Neurologia

VIDEO

Sclerosi multipla: a Verona test innovativo consente di personalizzare le cure fin dalla diagnosi


Sclerosi multipla, a Verona nuovo test identifica molecole "maligne" per cure più mirate


Sclerosi multipla: dalla diagnosi alla personalizzazione della terapia


A fianco del coraggio, premio letterario per uomini che sostengono donne con sclerosi multipla


Sclerosi multipla: nuova possibilità di cura con cladribina, farmaco per la terapia di induzione


Fatica cronica in corso di sclerosi multipla: nuove possibilità di cura con acido alfa lipoico


In arrivo una nuova classe di farmaci contro l'emicrania cronica


Malattie neurologiche rare: finalmente ci sono delle risposte


Società Italiana di Neurologia: un bilancio di due anni di presidenza


La cura dell'ictus in Italia: attività dell'Osservatorio Ictus


Società italiana di Neurologia: uno sguardo al futuro


Sclerosi multipla: attività infermieristiche per la gestione del daclizumab


Malattia di Parkinson: nuove possibilità di cura con opicapone


Atrofia muscolare spinale: caratteristiche cliniche, diagnosi, novità terapeutiche


Atrofia muscolare spinale: meccanismo d'azione, efficacia e sicurezza di nusinersen


Sclerosi multipla: due approcci terapeutici a confronto: terapia scalare e terapia di induzione


Sclerosi multipla, come agisce la cladribina e quando potrebbe servire?


Il paziente deve essere al centro della cura della sclerosi multipla


Sclerosi multipla, Premio Merck a due progetti per la qualità di vita dei malati


Nuove sfide LICE, la parola al presidente Oriano Mecarelli


Fase post critica in epilessia, cosa sappiamo


Epilessia, come vengono gestite le crisi al pronto soccorso


ARTICOLI

Disturbo dello spettro della neuromielite ottica, micofenolato mofetile in prima linea con qualsiasi stato sierologico

Secondo uno studio pubblicato online sul “Multiple Sclerosis Journal”, micofenolato mofetile (MMF) ha dimostrato efficacia e buona tollerabilità come terapia di prima linea nel disturbo dello spettro della neuromielite ottica (NMOSD), indipendentemen[...]

“Non-Motor Symptoms Scale”, per la prima volta tradotta e validata per pazienti italiani con malattia di Parkinson

Un team di neurologi operanti in importanti centri nazionali per il trattamento di pazienti con malattia di Parkinson (PD) ha convalidato la versione adattata italiana della Non-Motor Symptoms Scale (NMSS), uno strumento per valutare i sintomi non mo[...]

Miastenia Gravis refrattaria, efficacia duratura di rituximab comprovata su “JAMA Neurology”

Secondo uno studio pubblicato di recente on-line su “JAMA Neurology”, la terapia con rituximab sembra essere un'opzione efficace in pazienti con Miastenia Gravis (MG) refrattaria positiva agli autoanticorpi all'acetilcolina (AChR+ MG). In questi sogg[...]

Prevenzione primaria dell'ictus, efficace l'integrazione di acido folico in adulti ipertesi con ipercolesterolemia totale

La presenza di elevati di elevati livelli di colesterolo totale possono modificare i benefici della terapia con acido folico in pazienti colpiti da un primo ictus. Inoltre la supplementazione di acido folico riduce il rischio di primo ictus associato[...]

Roche fiduciosa nei propri farmaci sperimentali per l'Alzheimer, nonostante il flop di Lilly

Roche sostiene che crenezumab e gantenerumab, i propri farmaci in sviluppo la malattia di Alzheimer che hanno come bersaglio la beta-amiloide, hanno ancora un potenziale, nonostante il recente fallimento dello studio con solanezumab, il farmaco di E[...]

Profilassi dell'epilessia post-emorragia intracerebrale, linee guida AHA riviste ma clinici resistenti all'adesione

I risultati di uno studio osservazionale, pubblicato on-line su “Neurology”, fotografano i cambiamenti in una grande area metropolitana negli USA nella prescrizione di farmaci per la prevenzione di crisi comiziali in pazienti colpiti in precedenza da[...]

Agenti anti-tau come freno all'Alzheimer, cambio di strategia: dall'add-on si passa alla monoterapia

La strategia degli inibitori dell'aggregazione di proteine tau continua a dimostrarsi promettente nei pazienti con malattia di Alzheimer (AD) lieve o moderata. Lo dimostrano i risultati di uno studio di fase III, condotti con leuco-metiltioninio bis [...]

Sclerosi multipla, i risultati obiettivi ottenuti con daclizumab visti dalla prospettiva del paziente

Pubblicati on-line su “Multiple Sclerosis and Related Disorders”, i risultati di un'analisi post-hoc dello studio DECIDE (basato sul confronto tra Daclizumab e Interferone beta-1a (IFN beta-1a) per via intramuscolare in soggetti con sclerosi multipla[...]

Studio EXPEDITION3, solanezumab non funziona, un altro fallimento nell'Alzheimer

Un'altra delusione per tutti coloro - medici, pazienti, caregiver- che si interessano di Alzheimer. Nell'attesissimo studio EXPEDITION3, l'anticorpo monoclonale solanezumab diretto contro la placca amiloide della quale ne riduce la formazione, non [...]

Epilessia, Ema approva perampanel per le crisi tonico-cloniche generalizzate primarie

Il farmaco perampanel ha ottenuto l'approvazione Ema in una nuova indicazione, al momento non ancora rimborsata dal SSN: trattamento aggiuntivo di crisi tonico-cloniche generalizzate primarie (Primary Generalized Tonic Clonic Seizure, PGTCS), in pazi[...]

Trapianto autologo di cellule staminali ematopoietiche nella miastenia grave, un case report dalla Svezia

«Noi crediamo che il trapianto autologo di cellule staminali ematopoietiche (AHSCT) possa essere un'opzione terapeutica efficace per casi accuratamente selezionati di severa miastenia grave (MG) refrattaria al trattamento». È la conclusione di un cas[...]

Sclerosi multipla: dimetilfumarato, fingolimod e teriflunomide a confronto in termini di NNT

Una recente analisi, pubblicata su “Multiple Sclerosis and Related Disorders” pone a confronto tre terapie orali modificanti la malattia (DMTs) impiegate per il trattamento della sclerosi multipla (SM) recidivante remittente (RRSM) – ossia dimetilfum[...]

Epilessia nella donna, concentrazioni sieriche di lamotrigina ridotte dall'ormonoterapia sostitutiva

La terapia ormonale sostitutiva (HRT) con estrogeni può ridurre le concentrazioni sieriche di lamotrigina (LTG), farmaco antiepilettico. È quanto si evince da uno studio - condotto da un farmacologo clinico norvegese - i cui risultati sono stati pubb[...]

Alzheimer, studio italiano conferma utilità diagnostica di PET per l'amiloide

La PET per l'amiloide consente di valutare la quantità di proteina beta amiloide cerebrale. Tuttavia si tratta di un esame relativamente nuovo e, di conseguenza, ancora poco diffuso nella pratica clinica. Pertanto, attualmente, è difficile dire se e [...]

Sclerosi multipla, con cladribina nuove opzioni di cura con la doppia inibizione di linfociti T e B

Vecchi e nuovi target farmacologici per i farmaci contro la sclerosi multipla sono stati al centro di un interessante simposio svoltosi a Venezia durante il 47° congresso della Società Italiana di Neurologia conclusosi da poco a Venezia. Il Simposio,[...]

Allarme dei pediatri sull'epilessia piridossino-dipendente, i bambini vanno identificati e trattati subito

Dal 72^ congresso SIP (società italiana di pediatria) e SINP (società italiana neurologia pediatrica) arriva il monito ad indagare su crisi convulsive nei primi mesi di vita perché potrebbero indicare una malattia genetica sottostimata, dovuta a defi[...]

Emicrania cronica, positivi i dati di fase III di erenumab

Amgen e Novartis hanno reso noti i dati top line di uno studio di fase III del farmaco erenumab (AMG 334) che stanno sviluppando congiuntamente. In questo studio, i pazienti hanno sperimentato 3 giorni di emicrania cronica rispetto agli 8 giorni regi[...]

L’obesità aumenta il declino cognitivo attraverso l’infiammazione

Essere soggetti obesi e in sovrappeso aumenta significativamente il rischio di declino cognitivo; negli anziani questa associazione indiretta sembra avvenire mediante la via infiammatoria. Lo suggerisce una recente analisi di dati longitudinali pubbl[...]

Fatica cognitiva nella sclerosi multipla, segnali preliminari di riduzione con fampridina a lento rilascio

I risultati di un piccolo studio pilota, pubblicato on-line su “Multiple Sclerosis and Related Disorders”, pur non indicando che il trattamento con Fampridina in formulazione a lento rilascio (Fampridina-SR) risulti in un miglioramento statisticament[...]

Vitamina D e sclerosi multipla nei bambini, score genetico preannuncia le ricadute

Uno score di rischio genetico di identificazione del rischio di bassi livelli di vitamina D potrebbe aiutare a predire il rischio di recidive nei pazienti pediatrici affetti da sclerosi multipla. È quanto è emerso in occasione del meeting annuale del[...]