofica (SLA), non differisce dal placebo nei vari endpoints di efficacia.

Dal neuroimaging la conferma di efficacia delle terapie anti-SM

Grazie alle tecniche di neuroimaging, e in particolare alla risonanza magnetica (RM), è possibile non solo effettuare lo studio delle funzioni e delle malattie cerebrali, ma si può verificare in via sperimentale o monitorare in fase clinica l'efficac[...]

Parkinson, formulazione combinata di L-dopa a rilascio rapido e prolungato

Si chiama IPX066 ed è una formulazione a rilascio prolungato di carbidopa/levodopa sviluppata per raggiungere rapidamente e in modo stabile concentrazioni plasmatiche a durata protratta. Secondo uno studio apparso su Parkinsonism and Related Disorder[...]

Neuroprotezione con riluzolo in SM precoce, esito negativo

Riluzolo, farmaco utilizzato nel trattamento di pazienti affetti da sclerosi laterale amiotrofica, sembra possedere limitati benefici di neuroprotezione, non risultando in grado di prevenire la perdita di materia cerebrale nei pazienti affetti da scl[...]

Studi convergenti sul ruolo protettivo della vit.D dalla SM

Tra i pazienti con sclerosi multipla (SM) trattati con Interferone beta-1b (Ifn-beta-1b), bassi livelli di 25-idrossi-vitamina D [25(OH)D] nelle prime fasi del decorso della malattia rappresentano un forte fattore di rischio per l'attività e la gravi[...]

CCSVI e sclerosi multipla, ipotesi bocciata anche dal Canada

L'insufficienza venosa cerebrospinale cronica (CCSVI) è presente raramente, tanto nei pazienti affetti da sclerosi multipla (SM) quanto nei soggetti sani; un restringimento venoso extracranico superiore al 50% è un reperto frequente nei pazienti con [...]

Sclerosi multipla, per dimetilfumarato sicurezza confermata per oltre 6 anni

Il dimetilfumarato offre una buona efficacia associata a un favorevole profilo di sicurezza in un ampio range di pazienti affetti da sclerosi multipla recidivante-remittente (SMRR), ivi compresi i pazienti di nuova diagnosi. Questi dati sono stati pr[...]

Glatiramer acetato, esperienza ventennale ma la ricerca continua

Tra i concetti-chiave emersi al 29° Congresso dell'ECTRIMS (European Committee for Research and Treatment in Multiple Sclerosis) vi è la rivalutazione – nell'ambito del sempre più vasto armamentario terapeutico disponibile contro la sclerosi multipla[...]

Sclerosi: bene test staminali per prima paziente italiana

A un anno dall'avvio della sperimentazione, è al momento positivo l'esito per la paziente italiana 'numero uno' che per prima è stata trattata con cellule staminali mesenchimali adulte contro la sclerosi multipla (SM), nell'ambito del progetto intern[...]