Neurologia

VIDEO

Sclerosi multipla: a Verona test innovativo consente di personalizzare le cure fin dalla diagnosi


Sclerosi multipla, a Verona nuovo test identifica molecole "maligne" per cure più mirate


Sclerosi multipla: dalla diagnosi alla personalizzazione della terapia


A fianco del coraggio, premio letterario per uomini che sostengono donne con sclerosi multipla


Sclerosi multipla: nuova possibilità di cura con cladribina, farmaco per la terapia di induzione


Fatica cronica in corso di sclerosi multipla: nuove possibilità di cura con acido alfa lipoico


In arrivo una nuova classe di farmaci contro l'emicrania cronica


Malattie neurologiche rare: finalmente ci sono delle risposte


Società Italiana di Neurologia: un bilancio di due anni di presidenza


La cura dell'ictus in Italia: attività dell'Osservatorio Ictus


Società italiana di Neurologia: uno sguardo al futuro


Sclerosi multipla: attività infermieristiche per la gestione del daclizumab


Malattia di Parkinson: nuove possibilità di cura con opicapone


Atrofia muscolare spinale: caratteristiche cliniche, diagnosi, novità terapeutiche


Atrofia muscolare spinale: meccanismo d'azione, efficacia e sicurezza di nusinersen


Sclerosi multipla: due approcci terapeutici a confronto: terapia scalare e terapia di induzione


Sclerosi multipla, come agisce la cladribina e quando potrebbe servire?


Il paziente deve essere al centro della cura della sclerosi multipla


Sclerosi multipla, Premio Merck a due progetti per la qualità di vita dei malati


Nuove sfide LICE, la parola al presidente Oriano Mecarelli


Fase post critica in epilessia, cosa sappiamo


Epilessia, come vengono gestite le crisi al pronto soccorso


ARTICOLI

Epilessia, una smentita da Taiwan: l’impiego di topiramato non risulta aumentare il rischio di urolitiasi

Il topiramato, farmaco antiepilettico (AED), può non aumentare il rischio di calcolosi urinaria. In particolare la durata e la dose totale del farmaco non risultano associati al rischio di urolitiasi. È quanto ha assodato un gruppo di studiosi di Tai[...]

“Coiling” per aneurisma non rotto con HTPR: tromboembolie ridotte da mix antiaggregante modificato

Una preparazione antiaggregante modificata per i pazienti con iperreattività piastrinica in corso di trattamento (HTPR), rispetto alla preparazione antipiastrinica standard, riduce il tasso di eventi tromboembolici nel trattamento endovascolare trami[...]

Promettenti successi nello stato epilettico refrattario con clobazam per os add-on

Secondo i risultati di un articolo “epub ahead of print” su Epilepsia, clobazam per os risulta ben tollerato ed efficace nel trattamento dello stato epilettico refrattario (RSE). Nonostante sia disponibile solo in formulazione orale, le sue proprietà[...]

SM, fingolimod andrebbe iniziato dopo 8-12 settimane dal termine di natalizumab

Uno studio pubblicato online su Neurology dimostra che, nei pazienti affetti da sclerosi multipla recidivante-remittente (RRSM) che effettuano uno “switch” da natalizumab a fingolimod, periodi più brevi di washout (WO) di natalizumab sono associati a[...]

Fondazione Italiana Sclerosi multipla, per vincere la malattia serve l'impegno di tutti

Il congresso 2015 della Fondazione Italiana Sclerosi Multipla (FISM), appena concluso, ha portato a Roma 300 fra i massimi esperti di questa malattia, insieme ai rappresentati delle persone con SM e delle Istituzioni.

Malattia di Parkinson: disponibili dispositivi per la stimolazione cerebrale profonda compatibili con la Risonanza Magnetica full body

Approvati dall’Unione Europea e disponibili anche in Italia i primi e unici dispositivi per la Neurostimolazione Cerebrale Profonda (DBS), compatibili con la risonanza magnetica (RMN) full body.

Lo prova l’olio di fegato di merluzzo: la vit.D nell’adolescenza riduce il rischio di SM in età adulta

I risultati di uno studio basato sull’integrazione di vitamina D3 mediante olio di fegato di merluzzo – pubblicato online sul Multiple Sclerosis Journal - non solo supportano l'ipotesi che bassi livelli di vitamina D rappresentino un fattore di risch[...]

PD, infusione duodenale continua di levodopa/carbidopa: efficace e sicura anche long-term

Una ricerca spagnola – apparsa online su Parkinsonism & Related Disorders - conferma che l’infusione continua duodenale di levodopa/carbidopa in gel (LCIG) rappresenta un’opzione di trattamento molto efficace per i pazienti affetti da malattia di Par[...]

NMO, positivi risultati con il blocco del recettore dell'interleuchina-6 long-term mediante tocilizumab

Una terapia prolungata con tocilizumab può essere sicura ed efficace dalle fasi di trattamento precoce in avanti in pazienti affetti da neuromielite ottica (NMO) o disturbi dello spettro della NMO molto attivi e altrimenti resistenti alla terapia. Pa[...]

Carbamazepina ev, efficace sostituto della formulazione orale come terapia ponte nel controllo delle crisi

Uno studio – apparso online su Epilepsia – ha valutato la sicurezza e la tollerabilità di una nuova carbamazepina per via parenterale e ha confrontato la sua farmacocinetica (PK) con quella della formulazione per os: le infusioni per via endovenosa d[...]

Dopo la TAVI minore rischio di sanguinamento e ictus ricorrendo al solo ASA rispetto alla DAPT

Non si osservano differenze riguardo a eventi avversi netti clinici e cerebrali (NACE) a 1 mese impiegando un regime anticoagulante basato sul solo acido acetilsalicilico (ASA) o sulla duplice terapia antiaggregante (DAPT, ossia ASA + clopidogrel) in[...]

SLA: apparente stop a progressione dei sintomi nei casi con maggiore flogosi sistemica basale

Se confermato, l'arresto della progressione dei sintomi della sclerosi laterale amiotrofica (SLA) mediante trattamento con NP001 (un nuovo immunoregolatore dei monociti/macrofagi infiammatori), osservato in un sottogruppo di pazienti con marcata neur[...]

Malattia di Parkinson, rasagilina non mostra di avere effetti su sintomi depressivi e cognizione

Nei pazienti affetti da malattia di Parkinson (PD) con sintomi depressivi moderati il trattamento con rasagilina non ha avuto effetti significativi rispetto al placebo sui sintomi depressivi o sulla cognizione. Anche se limitate dalla mancanza di cor[...]

Il tetraidrocannabinolo (4,5 mg per os) non migliora i sintomi neuropsichiatrici della demenza

La somministrazione di tetraidrocannabinolo (THC) per via orale alla dose di 4,5 mg al giorno non ha mostrato alcun beneficio nel trattamento dei sintomi neuropsichiatrici (NPS) correlati alla demenza, ma è risultato ben tollerato, aggiungendo così c[...]

Pioglitazone a lungo termine nel diabete non insulino-dipendente: rischio di AD ridotto del 47%

Il trattamento con pioglitazone è associato a un ridotto rischio di demenza nei pazienti con diabete mellito inizialmente non insulino-dipendente (NIDDM). Studi clinici prospettici sono necessari per valutare un possibile effetto neuroprotettivo del [...]

Al via settimana nazionale della sclerosi multipla, ogni 4 ore una nuova diagnosi

Abbattere tutti quegli ostacoli che permettono alle persone con sclerosi multipla (SM) di vivere una vita piena. E' sulla loro storia, i loro diritti e i loro bisogni che quest'anno si accendono i riflettori della Settimana Nazionale della sclerosi [...]

Scoperto al San Raffaele nuovo gene implicato nella risposta al trattamento della sclerosi multipla

Uno studio dei ricercatori dell'IRCCS Ospedale San Raffaele, una delle 18 strutture di eccellenza del Gruppo Ospedaliero San Donato, in collaborazione con il Brigham and Women's Hospital di Boston, ha individuato una particolare variante genetica ass[...]

Emorragia intracerebrale acuta, positiva combinazione di sostituti dei fattori della coagulazione

La combinazione di plasma fresco congelato (FFP) e concentrato di complesso protrombinico (PCC) potrebbe essere associata a una letalità inferiore nelle strategie di inversione per antagonisti della vitamina K nell’emorragia intracerebrale acuta (VKA[...]

Malattia di Alzheimer, primi approcci di trattamento con etanercept per via sottocutanea

La somministrazione sottocutanea di etanercept (al dosaggio di 50 mg/settimana) è risultata ben tollerata in un piccolo gruppo di pazienti affetti da malattia di Alzheimer (AD).

Epilessia focale pediatrica, levetiracetam e carbamazepina in monoterapia sicuri ed efficaci

Sia levetiracetam (LVT) che carbamazepina (CBZ) sono ugualmente sicuri ed efficaci come monoterapia in bambini affetti da epilessia focale. In particolare, nessuno dei due farmaci influenza in modo negativo la funzione neuropsicologica dei pazienti. [...]