Neurologia

VIDEO

Sclerosi multipla: a Verona test innovativo consente di personalizzare le cure fin dalla diagnosi


Sclerosi multipla, a Verona nuovo test identifica molecole "maligne" per cure più mirate


Sclerosi multipla: dalla diagnosi alla personalizzazione della terapia


A fianco del coraggio, premio letterario per uomini che sostengono donne con sclerosi multipla


Sclerosi multipla: nuova possibilità di cura con cladribina, farmaco per la terapia di induzione


Fatica cronica in corso di sclerosi multipla: nuove possibilità di cura con acido alfa lipoico


In arrivo una nuova classe di farmaci contro l'emicrania cronica


Malattie neurologiche rare: finalmente ci sono delle risposte


Società Italiana di Neurologia: un bilancio di due anni di presidenza


La cura dell'ictus in Italia: attività dell'Osservatorio Ictus


Società italiana di Neurologia: uno sguardo al futuro


Sclerosi multipla: attività infermieristiche per la gestione del daclizumab


Malattia di Parkinson: nuove possibilità di cura con opicapone


Atrofia muscolare spinale: caratteristiche cliniche, diagnosi, novità terapeutiche


Atrofia muscolare spinale: meccanismo d'azione, efficacia e sicurezza di nusinersen


Sclerosi multipla: due approcci terapeutici a confronto: terapia scalare e terapia di induzione


Sclerosi multipla, come agisce la cladribina e quando potrebbe servire?


Il paziente deve essere al centro della cura della sclerosi multipla


Sclerosi multipla, Premio Merck a due progetti per la qualità di vita dei malati


Nuove sfide LICE, la parola al presidente Oriano Mecarelli


Fase post critica in epilessia, cosa sappiamo


Epilessia, come vengono gestite le crisi al pronto soccorso


ARTICOLI

Si rafforza il collegamento, ora anche genetico, tra emicrania e sindrome dell'intestino irritabile

Secondo uno studio preliminare - i cui risultati sono stati anticipati alla presentazione ufficiale del 68° meeting annuale dell'American Academy of Neurology (AAN) che si terrà a Vancouver (Canada) dal 15 al 21 aprile - l'emicrania e la cefalea di t[...]

Epilessia focale in gravidanza trattata con carbamazepina, evitare l'aggiunta di acido valproico

La carbamazepina (CBZ) è un'importante opzione per le donne affette da epilessia focale in età fertile ed è uno dei tre farmaci antiepilettici (AED) più frequentemente prescritti in gravidanza, insieme alla lamotrigina e all'acido valproico. Ora uno [...]

Sclerosi multipla: glatiramer acetato nel real world. Più qualità alla vita, oltre ai benefici clinici

Pubblicati online sul Journal of Neurology, i risultati di uno studio “real-world” condotto per 2 anni in 170 strutture in Germania su pazienti affetti da sclerosi multipla recidivante-remittente (SMRR) con glatiramer acetato (GA) 20 mg once-daily - [...]

Grandi speranze per il trattamento della malattia di Huntington da un oligonucleotide antisenso

Dopo i risultati promettenti preclinici, è in corso la prima sperimentazione sull’uomo di un oligonucleotide antisenso (ASO) di seconda generazione mirato alla causa della malattia di Huntington (HD). I risultati dei test sugli animali, così come i d[...]

Il tempo è cervello: nelle malattie neurologiche serve diagnosi precoce e intervento tempestivo

Tempo È Cervello il tema al centro della VI edizione della Settimana Mondiale del Cervello, promossa in Italia dalla Società Italiana di Neurologia (SIN), che si celebra dal 14 al 20 marzo.

Retigabina add-on nell'epilessia focale refrattaria, trial cardine al vaglio del “real world” tedesco

Uno studio osservazionale retrospettivo post-marketing su retigabina (RTG) aggiuntiva nel trattamento dell'epilessia focale refrattaria ha portato a risultati simili agli studi cardine e alle estensioni in aperto sul lungo termine, confermando che RT[...]

Dalla Cina con le prove: l'elevato consumo di carne rossa aumenta il rischio di ictus ischemico

Una meta-analisi di studi prospettici – i cui risultati sono stati pubblicati online sul Journal of Stroke & Cerebrovascular Diseases - indicano che un elevato consumo di carne rossa, in particolare se lavorata, aumenta il rischio di ictus ischemico.[...]

Parkinson, architettura del sonno migliorata dal patch alla rotigotina: conferma polisonnografica

Uno studio italiano – pubblicato online su Sleep Medicine - ha dimostrato l'effetto significativo della rotigotina sulla qualità e la continuità del sonno nei pazienti affetti da malattia di Parkinson (PD), attraverso la promozione della stabilità de[...]

Trapianto di staminali non ematopoietiche nella sclerosi multipla. I ricercatori sono ottimisti

Il trapianto di cellule staminali potrebbe diventare un trattamento affidabile per le forme di sclerosi multipla (SM) sia recidivante-remittente sia progressiva. Ne sono convinti gli esperti del settore, che ne hanno discusso a New Orleans, in occasi[...]

Stato epilettico: levetiracetam sicuro ed efficace come fenitoina ma con minori effetti avversi

Levetiracetam è sicuro ed efficace tanto quanto la fenitoina per il trattamento dello stato epilettico. È quanto emerso dai dati presentati a Orlando (USA), in occasione del 45° Critical Care Congress della Society of Critical Care Medicine (SCCM).

Epilessia, nuove evidenze sui rischi del valproato in gravidanza

A seguito della recente pubblicazione dei risultati di un rapporto commissionato dal Ministero della salute francese su casi di bambini nati con difetti congeniti o che hanno sviluppato alterazioni del comportamento dopo esposizione a valproato in ut[...]

Glatiramer acetato tre volte a settimana contrasta efficacemente i “buchi neri” della sclerosi multipla

Apparsa sul Journal of Neuroimaging, un'analisi svolta in risonanza magnetica (RM) dello studio GALA – condotto con glatiramer acetato 40 mg (GA40) in pazienti affetti da sclerosi multipla recidivante-remittente (SMRR) - conferma che il farmaco ha fa[...]

Ictus da occlusione di grandi vasi: trombectomia endovascolare efficace per metanalisi di 5 trial

La trombectomia endovascolare apporta benefici alla maggior parte dei pazienti colpiti da ictus ischemico acuto causato da occlusione del circolo anteriore prossimale, indipendentemente dalle caratteristiche del paziente o dalla popolazione di appart[...]

Algoritmo sequenziale di interventi per gestire lo stato epilettico nelle nuove linee guida USA

Sono state pubblicate su Epilepsy Currents le nuove linee guida per il trattamento dello stato epilettico (SE) emanate dall'American Epilepsy Society (AES). La prima raccomandazione che viene data è che la terapia farmacologica iniziale dovrebbe basa[...]

600mila i malati di Alzheimer in Italia, il 18% vive da solo con la badante

Sono 600.000 i malati di Alzheimer in Italia e a causa dell'invecchiamento della popolazione sono destinati ad aumentare (l'Italia è il Paese più longevo d'Europa, con 13,4 milioni gli ultrasessantenni, pari al 22% della popolazione). L'Adi (Alzheime[...]

SM primariamente progressiva, benefici costanti con ocrelizumab nei sottogruppi di ORATORIO

Ocrelizumab è efficace in pazienti affetti da sclerosi multipla primariamente progressiva (SMPP) sia in presenza sia in assenza di lesioni gadolinio-captanti (Gd+) in T1 al basale. Lo ha dimostrato un'analisi per sottogruppi dello studio ORATORIO di [...]

Pioglitazone previene lo stroke nei pazienti non diabetici

Il rischio di un secondo ictus nei pazienti con storia di stroke o attacco ischemico transitorio (TIA) può essere ridotto a seguito del trattamento con pioglitazione, anche nei soggetti che non soffrono di diabete. E' quanto emerso da uno studio pres[...]

Nei pazienti epilettici la clearance del topiramato può essere influenzata in caso di politerapia

Nei pazienti trattati con farmaci antiepilettici (AED), la clearance di topiramato appare aumentata in caso di cosomministrazione di fenitoina (PHT), carbamazepina (CBZ), oxcarbazepina (OXC) e fenobarbital (PB). Lo rivelano i risultati di uno studio [...]

Avanza il fronte della sfingosina-1-fosfato contro la sclerosi multipla: la promessa di ozanimod

Ozanimod, modulatore dei recettori della sfingosina-1-fosfato (S1P), ha significativamente ridotto l'attività lesionale alla risonanza magnetica (RM) in pazienti affetti da sclerosi multipla recidivante remittente (SMRR) partecipanti allo studio RADI[...]

Non prima né dopo: nelle donne la più alta frequenza di emicrania si ha in fase perimenopausale

Il rischio di cefalee ad alta frequenza risulta aumentato nelle donne durante il periodo perimenopausale rispetto a quello premenopausale. Tale rischio appare aumentato anche in post-menopausa ma in modo non significativo, suggerendo che differenti m[...]