Neurologia

VIDEO

Noi Parkinson, la prima App per gestire la malattia a 360 gradi


Come si cura la malattia di Parkinson?


Qual è il ruolo della riabilitazione per i malati di Parkinson?


Parkinson Alliance for Better Life Solutions, alleanza multidisciplinare per i malati di Parkinson


Sclerosi multipla: a Verona test innovativo consente di personalizzare le cure fin dalla diagnosi


Sclerosi multipla, a Verona nuovo test identifica molecole "maligne" per cure più mirate


Sclerosi multipla: dalla diagnosi alla personalizzazione della terapia


A fianco del coraggio, premio letterario per uomini che sostengono donne con sclerosi multipla


Sclerosi multipla: nuova possibilità di cura con cladribina, farmaco per la terapia di induzione


Fatica cronica in corso di sclerosi multipla: nuove possibilità di cura con acido alfa lipoico


In arrivo una nuova classe di farmaci contro l'emicrania cronica


Malattie neurologiche rare: finalmente ci sono delle risposte


Società Italiana di Neurologia: un bilancio di due anni di presidenza


La cura dell'ictus in Italia: attività dell'Osservatorio Ictus


Società italiana di Neurologia: uno sguardo al futuro


Sclerosi multipla: attività infermieristiche per la gestione del daclizumab


Malattia di Parkinson: nuove possibilità di cura con opicapone


Atrofia muscolare spinale: caratteristiche cliniche, diagnosi, novità terapeutiche


Atrofia muscolare spinale: meccanismo d'azione, efficacia e sicurezza di nusinersen


Sclerosi multipla: due approcci terapeutici a confronto: terapia scalare e terapia di induzione


Sclerosi multipla, come agisce la cladribina e quando potrebbe servire?


Il paziente deve essere al centro della cura della sclerosi multipla


ARTICOLI

SM recidivante-remittente, confronto retrospettivo tra diverse formulazioni di Interferone-beta per 8 anni

È stato pubblicato su “Multiple Sclerosis and Related Disorders” uno studio retrospettivo di coorte sull'arco di 8 anni, realizzato da un gruppo di specialisti italiani nel trattamento della sclerosi multipla (SM), con l'obiettivo di confrontare l'ev[...]

Profilassi dell'emicrania cronica, OnabotulinumtoxinA nel real life efficace a 1 anno. Approccio precoce decisivo

Uno studio spagnolo pubblicato sull' “European Journal of Neurology” ha confermato l'efficacia del trattamento con OnabotulinumtoxinA nella profilassi dell'emicrania cronica (CM) negli adulti dopo 1 anno di trattamento. Le probabilità di un buon risu[...]

All'ACTRIMS ublituximab in fase 2a: rapida deplezione linfocitaria, infusione più breve, costi più bassi

Ublituximab, un nuovo anticorpo anti-CD20 ingegnerizzato con glicole, ha dimostrato una rapida e robusta deplezione delle cellule B, una profonda riduzione delle lesioni da captazione del gadolinio (Gd) e stabilità clinica alla settimana 24 in uno st[...]

SMA a esordio tardivo: pubblicato sul NEJM studio di fase III CHERISH su nusinersen

Sono stati pubblicati sul New England Journal of Medicine (NEJM) i risultati definitivi dello studio CHERISH di Fase 3 sul trattamento con nusinersen dei soggetti con atrofia muscolare spinale (SMA) a esordio tardivo. L'articolo dal titolo “Nusinerse[...]

Alzheimer, nuova sconfitta della ricerca. MSD interrompe studio di Fase III su verubecestat

MSD ha annunciato di voler interrompere lo studio APECS di Fase 3 su verubecestat, precedentemente noto come MK-8931, per il trattamento della malattia di Alzheimer in fase iniziale, su raccomandazione di un comitato esterno di monitoraggio dei dati.[...]

Distrofia muscolare di Duchenne, prima verifica dei benefici a lungo termine dell'uso dei glucocorticoidi

I glucocorticoidi, farmaci a base di ormoni steroidei spesso prescritti ai pazienti con distrofia muscolare di Duchenne (DMD), offrono benefici a lungo termine per questa malattia, tra cui una più lunga conservazione della forza e della funzione musc[...]

Risultati deludenti di natalizumab nell'ictus, stop allo sviluppo

La statunitense Biogen ha deciso di interrompere lo sviluppo di natalizumab nell'ictus ischemico acuto, dopo che il farmaco non è riuscito a raggiungere gli endpoint primari e secondari di efficacia in uno studio di Fase 2b noto come ACTION 2. Nulla [...]

SM con positività anti-JVC, un maggiore intervallo tra le dosi di natalizumab fa crollare il rischio di PML

Nei pazienti con sclerosi multipla (SM) che risultano positivi all'anticorpo contro il virus JC (anti-JCV), l'uso di un dosaggio meno frequente di natalizumab risulta associato in modo statisticamente significativo a un rischio inferiore del 94% di l[...]

SM recidivante-remittente trattata con DMT, biomarker di linfopenia più preciso della conta linfocitaria

Uno studio, pubblicato su “Neurology: Neuroimmunology and Neuroinflammation” dimostra che, in pazienti affetti da sclerosi multipla (SM) recidivante-remittente (RRSM) e trattati con dimetilfumarato (DMF) e fingolimod FTY), le differenti terapie modif[...]

Epilessia di nuova diagnosi, eslicarbazepina QD utile opzione per monoterapia di prima linea negli adulti

Secondo uno studio pubblicato online su “Epilepsy”, eslicarbazepina acetato, con la sua formulazione unum/die (QD), offre un'utile opzione per la monoterapia di prima linea in pazienti adulti con epilessia di nuova diagnosi e crisi a esordio focale.

Parkinson, un procinetico gastrico in fase 2 migliora sia l'assorbimento di L-dopa sia i sintomi motori

Nei pazienti con malattia di Parkinson (PD) in trattamento con L-dopa, un ritardato svuotamento gastrico può alterare l'assorbimento del precursore della dopamina, contribuendo alla comparsa di fluttuazioni motorie. Uno gruppo di ricercatori britanni[...]

Vasculopatia aterosclerotica, rivaroxaban add-on ad ASA dimezza tassi di ictus ischemico e non alza rischi di emorragia intracerebrale

Una nuova ricerca – presentata all'International Stroke Conference (ISC) 2018, a Los Angeles - dimostra che, in pazienti con malattia vascolare aterosclerotica stabile, rivaroxaban associato ad acido acetilsalicilico (ASA) taglia di quasi la metà il [...]

Alzheimer: prevenzione, campanelli d'allarme e novità dalla ricerca

E' una malattia che lavora al buio, che per 15-20 anni apporta modifiche strutturali a livello cerebrale ma di cui non si ha coscienza. Parliamo dell'Alzheimer, malattia ad oggi incurabile e destinata a crescere entro il 2050 come riportato in un amp[...]

Vaccinazione antinfluenzale sicura nei pazienti con miastenia grave in trattamento immunosoppressivo

Secondo uno studio pubblicato online su “EBioMedicine”, denominato “ProPATIent-Trial”, la vaccinazione antinfluenzale nei pazienti affetti da miastenia grave (MG) è sicura. Riconsiderando il valore del rischio potenziale di un decorso severo di una r[...]

Demenza a corpi di Lewy, un antiepilettico migliora il parkinsonismo senza provocare allucinazioni

La zonisamide, farmaco anticonvulsivante, combinata con la levodopa, migliora i sintomi motori in pazienti con demenza a corpi di Lewy (DLB), senza acutizzare il declino cognitivo o i sintomi psichiatrici. Lo dimostrano i risultati di uno studio giap[...]

La taurina potenzia l'azione rimielinizzante dei farmaci per la SM. Grandi speranze dalla metabolomica

Una nuova ricerca pubblicata su “Nature Chemical Biology” suggerisce che la somministrazione di taurina, molecola prodotta fisiologicamente dalle cellule umane, potrebbe aumentare l'efficacia delle attuali terapie per la sclerosi multipla (SM). In pa[...]

Distrofia Muscolare di Duchenne, positiva la fase II per ezutromid

Summit Therapeutics, società focalizzata sulla ricerca e sviluppo di farmaci per la Distrofia Muscolare di Duchenne (DMD), ha reso noti i risultati a 24 settimane dello studio PhaseOut DMD, un trial di fase II di tipo “proof of concept”, condotto per[...]

Emicrania episodica: dopo fallimento profilassi, erenumab (anti-CGRP) centra gli endpoint in Fase III

Annunciati i risultati positivi dello studio LIBERTY, l'unico trial di fase IIIb condotto con farmaci anti-CGRP (erenumab) che dimostra sicurezza ed efficacia nei pazienti che hanno ripetutamente fallito altri trattamenti preventivi.

Dallo studio del misfolding della proteina SOD1 potenziali nuovi target terapeutici nella lotta alla SLA

Scienziati dell'Università di Alberta (Canada) potrebbero aver trovato possibili target per interventi terapeutici nella lotta contro la sclerosi laterale amiotrofica (SLA). I ricercatori hanno condotto il primo studio a singola molecola di ripiegame[...]

Nuovo radiotracciante PET permette di visualizzare le aree di demielinizzazione nella sclerosi multipla

Un nuovo approccio di imaging consente di valutare il deterioramento del sistema nervoso nella sclerosi multipla (SM) e più precisamente di visualizzare le aree di demielinizzazione. Ciò è stato reso possibile dallo sviluppo di un radioligando PET (t[...]