Neurologia

VIDEO

Come si gestisce l’amiloidosi in Sicilia? Un rapporto documenta i progressi clinici e organizzativi


3 cose da sapere sulla malattia di Parkinson


Ci sono delle differenze uomo-donna anche nelle malattie neurologiche?


Sclerosi multipla, azione selettiva dell'anticorpo monoclonale ocrelizumab


Atrofia muscolare spinale, novità sul trattamento


Malattie neurologiche, importanza del digital per medico e paziente


Sclerosi multipla, cosa chiedono i pazienti per una migliore qualità di vita?


Diagnosi di malattia di Alzheimer, come comunicarla a pazienti e familiari?


Alzheimer, cosa abbiamo imparato dai recenti fallimenti della ricerca?


Neuromielite ottica, cos'è e come si differenzia dalla sclerosi multipla


Sclerosi multipla, ok all'uso dell'interferone beta 1a sottocute in gravidanza e allattamento


Le novità della 50esimo edizione del congresso dei neurologi italiani


Neuromielite ottica, novità dalla ricerca


Neuromielite ottica, chi è e come agisce satralizumab


Sinucleina, ruolo diagnostico nella malattia di Parkinson


Invecchiamento cerebrale fisiologico e declino cognitivo, come si differenziano?


Neuromielite ottica, ruolo centrale dell'interleuchina 6


Disordini del ritmo circadiano, quale impatto a livello neurologico?


Le cose da sapere sull’emicrania


Cosa sono e come agiscono i nuovi farmaci anti emicrania, gli anti CGRP


Conosciamo da vicino il fremanezumab, un nuovo farmaco antiemicrania


Conosciamo la depressione maggiore: cos'è, come si presenta, cause e conseguenze


ARTICOLI

Dalfampridina, primo farmaco che offre prove di miglioramento cognitivo nella sclerosi multipla. Studio della Sapienza

Un importante lavoro italiano, pubblicato su “Neurology”, evidenzia nei pazienti con sclerosi multipla (SM) trattati con dalfampridina un beneficio nella velocità di elaborazione delle informazioni (IPS), funzione chiave per il deterioramento cogniti[...]

Ictus minore o TIA, qual è la durata ottimale di una doppia terapia antipiastrinica?

Il trattamento di persone che manifestano un ictus lieve o un attacco ischemico transitorio (TIA) ad alto rischio entro 24 ore e per 21 giorni con la doppia terapia antipiastrinica con clopidogrel e aspirina ha comportato un beneficio netto rispetto [...]

Emicrania pediatrica, quali sono le novità delle nuove linee guida AAN/AHS?

Dopo la prima edizione del 2004, l'American Academy of Neurology (AAN) e l'American Headache Society (AHS) hanno aggiornato due linee guida per il trattamento acuto e la prevenzione dell'emicrania nei bambini e negli adolescenti, pubblicate entrambe [...]

CLN2, la terapia enzimatica sostitutiva con cerliponase alfa mostra benefici durevoli a 3 anni

La cerliponase alfa bisettimanale ha continuato a mostrare benefici terapeutici durevoli e clinicamente importanti nei bambini con ceroidolipofuscinosi neuronale di tipo 2 (CLN2) a 3 anni in uno studio internazionale in corso. Il dato è stato riporta[...]

Linee guida AAN aggiornate, vaccini raccomandati da usare nella maggior parte dei casi di SM

La maggior parte dei pazienti affetti da sclerosi multipla (SM) dovrebbe ricevere le vaccinazioni raccomandate, compresi i vaccini antinfluenzali annuali. È quanto stabiliscono le linee guida aggiornate dell'American Academy of Neurology (AAN) su imm[...]

SM, dal rapporto tra riduzione linfocitaria e azione sui circuiti cerebrali un marker di risposta al DMF

I pazienti con sclerosi multipla (SM) sottoposti a trattamento con dimetilfumarato (DMF) con una più forte deplezione di cellule T CD8+ presentano una risposta più favorevole rispetto a un gruppo attivo di confronto in termini di integrità corticale [...]

Crisi focali resistenti, l'aggiunta di lacosamide determina una riduzione del carico di AED concomitanti

Pubblicati su “Epilepsia Open”, i  risultati di uno studio osservazionale condotto in Austria e Germania in un contesto di pratica clinica indicano che l'aggiunta di lacosamide ad altri farmaci antiepilettici (AED) concomitanti nei pazienti con crisi[...]

Depressione psicotica, dopo la remissione l'uso continuato di olanzapina riduce le recidive

Una nuova ricerca, pubblicata su “JAMA”, suggerisce che i pazienti in remissione da depressione psicotica possono trarre beneficio dall'uso continuato di un antipsicotico (olanzapina), anche se gli effetti collaterali metabolici possono essere fonte [...]

Sclerosi multipla, ofatumumab supera teriflunomide ma il vero obiettivo è ocrelizumab

Sta per iniziare una seconda vita per ofatumumab che probabilmente gli riserverà più soddisfazioni della prima.  Novartis ha reso noto che il suo farmaco anti CD-20 in due studi testa a testa condotti in pazienti con sclerosi mutipla recidivante remi[...]

Epilessia tumorale: quali sono le raccomandazioni  sul trattamento del paziente 

La corretta gestione diagnostica, terapeutica e assistenziale di pazienti colpiti da tumore cerebrale e che soffrono di epilessia causata dalla neoplasia, è di estrema importanza. I pazienti con epilessia tumorale, infatti, presentano un profilo ter[...]

Emicrania, galcanezumab funziona anche in pazienti resistenti ad altri trattamenti preventivi

Un mese dopo aver ottenuto l'approvazione per le cefalee a grappolo, galcanezumab, il farmaco per l'emicrania di Lilly, ha centrato l'end point in uno studio in fase avanzata in cui veniva utilizzato come trattamento preventivo per l'emicrania cronic[...]

Sclerosi multipla e gravidanza, nuove avvertenze per fingolimod

L'Ema ha raccomandato che il medicinale per la sclerosi multipla fingolimod non venga usato in donne in gravidanza e in donne fertili che non usano misure contraccettive efficaci.

SLA, positivi risultati con masitinib in add-on a riluzolo in fase 2/3

È stato recentemente pubblicato online su “Amyotrophic Lateral Sclerosis and Frontotemporal Degeneration” uno studio i cui risultati dimostrano che masitinib, inibitore della tirosina chinasi, alla dose di 4,5 mg/kg/die in add-on a riluzolo può esser[...]

Epilessia focale farmaco-resistente, ribadita l'efficacia di pregabalin add-on da nuova revisione Cochrane

Pregabalin, quando usato come farmaco aggiuntivo per l'epilessia focale resistente al trattamento, è significativamente più efficace del placebo nel produrre una riduzione delle crisi del 50% o superiore e libertà dalle crisi. L'efficacia è crescente[...]

Atogepant, anti-CGRP per via orale, può ridurre i giorni mensili di emicrania

Atogepant, antagonista ad alta affinità per il recettore del peptide correlato al gene della calcitonina (CGRP), è risultato sicuro ed efficace nel ridurre i giorni medi mensili di emicrania, secondo uno studio presentato al 61 ° Annual Scientific Me[...]

Alzheimer, lemborexant promettente nel ridurre il disturbo del ritmo sonno-veglia

Un agente sperimentale può aiutare a regolare il sonno nei pazienti con malattia di Alzheimer (AD) che hanno un disturbo che interrompe i pattern del sonno. È quanto suggeriscono i risultati di uno studio di fase 2 di piccole dimensioni, presentato a[...]

Alzheimer, progressione del decadimento cognitivo rallentata dall'uso di insulina intranasale

Una nuova ricerca – presentata a Los Angeles nel corso dell' all'Alzheimer's Association International Conference (AAIC) 2019 - suggerisce che l'insulina intranasale somministrata giornalmente possa essere efficace nel rallentare la progressione del [...]

Sclerosi multipla, in fase III il ponesimod di Janssen supera teriflunomide

Janssen ha annunciato i risultati top-line dello studio di Fase 3 OPTIMUM, che ha valutato l'efficacia e la sicurezza di ponesimod rispetto a teriflunomide negli adulti con sclerosi multipla recidivante. Lo studio ha raggiunto il suo endpoint primari[...]

Precoci attacchi epilettici post-ictus ischemico, rischio ridotto di quasi l'80% mediante terapie con statine

La terapia con statine, anche se iniziata solo dopo il ricovero per ictus ischemico acuto, è associata a una notevole riduzione del rischio di precoci attacchi convulsivi sintomatici post-ictali. È quanto dimostra un ampio studio osservazionale, pres[...]

Emicrania in gravidanza e durante l'allattamento: come gestirla in sicurezza?

Si stima che il 40% delle donne soffra di emicrania durante il ciclo di vita riproduttivo, così come un quarto di quelle in età riproduttiva. Un aspetto molto delicato in questa popolazione è la gestione efficiente dell'emicrania durante la gravidanz[...]