Neurologia

VIDEO

Nuove sfide LICE, la parola al presidente Oriano Mecarelli


Fase post critica in epilessia, cosa sappiamo


Epilessia, come vengono gestite le crisi al pronto soccorso


Complicanze dopo crisi epilettica, cosa fare?


Epilessia in gravidanza e acido valproico, facciamo un po' di chiarezza


Epilessia, come si interviene dopo crisi ripetute


Giovani e donne nel nuovo direttivo della LICE


Crisi epilettiche e danni cerebrali, c'è un collegamento?


Terapia intensiva per crisi epilettiche, quando e perchè?


Epilessia, ci sono segni che predicono l'arrivo di una crisi?


Crisi epilettiche a casa o per strada, il ruolo del 118


Diventare genitori con la sclerosi multipla si può


Sclerosi multipla, tra i diritti dei pazienti anche quello di diventare genitori


Sclerosi multipla, come conciliare i farmaci e il desiderio di diventare genitori


Sclerosi multipla, il punto sulle novità diagnostiche e terapeutiche


Centro Sclerosi Multipla dell'ospedale di Ferrara, organizzazione e attività


Attività di ricerca del Centro Sclerosi Multipla dell'ospedale di Ferrara


Sclerosi multipla, premio Merck a videogiochi per la riabilitazione e device intelligenti


Sclerosi multipla, cosa sappiamo sulla sicurezza a lungo termine della cladribina


Malattia di Huntington, dalla ricerca di base verso possibili cure


Sclerosi multipla, con cladribina doppio attacco a linfociti B e T


Gli anticorpi monoclonali in neurologia: quali sonio i farmaci in arrivo?


ARTICOLI

La presenza di cirrosi si associa a un aumentato rischio di ictus ischemico e soprattutto emorragico

Dati recentemente pubblicati online su “JAMA Neurology” hanno evidenziato un'associazione tra cirrosi e aumento del rischio di ictus, in particolare emorragico, che potrebbe essere correlato alla coagulopatia mista osservata nella cirrosi.

Stroke ischemico non cardioembolico, prasugrel meno efficace di clopridogrel

Il prasugrel, inibitore dell'aggregazione piastrinica, ha fallito nel mostrare la non inferiorità verso il clopidogrel nel ridurre gli eventi vascolari tra i pazienti con ictus ischemico non cardioembolico.

Con la minociclina minor possibilità di trasformare la Sindrome Clinicamente Isolata in Sclerosi Multipla

La minociclina, tetraciclina comunemente utilizzata nel trattamento dell’acne grave e nei disturbi dell’umore nella sindrome dell’X fragile, potrebbe rallenta la conversione della Sindrome Clinicamente Isolata in Sclerosi Multipla.