Neurologia

VIDEO

Sclerosi multipla: nuova possibilità di cura con cladribina, farmaco per la terapia di induzione


Fatica cronica in corso di sclerosi multipla: nuove possibilità di cura con acido alfa lipoico


In arrivo una nuova classe di farmaci contro l'emicrania cronica


Malattie neurologiche rare: finalmente ci sono delle risposte


Società Italiana di Neurologia: un bilancio di due anni di presidenza


La cura dell'ictus in Italia: attività dell'Osservatorio Ictus


Società italiana di Neurologia: uno sguardo al futuro


Sclerosi multipla: attività infermieristiche per la gestione del daclizumab


Malattia di Parkinson: nuove possibilità di cura con opicapone


Atrofia muscolare spinale: caratteristiche cliniche, diagnosi, novità terapeutiche


Atrofia muscolare spinale: meccanismo d'azione, efficacia e sicurezza di nusinersen


Sclerosi multipla: due approcci terapeutici a confronto: terapia scalare e terapia di induzione


Sclerosi multipla, come agisce la cladribina e quando potrebbe servire?


Il paziente deve essere al centro della cura della sclerosi multipla


Sclerosi multipla, Premio Merck a due progetti per la qualità di vita dei malati


Nuove sfide LICE, la parola al presidente Oriano Mecarelli


Fase post critica in epilessia, cosa sappiamo


Epilessia, come vengono gestite le crisi al pronto soccorso


Complicanze dopo crisi epilettica, cosa fare?


Epilessia in gravidanza e acido valproico, facciamo un po' di chiarezza


Epilessia, come si interviene dopo crisi ripetute


Giovani e donne nel nuovo direttivo della LICE


ARTICOLI

Emorragia cerebrale con ventricolostomia, la trombolisi intraventricolare migliora l’outcome

La trombolisi intraventricolare (IVT), in caso di estensione intraventricolare di un’emorragia intracerebrale (ICH) che richieda una ventricolostomia, determina una minore mortalità del paziente ricoverato e mostra un trend verso un favorevole outcom[...]

Epilessia refrattaria, conferme di sicurezza long-term per rufinamide add-on in pediatria

La rufinamide offre una soddisfacente riduzione delle crisi come trattamento aggiuntivo nell’epilessia refrattaria in età pediatrica. I pazienti con eziologia genetica nota possono avere migliori risposte rispetto ai soggetti con eziologia struttural[...]

Quanto costa la sclerosi multipla in Italia?

Parte dai 23 mila euro annui a persona per una disabilità lieve fino ad arrivare ai 63 mila per persone con disabilità grave. Il costo medio annuo è di 38 mila euro a persona a cui si sommano 15 mila euro di costi intangibili. Il costo sociale annuo [...]

Antitrombotici nella prevenzione dell'ictus utilizzati in maniera non ottimale, lo dice un Registro europeo

I dati ricavati da quasi 12.500 pazienti arruolati nel Global Anticoagulant Registry in the FIELD-Atrial Fibrillation (GARFIELD-AF), un innovativo progetto di ricerca accademica indipendente, hanno evidenziato che le strategie di prevenzione dell'ict[...]

Sclerosi multipla: già 100mila pazienti trattati con fingolimod

Importante traguardo per fingolimod, farmaco orale per la sclerosi multipla. Il farmaco ha raggiunto e superato il risultato di 100.000 pazienti trattati in tutto il mondo. Lo ha reso noto Novartis con una nota. Fingolimod è la prima tra le terapie o[...]

Torcicollo, basta metà dose di botulino se mirato alla placca motrice dei muscoli cervicali

Nei pazienti affetti da torcicollo o distonia cervicale (CD), iniezioni di neurotossina botulinica (BoNT) a dosi dimezzate e mirate alla zona della placca motrice (MEZ) determinano un effetto di trattamento simile a quello ottenuto con il protocollo [...]

Carenza di vit. D nell'anziano, aumentato rischio generale di demenza e di malattia di Alzheimer

La carenza di vitamina D è associata a un rischio aumentato in modo consisente di demenza di qualsiasi origine e di malattia di Alzheimer (AD). La conferma giunge da un ampio studio prospettico internazionale, apparso online su Neurology, che va a in[...]

Emorragia intraventricolare, la fibrinolisi tramite shunt riduce la mortalità e migliora l'outcome

La fibrinolisi intraventricolare (IVF) è sicura e può essere una strategia efficiente per il trattamento dell'emorragia intraventricolare (IVH): può ridurre la mortalità, migliorare l'outcome funzionale e diminuire la necessità di derivazione ventric[...]

Malattia di Parkinson, assorbimento della levodopa alterabile in caso di infezione da H. pylori

L'infezione da Helicobacter pylori (H. pylori) nei pazienti affetti da malattia di Parkinson (PD) con fluttuazioni motorie, nonostante non influenzi in modo significativo i parametri di farmacocinetica (PK) della levodopa (LD) e del suo metabolita 3-[...]

Emicrania, pari efficace per frovatriptan nei due generi anche con crisi più gravi nelle donne

Nonostante l'emicrania si presenti in forma più severa nelle donne, frovatriptan sembra mantenere la sua efficacia e il suo favorevole effetto antiemicranico sostenuto indipendentemente dal genere. Lo dimostrano i dati – pubblicati su Neurological Sc[...]

Sclerosi multipla, ricercatori italiani scoprono meccanismo di azione di fingolimod

Sclerosi Multipla: dai laboratori dell'IRCCS Ospedale San Raffaele scoperto il ruolo fondamentale degli astrociti nei processi patologici in atto nelle malattie neurodegenerative

Ricerca & Sviluppo di farmaci per l’Alzheimer dal 2002 al 2012: tasso di insuccesso al 99,6%

Un gruppo di ricercatori statunitensi ha analizzato i trial clinici relativi alla malattia di Alzheimer (AD) condotti dal 2002 al 2012 e ha notato che un numero estremamente elevato (il 99,6%) di quelli mirati alla prevenzione, alla terapia o alla ri[...]

La sieropositività per HIV non modifica l’outcome in caso di trombolisi con tPA ev per ictus

La mortalità intraospedaliera è maggiore tra i pazienti con ictus ischemico acuto (AIS) infetti da HIV rispetto a quelli non infetti dal virus. In ogni caso, il rischio di morte tra i pazienti HIV-infetti trattati con attivatore tissutale del plasmin[...]

Nell’anziano minore è l’intake di vit.D maggiore è il numero di alterazioni della sostanza bianca

Una ridotta concentrazione sierica di 25-idrossivitamina D (25OHD) risulta associata a un grado superiore di alterazioni della sostanza bianca (WMA), particolarmente in sede periventricolare. Questi riscontri forniscono una base scientifica per studi[...]

Parkinson, safinamide in add-on alla levodopa aumenta i tempi ON e riduce le discinesie

In pazienti affetti da malattia di Parkinson (PD) con discinesia di grado da moderato a grave, la somministrazione add-on di safinamide alla levodopa ha dimostrato di ridurre la discinesia stessa e di determinare significativi benefici clinici in rel[...]

Nei soggetti molto anziani l'ipertensione arteriosa riduce il rischio di insorgenza di demenza

Tra i soggetti che sviluppano ipertensione dall'età di 90 anni in poi, il rischio di insorgenza di demenza risulta notevolmente inferiore rispetto ad altre persone molto anziane la cui pressione arteriosa rimane normale. Il dato emerge da una ricerca[...]

Ictus ischemico acuto, basse dosi di tPA non garantiscono l’outcome della dose standard

L’impiego di una dose standard endovenosa di attivatore tissutale del plasminogeno (tPA) nel trattamento dell’ictus ischemico acuto (AIS), rispetto all’uso di una dose ridotta, determina un outcome più favorevole senza aumentare il rischio di emorrag[...]

Emorragia intracerebrale, fingolimod promettente nel ridurre i deficit e promuovere il recupero

In pazienti con emorragia intracerebrale (ICH) sovratentoriale primaria profonda di dimensioni da piccole a moderate, la somministrazione orale, entro 72 ore dall'insorgenza dell'evento, di fingolimod – modulatore dei recettori della sfingosina-1-fos[...]

Per un ampio studio di Harvard gli omega-3 riducono il rischio di sclerosi laterale amiotrofica

I cibi con elevato contenuto in acidi grassi insaturi omega-3 (PUFA) possono aiutare a prevenire o ritardare l'insorgenza di sclerosi laterale amiotrofica (ALS) secondo uno studio pubblicato online su JAMA Neurology.

Malattia di Parkinson, tempi off ridotti da tozadenant in fase 2b. Attese conferme in fase 3

Tozadenant, antagonista selettivo del recettore dell’adenosina A2A per os in grado di migliorare la funzione motoria in modelli animali di malattia di Parkinson (PD), aggiunto alla dose di 120 o 180 mg bis/die alla levodopa in pazienti affetti da PD [...]