Neurologia e Psichiatria

Eccessiva sonnolenza diurna causata da narcolessia e apnee ostruttive del sonno. Instant Book di PharmaStar

Questo Instant Book affronta il tema dei disturbi del sonno e in particolare della eccessiva sonnolenza diurna. Due cause importanti di eccessiva sonnolenza diurna, pur nella loro estrema diversitą, sono la narcolessia e la sindrome delle apnee ostruttive notturne (OSAS). La prima č una malattia rara, causata da alterazioni dei neutrasmettitori nel cervello, mentre nella seconda la causa del sonno disturbato ha una base organica. 

Questo Instant Book affronta il tema dei disturbi del sonno e in particolare della eccessiva sonnolenza diurna. Due cause importanti di eccessiva sonnolenza diurna, pur nella loro estrema diversità, sono la narcolessia e la sindrome delle apnee ostruttive notturne (OSAS). La prima è una malattia rara, causata da alterazioni dei neutrasmettitori nel cervello, mentre nella seconda la causa del sonno disturbato ha una base organica.

L’ostruzione delle vie aeree comporta delle apnee durante il sonno, con conseguente sensazione di soffocamento. Per questo il sonno risulta disturbato e non riposante senza contare le conseguenze a lungo termine di questo stato patologico.

Le conseguenze della sonnolenza diurna a livello scolastico e lavorativo sono invalidanti e rischiose, in quanto questa viene spesso scambiata per svogliatezza o depressione, oltre a mettere in pericolo la persona nello svolgimento di particolari attività, quali la guida.

Dopo una diagnosi corretta e possibilmente tempestiva, si può instaurare una terapia adeguata. In generale per i disturbi del sonno su base organica, il primo obiettivo è curare il problema alla base. Nel caso delle apnee ostruttive, oltre alle terapie chirurgiche per rimuovere polipi o adenoidi, viene prescritto ossigeno erogato attraverso devices particolari (Continuous positive air way pressure o Cpap).

Ma una certa percentuale di pazienti continua a presentare sonnolenza anche di fronte a un trattamento della malattia sottostante; per questi pazienti, così come quelli narcolettici, si utilizzano allora farmaci che agiscono direttamente sul ritmo sonno veglia. In questo ambito sono già disponibili alcune molecole mentre altre opzioni terapeutiche si stanno rendendo disponibili.

Le novità sono molto importanti anche perché aumentano l’interesse per queste patologie e di conseguenza comportano un avanzamento del sistema stesso, con migliori informazioni per i pazienti, i medici di medicina generale e i pediatri, i primi a confrontarsi con il problema dell’eccessiva sonnolenza diurna.

L’auspicio è che questo Instant Book sia utile a favorire una migliore conoscenza di queste forme patologiche e di conseguenza acceleri, almeno in qualche caso, il processo di diagnosi ei di cura.

SEZIONE DOWNLOAD