Nuovo farmaco 'multi-azione' per l'emicrania acuta raggiunge i due endpoint primari in fase 3

I 'top line results' dello studio MOMENTUM di fase 3 mostrano che il farmaco sperimentale per l'emicrania AXS-07 ha soddisfatto entrambi i suoi endpoint co-primari e diversi outcome chiave secondari. L'annuncio viene dall'azienda produttrice, la Axsome Therapeutics.

I ‘top line results’ dello studio MOMENTUM di fase 3 mostrano che il farmaco sperimentale per l’emicrania AXS-07 ha soddisfatto entrambi i suoi endpoint co-primari e diversi outcome chiave secondari. L’annuncio viene dall’azienda produttrice, la Axsome Therapeutics.

Comunicati dal produttore i risultati dello studio MOMENTUM
I risultati dello studio, che ha incluso quasi 1.600 pazienti adulti con precedente risposta inadeguata al trattamento dell'emicrania acuta, hanno mostrato che un numero significativamente maggiore di partecipanti che hanno ricevuto il farmaco in studio ha ottenuto una maggiore libertà dal dolore e l'assenza dal sintomo più fastidioso 2 ore dopo il trattamento rispetto a coloro che hanno ricevuto un placebo corrispondente.

In un Special Protocol Assessment (SPA) della US Food and Drug Administration (FDA) statunitense, il gruppo che ha ricevuto AXS-07 ha anche ottenuto una maggiore libertà di dolore sostenuta da 2 a 24 ore dopo il trattamento, un maggiore e più prolungato sollievo dall'emicrania e una maggiore riduzione dell'uso di farmaci di salvataggio rispetto a un gruppo trattato con rizatriptan, agonista selettivo del recettore della serotonina , dimostrando la superiorità verso un trattamento di confronto attivo.

«Dato che il rizatriptan è uno dei triptani più efficaci e che lo studio ha arruolato pazienti con emicrania difficile da trattare, questa scoperta è notevole» ha dichiarato, in un comunicato stampa del produttore, Richard B. Lipton, docente di Neurologia e direttore del Montefiore Headache Center dell’Albert Einstein College of Medicine di New York.

«I risultati di questo studio suggeriscono che AXS-07 potrebbe fornire un'importante opzione terapeutica per le persone con emicrania difficile da trattare» ha aggiunto Lipton, ex presidente dell’American Headache Society. Il produttore osserva che, sulla base dei risultati della sperimentazione, è prevista una nuova applicazione di farmaco (NDA, new drug application) alla FDA per il trattamento acuto dell'emicrania per la seconda metà di quest'anno.

La composizione di AXS-07 e i suoi meccanismi d’azione
AXS-07 è un «farmaco sperimentale con molteplici meccanismi d’azione» rapidamente assorbito, riporta la Axsome nel suo comunicato. È costituito da 20 mg di meloxicam MoSEIC TM [complesso di inclusione molecolare a solubilità migliorata] e 10 mg di rizatriptan.

Si ritiene che il farmaco «agisca inibendo il rilascio di CGRP [peptide correlato al gene della calcitonina], invertendo la vasodilatazione mediata dal CGRP e inibendo la neuroinfiammazione, la trasmissione del segnale del dolore e la sensibilizzazione centrale» aggiunge la società. «La tecnologia MoSEIC di Axsome aumenta significativamente la velocità di assorbimento del componente meloxicam dopo la somministrazione orale mantenendo una lunga emivita plasmatica».

I ricercatori dello studio MOMENTUM hanno cercato di valutare il trattamento di un singolo attacco di emicrania di intensità moderata o grave confrontando quattro gruppi di pazienti assegnati in modo randomizzato in un rapporto 2: 2: 2: 1: soggetti trattati con il solo AXS-07 oppure meloxicam o rizatriptan o placebo.

La popolazione esaminata e i sottogruppi di trattamento
Gli investigatori hanno arruolato un totale di 1.594 partecipanti. La popolazione dello studio aveva un punteggio medio di 3,6 al “Migraine Treatment Optimization Questionnaire”, indicativo di una scarsa risposta ai precedenti trattamenti in acuto. Inoltre, la maggior parte dei pazienti (75,4%) aveva allodinia (dolore da stimoli normalmente non dolorosi). Molti erano anche obesi (43,7%) e riferivano di soffrire di emicrania di forte intensità (41,2%) e/o emicrania mattutina (36,6%).

I risultati hanno mostrato che una percentuale significativamente maggiore di partecipanti che hanno ricevuto AXS-07 ha raggiunto la libertà dal dolore 2 ore dopo la somministrazione rispetto a quelli che hanno ricevuto placebo (19,9% vs 6,7%, rispettivamente; P <0,001). Rispetto al gruppo placebo, è stata ottenuta anche una maggiore libertà dal sintomo più fastidioso: nausea, fotofobia o fonofobia (36,9% vs 24,4%, P = 0,002).

«La superiorità di AXS-07 su rizatriptan e MoSEIC meloxicam è stata stabilita come specificato nel SPA» attraverso la dimostrazione di una percentuale maggiore del suo gruppo che ha ottenuto una libertà prolungata dal dolore da 2 a 24 ore dopo il trattamento (16,1% vs 11,2%, P =0 ,04; e 16,1% vs 8,8%, P = 0,001; rispettivamente), nota il produttore. La percentuale del gruppo AXS-07 che ha raggiunto questo endpoint era significativamente maggiore anche rispetto al gruppo placebo (5,3%, P <0,001).  AXS-07 ha anche raggiunto diversi altri outcome chiave secondari rispetto a rizatriptan e placebo, come riportato nella tabella sottostante.


Outcome AXS-07 Rizatriptan Placebo
Sollievo dal dolore prolungato 2-24 ore dopo la dose 53,3% 43,9%
(P = 0,006)
33,5%
(P <0,001)
Sollievo dal dolore prolungato 2-48 ore dopo la dose 46,5% 36,5%
(P = 0,003)
31,1%
(P <0,001)
Sollievo dal dolore 1,5 ore dopo la dose 60,5% 52,5%
(P = 0,02)
48,3%
(P = 0,004)
Uso di farmaci di salvataggio 23% 34,7%
(P <0,001)
43,5%
(P <0,001)


Rispetto ai pazienti che hanno ricevuto rizatriptan, quelli trattati con AXS-07 hanno anche mostrato un miglioramento maggiore alla Patient Global Impression of Change scale (P = 0,02) e una maggiore percentuale di ritorno al normale funzionamento a 24 ore (P = 0,03).

Gli eventi avversi (AE) più comunemente riportati per il gruppo che ha ricevuto il nuovo farmaco in studio sono stati nausea, vertigini e sonnolenza. Tuttavia, nessuno di questi AE si è verificato in oltre il 3% del gruppo o a un tasso maggiore rispetto al gruppo placebo. Sebbene si sia verificato un evento avverso grave nel gruppo AXS-07, i ricercatori hanno ritenuto che non fosse correlato al trattamento.

Le prospettive a breve e medio termine
«Questi dati hanno implicazioni potenzialmente importanti per la cura del paziente dato l'alto tasso di risposta inadeguata e insoddisfazione del paziente per i trattamenti attuali» dichiara nel comunicato Herriot Tabuteau, amministratore delegato di Axsome. «Sulla base del feedback della FDA, Axsome ritiene che MOMENTUM sarà l'unica prova di efficacia richiesta per supportare un deposito NDA per AXS-07 per il trattamento acuto dell'emicrania».

Il farmaco, inoltre, è in fase di valutazione nello studio INTERCEPT di fase 3, attualmente in corso; i partecipanti a questo studio devono però ricevere il farmaco al primo segno di emicrania.