Neurologia

VIDEO

Sclerosi multipla: a Verona test innovativo consente di personalizzare le cure fin dalla diagnosi


Sclerosi multipla, a Verona nuovo test identifica molecole "maligne" per cure più mirate


Sclerosi multipla: dalla diagnosi alla personalizzazione della terapia


A fianco del coraggio, premio letterario per uomini che sostengono donne con sclerosi multipla


Sclerosi multipla: nuova possibilità di cura con cladribina, farmaco per la terapia di induzione


Fatica cronica in corso di sclerosi multipla: nuove possibilità di cura con acido alfa lipoico


In arrivo una nuova classe di farmaci contro l'emicrania cronica


Malattie neurologiche rare: finalmente ci sono delle risposte


Società Italiana di Neurologia: un bilancio di due anni di presidenza


La cura dell'ictus in Italia: attività dell'Osservatorio Ictus


Società italiana di Neurologia: uno sguardo al futuro


Sclerosi multipla: attività infermieristiche per la gestione del daclizumab


Malattia di Parkinson: nuove possibilità di cura con opicapone


Atrofia muscolare spinale: caratteristiche cliniche, diagnosi, novità terapeutiche


Atrofia muscolare spinale: meccanismo d'azione, efficacia e sicurezza di nusinersen


Sclerosi multipla: due approcci terapeutici a confronto: terapia scalare e terapia di induzione


Sclerosi multipla, come agisce la cladribina e quando potrebbe servire?


Il paziente deve essere al centro della cura della sclerosi multipla


Sclerosi multipla, Premio Merck a due progetti per la qualità di vita dei malati


Nuove sfide LICE, la parola al presidente Oriano Mecarelli


Fase post critica in epilessia, cosa sappiamo


Epilessia, come vengono gestite le crisi al pronto soccorso


ARTICOLI

Nessun timore per le funzioni cognitive quando si assumono statine

L’abbassamento della pressione sanguigna nei pazienti anziani non migliora le loro funzioni cognitive ma la terapia con le statine non peggiora queste capacità. Si tratta dei risultati preliminari di una parte dello studio “Heart Outcomes Prevention [...]

Abiti in zone molto trafficate? Attenzione al rischio demenza

Quanto più vicino si vive ad una strada principale tanto più alto sarà il rischio di demenza. È quanto sostengono gli autori di un ampio studio di corte pubblicato di recente su Lancet che però non hanno trovato alcuna associazione tra vicinanza al t[...]

Levetiracetam, oggi il post-emorragia intracerebrale con attacchi epilettici i medici lo curano così

Negli ultimi tempi i medici prediligono somministrare il levetiracetam piuttosto che la fenitoina per curare i pazienti dopo un’emorragia intracerebrale (Ich); pur avendo una conoscenza limitata su questo farmaco antiepilettico i medici lo scelgono p[...]

Narcolessia, studio su Lancet Neurology dimostra efficacia del pitolisant sulla cataplessia

Lancet Neurology ha pubblicato uno studio controllato di Fase III nel quale si dimostra che il pitolisant ha ridotto in maniera statisticamente significativa la frequenza degli attacchi di cataplessia in pazienti affetti da narcolessia con cataplessi[...]

Cefalee primarie negli adolescenti, primo studio multicentrico italiano su uso e autopercezione di efficacia e tollerabilità dei trattamenti

Negli adolescenti gli antinfiammatori non steroidei (FANS) andrebbero preferiti al paracetamolo per gli attacchi acuti di emicrania o la cefalee di tipo tensivo, perché più efficaci o tollerati. I triptani dovrebbero essere usati soprattutto come pri[...]

Dal Pitié-Salpêtrière nuova conferma: rituximab efficace nella miastenia gravis refrattaria

Pubblicato online su “Neuromuscolar Disorders”, uno studio retrospettivo monocentrico condotto nella capitale francese con rituximab (RTX) su pazienti affetti da miastenia gravis (MG) resistente agli altri agenti immunosoppressori, dimostra in base a[...]

SM, rapporto tra alte dosi di natalizumab e rischio di PML: tesi respinta per insufficienza di prove

I risultati di uno studio olandese pubblicato online sul “Multiple Sclerosis Journal” contraddicono l'ipotesi secondo la quale, nei pazienti con sclerosi multipla recidivante-remittente (SMRR), l'esposizione a lungo termine ad alte concentrazioni di [...]

Scoperta possibile associazione tra lesione cerebrale ed epilessia post stroke

Un team di ricercatori dell’Istituto di Neurologia dello University College di Londra potrebbe aver identificato una lesione cerebrale patologica nei pazienti con epilessia post stroke (PSE). Lo studio dimostra, inoltre, che le dimensioni della lesio[...]

Nuovo biomarker predice progressione da sindrome clinicamente isolate a sclerosi multipla

I livelli di CD27 solubile nel fluido cerebrospinale (CSF) possono predire la progressione dalla sindrome clinicamente isolate (CIS) alla sclerosi multipla. E' quanto emerso da uno studio tedesco pubblicato su Jama Neurology.

Ictus ischemico da occlusione di un grande vaso: è sufficiente la sola trombectomia meccanica

Il trattamento di pazienti colpiti da ictus ischemico acuto (AIS) dovuto a occlusione di un grande vaso mediante trombolisi endovenosa (IVT) prima della trombectomia meccanica (MT) non sembra fornire un beneficio clinico rispetto all'impiego della so[...]

Parkinson, conferme per opicapone: la riduzione del tempo “off” rimane a un follow-up esteso

Ulteriori conferme per opicapone nel trattamento della malattia di Parkinson (PD) giungono da un nuovo studio di fase 3 con un estensione in aperto, pubblicato online su “JAMA Neurology”. L'add-on del farmaco alla terapia con levodopa in pazienti con[...]

Dall'Università di Verona un test affidabile al 100% per la diagnosi della malattia di Creutzfeldt-Jacob

Un nuovo algoritmo per la diagnosi della malattia di Creutzfeldt-Jakob (CJD) – basato sulla combinazione di test su campioni di liquido cefalorachidiano (CSF) e tampone nasale – ha specificità e sensibilità "virtualmente del 100%" e dovrebbe portare [...]

Sclerosi multipla: sul New England Journal of Medicine i risultati positivi degli studi di fase III con ocrelizumab

Pubblicati recentemente sul New England Journal of Medicine i dati relativi ai tre studi di fase III condotti con il farmaco sperimentale ocrelizumab. Si tratta degli studi OPERA I e OPERA II condotti in pazienti con sclerosi multipla recidivante (SM[...]

Dopo la psicosi nel Parkinson, pimavanserina riduce allucinazioni e deliri nell'Alzheimer

Nuovi risultati di un trial di fase 2 con il farmaco antipsicotico pimavanserina in pazienti affetti da psicosi associata a malattia di Alzheimer (AD), hanno dimostrato una riduzione statisticamente significativa delle psicosi tra quelli trattati con[...]

Atrofia muscolare spinale: al via in Italia un nuovo programma di studio di fase II

E' stato avviato in Italia un programma di studio di fase II sull'atrofia muscolare spinale che valuterà la sicurezza, la tollerabilità e l'efficacia di RG7916, una nuova molecola amministrata per via orale, in pazienti giovani e adulti affetti da SM[...]

Parkinson, nuovo test biochimico diagnostico basato sull'amplificazione dell'alfa-sinucleina liquorale

Un gruppo di ricercatori ha messo a punto un test biochimico per la diagnosi della malattia di Parkinson (PD) utilizzando una tecnologia che rileva gli oligomeri malripiegati (misfolded) di alfa-sinucleina (alfaSyn) nel liquido cerebrospinale (CSF). [...]

Profilassi ictale in pazienti AF: con i NOAC meno emorragie intracraniche rispetto al warfarin. Conferma real world dai registri danesi

I nuovi anticoagulanti orali non-antagonisti della vitamina K (NOACs) sono ampiamente usati come profilassi dell'ictus nella fibrillazione atriale non valvolare (AF) ma i dati comparativi sono scarsi. Uno studio danese, basato su registri a livello n[...]

Sclerosi multipla progressiva: studio italiano apre nuove prospettive

La sclerosi multipla è una malattia autoimmunitaria del sistema nervoso centrale, caratterizzata da un insieme di degenerazione e infiammazione. Tuttavia, è ancora poco chiaro il rapporto tra queste due condizioni nelle differenti fasi della malattia[...]

Parkinson, durata delle degenze d‘urgenza legata più alle comorbilità che alla tempistica della terapia dopaminergica

Una somministrazione ritardata di farmaci dopaminergici non è associata a una durata prolungata della degenza dei pazienti con malattia di Parkinson (PD) che sono stati ricoverati in ospedale in situazione di emergenza. È l'inatteso esito di uno stud[...]

Lacosamide candidata come monoterapia di prima linea in pazienti adulti con epilessia di nuova diagnosi

Secondo uno studio pubblicato online su “Lancet Neurology”, il trattamento con lacosamide ha soddisfatto i criteri predefiniti di non inferiorità se posta a confronto con carbamazepina a rilascio controllato (carbamazepina-CR). Pertanto, secondo gli [...]