Antidepressivi in gravidanza possono influire sulla salute mentale del bambino

L'uso di antidepressivi è in aumento da molti anni. Tra il 2 e l' 8% delle donne incinte assumono antidepressivi. Ora i ricercatori della Aarhus University in Danimarca dimostrano che c'è un rischio aumentato di sviluppare un disturbo psichiatrico nel nascituro causato dall'utilizzo di antidepressivi durante la gravidanza. Lo dimostra uno studio pubblicato su BMJ.

L'uso di antidepressivi è in aumento da molti anni. Tra il 2 e l' 8% delle donne incinte assumono antidepressivi. Ora i ricercatori della Aarhus University in Danimarca dimostrano che c'è un rischio aumentato di sviluppare un disturbo psichiatrico nel nascituro causato dall’utilizzo di antidepressivi durante la gravidanza. Lo dimostra uno studio pubblicato su BMJ.

I ricercatori, guidati da Xiaoqin Liu, hanno applicato la ricerca basata sul registro allo studio di 905.383 bambini nati tra il 1998 e il 2012 con l' obiettivo di esplorare i possibili effetti negativi dell' uso di antidepressivi da parte della madre durante la gravidanza.

Hanno scoperto che dei 905.383 bambini studiati, 32.400 hanno sviluppato un disturbo psichiatrico più tardi nella vita. Alcuni di questi bambini sono nati da madri che assumevano antidepressivi durante la gravidanza, mentre altri bambini non erano stati esposti a questi farmaci.

"Quando guardiamo ai bambini nati da madri che hanno interrotto e continuato il trattamento antidepressivo durante la gravidanza, possiamo vedere un aumento del rischio di sviluppare un disturbo psichiatrico se le madri hanno continuato il trattamento antidepressivo durante la gravidanza", dice Xiaoqin Liu, che è l' autore principale dell' articolo, che è stato appena pubblicato sul British Medical Journal.

Più specificamente, i ricercatori hanno diviso i bambini in quattro gruppi a seconda dell'uso di antidepressivi da parte della madre prima e durante la gravidanza. I bambini del gruppo 1 non erano stati esposti ad antidepressivi nel grembo materno. Nel gruppo 2, le madri avevano assunto antidepressivi fino alla gravidanza, ma non durante la gravidanza. Nel gruppo 3, le madri stavano usando antidepressivi sia prima che durante la gravidanza. Il gruppo 4  consisteva di bambini, le cui madri avevano iniziato ad assumere gli antidepressivi durante la gravidanza.

Lo studio ha mostrato un aumento del numero di bambini con disturbi psichiatrici nel gruppo in cui le madri avevano usato antidepressivi durante la gravidanza. A circa il doppio dei bambini è stato diagnosticato un disturbo psichiatrico nel gruppo 4 (14,5%) rispetto al gruppo 1 (8%) che fungeva da controllo. Nei gruppi 2 e 3, rispettivamente, all'età di 16 anni sono stati diagnosticati disturbi psichiatrici all' 11,5% e 13,6%.

I disturbi psichiatrici sono ereditari
Nelle loro analisi, i ricercatori hanno tenuto conto del fatto che l'ereditarierà contribuisce anche a determinare le persone cui nel corso della vita sarà diagnosticato un disturbo psichiatrico, e che non si tratta solo di essere esposti o meno ad antidepressivi nel grembo materno.

"Abbiamo scelto di condurre lo studio partendo dal presupposto che i disturbi psichiatrici sono altamente ereditari. Per questo motivo, volevamo dimostrare che l’osservazione è troppo ristretta se si guarda solo all' autismo, che è ciò che molti studi precedenti hanno fatto. Se l' ereditarietà gioca un ruolo, altri disturbi psichiatrici come la depressione, l' ansia, i sintomi ADHD-come sarebbero dovuti comparire nei dati raccolti dal trial," dice Trine Munk-Olsen, uno dei ricercatori dello studio.

Infatti, lo studio mostra anche che l'aumento dei disturbi psichiatrici nei bambini esposti ai farmaci antidepressivi nel corso della gravidanza riguarda non solo l’autismo, ma anche altri disturbi psichiatrici come la depressione, l' ansia, e l’ADHD. Diventa così chiaro che il disturbo psichiatrico di fondo della madre conta in relazione alla salute mentale del bambino più tardi nella vita. Allo stesso tempo, non si può escludere che l' uso di antidepressivi aumenti ulteriormente il rischio di malattie psichiatriche nel bambino.

"La nostra ricerca mostra che i farmaci sembrano aumentare il rischio, ma che anche l' ereditarietà gioca un ruolo," dice Trine Munk-Olsen, che sottolinea anche che potrebbero essere le madri che soffrono delle forme più gravi di depressione che hanno bisogno di assumere farmaci durante la gravidanza.

Non è tutto bianco e nero
I ricercatori sperano che lo studio possa aumentare l attenzione sul fatto che i risultati della ricerca non sono solo in bianco e nero. Questo potrebbe aiutare i medici a consigliare le donne sull'uso di antidepressivi sia prima che dopo la gravidanza. Alcune donne potrebbero essere in grado di interrompere il trattamento con il farmaco durante la gravidanza. Tuttavia, i ricercatori riconoscono anche che alcune donne hanno bisogno di farmaci e sottolineano che le conseguenze di una depressione non trattata sono gravi e possono portare a gravi conseguenze sia per la madre che per il bambino.

Il messaggio più importante è che se garantiamo e tuteliamo il benessere mentale delle donne incinte, per alcune di esse ciò comporta l'uso di antidepressivi.

"Queste donne non dovrebbero sentirsi in colpa se assumono antidepressivi. Anche se c'è un rischio maggiore di sviluppare un disturbo psichiatrico più tardi nella vita, la nostra ricerca dimostra che non possiamo incolpare i farmaci da soli. Anche l' ereditarietà gioca un ruolo importante", dice Trine Munk-Olsen.

Antidepressant use during pregnancy and psychiatric disorders in the offspring: A Danish nationwide register-based cohort study, British Medical Journal
leggi