Neurologia

VIDEO

Premio Merck in neurologia: la tecnologia digitale al servizio del paziente con sclerosi multipla


Cos'è la narcolessia, come si manifesta, che problemi causa ai pazienti


Come si fa la diagnosi di Alzheimer: dai sintomi agli esami di diagnostica per immagini


Sclerosi multipla: perché usare prima i farmaci più efficaci. L' esempio di alemtuzumab


Parkinson, cosa dice la letteratura scientifica sul farmaco opicapone


Parkinson, esperienza nella vita reale con opicapone


Parkinson, quali sono le ultime scoperte sulle cause della malattia?


Sclerosi multipla primariamente progressiva: cosa sappiamo su efficacia e sicurezza di ocrelizumab


Quali sono i primi sintomi della malattia di Parkinson?


Malattia di Parkinson perchè va trattata il più precocemente possibile


Crisi psicogene: cosa sono e in cosa differiscono da quelle epilettiche


Sclerosi multipla: cosa sappiamo sul trapianto di staminali


Sclerosi multipla, ruolo cruciale dei linfociti B nella patogenesi della malattia


Sclerosi multipla, prime esperienze nella pratica clinica quotidiana con ocrelizumab


Cosa sappiamo sulla efficacia e sicurezza a lungo termine di teriflunomide e alemtuzumab


Un confronto diretto tra farmaci orali per la cura della sclerosi multipla. Studio italiano


Sclerosi multipla, esperienza clinica con ocrelizumab nelle forme recidivanti remittenti


Amiloidiosi da transtiretina, malattia neurologica poco conosciuta e sottodiagnosticata


Come sta cambiando la cura delle malattie neurologiche rare: 3 esempi concreti


Sclerosi multipla, conferme a 8 anni di sicurezza ed efficacia di alemtuzumab


Come si diagnostica l’amiloidosi da transtiretina


Cosa è la malattia di Charcot-Marie-Tooth?


ARTICOLI

Emorragia cerebrale acuta, nei naive alle statine benefici da un loro uso precoce

In uno studio pubblicato online sull'European Journal of Neurology si è visto che i pazienti ricoverati per emorragia intracerebrale (ICH) acuta, se trattati precocemente con statine, non presentavano un rischio più elevato di recidiva di ICH e potev[...]

Vivere dopo l'ictus, missione possibile. La regione Lazio capofila nazionale della riabilitazione

Per l'assistenza alle persone colpite da stroke o TIA, La Regione Lazio, prima in Italia, diventa protagonista di un percorso che va oltre la semplice assistenza nelle strutture, ma permette di coniugare appropriatezza ed efficacia anche nel monitora[...]

Valproato in gravidanza, cosa fare? Ce lo dicono gli specialisti in epilessia

Le recenti raccomandazioni EMA (European Medicines Agency) e AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) sono state emanate a seguito di importanti evidenze scientifiche che hanno documentato gravi rischi connessi all'utilizzo di farmaci contenenti valproato[...]

Atassia di Friedreich, iniziato l'arruolamento di pazienti in studio di fase II su farmaco di Reata

La società americana Reata Pharmaceuticals ha annunciato di aver iniziato l'arruolamento dei pazienti in uno studio di fase II disegnato per valutare sicurezza, efficacia e tollerabilità del farmaco sperimentale RTA 408 in pazienti con atassia di Fri[...]

Ictus ischemico acuto, r-tPA utile anche per anziani, stroke gravi e nelle comorbilità importanti

Tra le varie tipologie di pazienti arruolate nel Third International Stroke Trial (IST-3) – uno studio randomizzato di confronto tra alteplase (attivatore del plasminogeno ricombinante [r-tPA] per via endovenosa) rispetto a un controllo - una nuova a[...]

RR SM, switch a natalizumab più efficace che a fingolimod nel ridurre recidive e disabilità

Uno studio pubblicato online su Annals of Neurology suggerisce che nella sclerosi multipla (SM) attiva, durante il trattamento con terapie iniettabili modificanti la malattia (DMT), il passaggio (switch) a natalizumab sia più efficace rispetto a quel[...]

L’infezione da H. pylori protegge le donne dalla sclerosi multipla. Rinasce la teoria igienistica

La sieropositività all’Helicobacter pylori risulta significativamente inferiore nelle donne affette da sclerosi multipla (SM) rispetto ai controlli sani femminili, suggerendo un possibile effetto protettivo di questi batteri. È la tesi sostenuta in u[...]

Terapia della SM con natalizumab, bande oligoclonali IgM nel liquor riducono il rischio di PML

Nei pazienti affetti da sclerosi multipla (SM), la presenza di bande di immunoglobuline M (IgM) specifiche anti-lipidi nel liquor cefalorachidiano (CSF) rispecchia un processo che può diminuire il rischio di leucoencefalopatia multifocale progressiva[...]

Ictus ischemico acuto, l'antibioticoterapia preventiva non migliora gli outcome funzionali

In soggetti adulti colpiti da ictus acuto l'impiego preventivo di ceftriaxone non migliora l'outcome funzionale a 3 mesi. Questi i risultati del trial PASS (Preventive Antibiotics in Stroke Study), appena pubblicato online su Lancet, che non supporta[...]

AHSCT per RR SM, regime linfoablativo a bassa intensità promettente ma da validare

Nei pazienti con sclerosi multipla recidivante remittente (RR SM), un regime di condizionamento a bassa intensità con trapianto di cellule staminali ematopoietiche autologhe (AHSCT) esercita un profondo effetto sull’infiammazione alla risonanza magne[...]

PD avanzato, conferme per levodopa/carbidopa gel intestinale da ampio studio “real world”

Uno studio osservazionale basato sulle cure erogate di routine – pubblicato on line su Parkinsonism and Related Disorders - supporta la sicurezza a lungo termine e l'efficacia dell’infusione continua del gel intestinale di levodopa/carbidopa (LCIG) i[...]

TIA o ictus con stenosi arteriosa intracranica: non serve lo stent, solo terapia medica aggressiva

Nei pazienti con stenosi arteriosa intracranica e attacco ischemico transitorio (TIA) o ictus la sola terapia medica aggressiva (AMM), rispetto al ricorso all’angioplastica percutanea con stent intracranico autoespandibile (PTAS) più AMM, determina u[...]

Stato epilettico pediatrico in fase preospedaliera, vantaggi di midazolam IM vs lorazepam IV

Secondo un recente studio pubblicato on line su Epilepsia, midazolam per via intramuscolare (IM) può essere somministrato rapidamente e sembra essere sicuro ed efficace per la gestione dei bambini con stato epilettico (SE) trattati in ambito preosped[...]

SM, conferme long-term di efficacia e sicurezza per dalfampridina-ER nella velocità di cammino

Due studi di estensione condotti con dalfamipridina a rilascio prolungato (dalfamipridina-ER) – farmaco utilizzato per migliorare la velocità di cammino in pazienti con sclerosi multipla (SM) -hanno confermato il profilo di sicurezza rilevato nei tri[...]

RR SM, conferme di efficacia clinica e neuroradiologica per dimetilfumarato a lento rilascio

In due trial clinici di fase 3 (DEFINE e CONFIRM), il dimetilfumarato a lento rilascio (DMF, noto anche come DMF gastroresistente), somministrato per 2 anni, ha dimostrato di possedere un’efficacia clinica e neuroradiologica sostenuta nella sclerosi [...]

Duchenne, cardiomiopatia precoce frenata da eplerenone più un ACE-inibitore o un sartano

In ragazzi affetti da distrofia muscolare di Duchenne con frazione d'eiezione preservata, l’aggiunta di eplerenone (diuretico risparmiatore di potassio, antagonista dell’aldosterone) su una terapia di fondo con inibitori dell’enzima di conversione de[...]

Doppia terapia antipiastrinica, maggiore rischio di ictus rispetto al monotrattamento con ASA

Il tasso assoluto di ematoma subdurale in corso di doppia terapia antiaggregante (DAPT) è basso, con una media di 1,1 per 1.000 anni-paziente. In ogni caso, il trattamento cronico con clopidogrel associato ad acido acetilsalicilico (ASA) aumenta sign[...]

Malattia di Huntington, la trieptanoina migliora il metabolismo energetico del cervello

Il trieptanoato di glicerina (trieptanoina) è in grado di correggere il metabolismo energetico cerebrale dei pazienti con malattia di Huntington (HD) in fase iniziale di malattia. È quanto risulta da uno studio proof-of-concept pubblicato on line su [...]

RR SM, trapianto autologo di staminali ematopoietiche promettente ma ancora eventi avversi

Il trapianto autologo di cellule staminali ematopoietiche si è dimostrato efficace nell’indurre una remissione di malattia a distanza di tre anni in assenza di alcun altro trattamento di mantenimento in pazienti affetti da Sclerosi Multipla recidivan[...]

SLA, prosegue lo studio con masitinib, la sicurezza è buona

AB Science una società farmaceutica francese specializzata nella ricerca, sviluppo e commercializzazione di inibitori delle protein chinasi (PKI), annuncia che un Data e Safety Monitoring Board (DSMB) ha raccomandato il proseguimento di uno studio di[...]