Epilessia, Ema approva perampanel per le crisi tonico-cloniche generalizzate primarie

Il farmaco perampanel ha ottenuto l'approvazione Ema in una nuova indicazione, al momento non ancora rimborsata dal SSN: trattamento aggiuntivo di crisi tonico-cloniche generalizzate primarie (Primary Generalized Tonic Clonic Seizure, PGTCS), in pazienti adulti e adolescenti dai 12 anni di etÓ affetti da epilessia generalizzata idiopatica (Idiopatic Generalised Epilepsy, IGE).

Il farmaco perampanel ha ottenuto l'approvazione Ema in una nuova indicazione, al momento non ancora rimborsata dal nostro SSN: trattamento aggiuntivo di crisi tonico-cloniche generalizzate primarie (Primary Generalized Tonic Clonic Seizure, PGTCS), in pazienti adulti e adolescenti dai 12 anni di età affetti da epilessia generalizzata idiopatica (Idiopatic Generalised Epilepsy, IGE).

Perampanel è un nuovo trattamento antiepilettico in monosomministrazione giornaliera disponibile e rimborsato dal SSN Italiano dal mese di maggio 2015. Il farmaco, nell'indicazione trattamento aggiuntivo di crisi epilettiche parziali, con o senza generalizzazione secondaria, in pazienti adulti e adolescenti dai 12 anni di età affetti da epilessia, è già una realtà nell'armamentario terapeutico dello Specialista Neurologo ed ha contribuito a migliorare il benessere di numerosi pazienti.

Perampanel è il primo e unico farmaco antiepilettico che agisce in modo selettivo, non competitivo, sui recettori ionotropici del glutammato di tipo AMPA, un tipo di recettore che sembra svolgere un ruolo essenziale nell'esordio e nella propagazione delle crisi. L'approvazione in Europa di questa nuova indicazione per per il farmaco aumenta le opzioni di trattamento delle crisi PGTC nell'IGE per la prima volta negli ultimi cinque anni.
In Italia si stima che circa 500.000 persone convivano con l'epilessia; e approssimativamente un quinto (100.000) presenta epilessia generalizzata idiopatica con crisi tonico-cloniche generalizzate primarie. Il numero di farmaci antiepilettici approvati per il trattamento delle crisi tonico-cloniche generalizzate primarie è limitato[6] e fino al 20% delle persone con epilessia generalizzata idiopatica non è adeguatamente controllato dalla terapia in atto.

Le crisi PGTC iniziano con una perdita di coscienza e un'improvvisa contrazione muscolare che può causare la caduta della persona (fase tonica). A questa fase seguono delle violente crisi convulsive (fase clonica) fino a quando i muscoli infine si rilassano. Il rischio di lesioni, fratture ossee, trauma cranici e ustioni, aumenta in funzione della frequenza delle crisi generalizzate e dell'età di insorgenza della malattia. La frequenza delle crisi generalizzate aumenta inoltre il rischio di morte improvvisa inaspettata in epilessia (Sudden Unexpected Death in Epilepsy), che si stima sia responsabile di numerosi decessi anche in Italia.

L'efficacia di perampanel come terapia aggiuntiva di crisi PGTC, in pazienti adulti e adolescenti dai 12 anni di età affetti da IGE) è stata dimostrata in uno studio multicentrico, randomizzato, in doppio cieco, controllato verso placebo (studio 332). I pazienti eleggibili in terapia con una dose stabile di 1 3 FAE che manifestavano almeno 3 crisi PGTC durante il periodo basale di 8 settimane sono stati randomizzati al trattamento con perampanel o placebo. La popolazione comprendeva 164 pazienti (perampanel n=82, placebo n=82). I pazienti sono stati titolati nell'arco di quattro settimane a una dose target di 8 mg/die o alla dose massima tollerata e trattati per ulteriori 13 settimane all'ultimo livello di dose raggiunto al termine del periodo di titolazione.

I risultati dello studio 332 hanno evidenziato che: la percentuale di responder al 50% delle crisi PGTC, durante il periodo di mantenimento, è stata significativamente più elevata nel gruppo perampanel (64,2%) rispetto al gruppo placebo (39,5%), p = 0,0019la variazione percentuale mediana della frequenza delle crisi PGTC in 28 giorni, durante i periodi di titolazione e mantenimento (combinati) rispetto alla pre-randomizzazione, è stata maggiore con perampanel (-76,5%) in confronto al placebo (-38,4%), p < 0,0001, il 30,9% dei pazienti trattato con perampanel è risultato libero da crisi PGTC durante il periodo di mantenimento di 13 settimane, rispetto al 12,3 % dei pazienti nel gruppo placebo. Gli eventi avversi emergenti dal trattamento segnalati con maggiore frequenza (≥10%) sono stati capogiro, fatigue, cefalea, sonnolenza e irritabilità.

Perampanel
Perampanel è un antagonista non competitivo altamente selettivo dei recettori del glutammato di tipo AMPA (acido α-amino-3-idrossi-5-metil-4-isossazolpropionico). Si ritiene che questi recettori partecipino allo sviluppo di alcune malattie del sistema nervoso centrale caratterizzate da un'eccessiva neuro-eccitabilità, tra le quali l'epilessia, i disordini neurodegenerativi, i disordini motori, il dolore e i disordini psichiatrici.
Perampanel ha mostrato efficacia ed è indicato per il trattamento aggiuntivo delle crisi a esordio parziale con o senza generalizzazione secondaria, in pazienti adulti e adolescenti epilettici di età pari o superiore a 12 anni e per il trattamento aggiuntivo delle crisi tonico-cloniche generalizzate primarie (PGTC) in pazienti adulti e adolescenti a partire dai 12 anni di età con epilessia generalizzata idiopatica.