Neurologia

VIDEO

Sclerosi multipla: nuova possibilità di cura con cladribina, farmaco per la terapia di induzione


Fatica cronica in corso di sclerosi multipla: nuove possibilità di cura con acido alfa lipoico


In arrivo una nuova classe di farmaci contro l'emicrania cronica


Malattie neurologiche rare: finalmente ci sono delle risposte


Società Italiana di Neurologia: un bilancio di due anni di presidenza


La cura dell'ictus in Italia: attività dell'Osservatorio Ictus


Società italiana di Neurologia: uno sguardo al futuro


Sclerosi multipla: attività infermieristiche per la gestione del daclizumab


Malattia di Parkinson: nuove possibilità di cura con opicapone


Atrofia muscolare spinale: caratteristiche cliniche, diagnosi, novità terapeutiche


Atrofia muscolare spinale: meccanismo d'azione, efficacia e sicurezza di nusinersen


Sclerosi multipla: due approcci terapeutici a confronto: terapia scalare e terapia di induzione


Sclerosi multipla, come agisce la cladribina e quando potrebbe servire?


Il paziente deve essere al centro della cura della sclerosi multipla


Sclerosi multipla, Premio Merck a due progetti per la qualità di vita dei malati


Nuove sfide LICE, la parola al presidente Oriano Mecarelli


Fase post critica in epilessia, cosa sappiamo


Epilessia, come vengono gestite le crisi al pronto soccorso


Complicanze dopo crisi epilettica, cosa fare?


Epilessia in gravidanza e acido valproico, facciamo un po' di chiarezza


Epilessia, come si interviene dopo crisi ripetute


Giovani e donne nel nuovo direttivo della LICE


ARTICOLI

Al via in Italia due sperimentazioni sulla atrofia muscolare spinale

La ricerca scientifica internazionale sulla SMA è entrata per la prima volta nella fase clinica umana e dalle prossime settimane all'Italia spetta un ruolo da protagonista. I neuropsichiatri del Policlinico A. Gemelli capofila della sperimentazione

Spasticità nella SM alleviata da spray per mucosa orale a base di cannabinoidi. Trial italiano

Un segno di spasticità misurato in modo obiettivo in pazienti con sclerosi multipla (SM) è stato alleviato mediante uno spray a base di cannabinoidi per mucosa orale.

Dalle cellule staminali neurali un “kit di primo soccorso” per riparare i danni cerebrali

Pubblicato su Molecular Cell uno studio finanziato da AISM e la sua Fondazione e condotto alla Università di Cambridge (UK). Una scoperta che apre la strada a possibili terapie innovative per la sclerosi multipla.