RRSM, profarmaco del DMF riduce in modo significativo le lesioni Gd+ e gli eventi avversi gastroenterici

Un nuovo agente in sviluppo (ALKS 8700) per il trattamento della sclerosi multipla (SM) recidivante-remittente (RRSM) ha ridotto significativamente il numero di lesioni captanti il gadolinio (Gd+) viste dai ricercatori alla RM a 1 anno rispetto al basale. Se ne Ŕ parlato a Los Angel, durante le sessioni scientifiche dell'American Academy of Neurology (AAN) 2018 Annual Meeting.

Un nuovo agente in sviluppo (ALKS 8700) per il trattamento della sclerosi multipla (SM) recidivante-remittente (RRSM) ha ridotto significativamente il numero di lesioni captanti il gadolinio (Gd+) viste dai ricercatori alla RM a 1 anno rispetto al basale. Se ne è parlato a Los Angel, durante le sessioni scientifiche dell’American Academy of Neurology (AAN) 2018 Annual Meeting.

I risultati mostrano che su 374 partecipanti con dati RM disponibili, il numero di lesioni Gd+ è diminuito dell'80% rispetto al basale, da un valore medio di 1,5 a 0,3 (P inferiore a 0,0001). Lo studio è il primo a riportare i risultati di efficacia clinica in pazienti con RRSM e trattati con ALKS 8700.

ALKS 8700, trattamento modificante la malattia per os
Questo studio in aperto, a braccio unico, di fase 3, volto a valutare i risultati di imaging della riduzione delle lesioni Gd+ dopo il trattamento «conferisce credibilità ad ALKS 8700 come trattamento orale per la RRSM» ha affermato - durante una emerging scientific session del meeting AAN - Robert T. Naismith, professore associato di Neurologia alla Washington University School of Medicine di St. Louis, nel Missouri.

EVOLVE-MS-1 è uno studio in corso di 2 anni che valuta la sicurezza e l'efficacia a lungo termine di ALKS 8700, un profarmaco del monometilfumarato (il metabolita attivo del dimetilfumarato [DMF]). La Food and Drug Administration ha approvato il DMF orale per il trattamento della RRSM.

Precedenti studi condotti con DMF su questa popolazione hanno rivelato che gli effetti avversi (AE) più comuni erano quelli gastrointestinali (GI). «L'ipotesi è che questo profarmaco abbia migliorato la tollerabilità a livello del sistema GI» ha affermato Naismith.

Trial EVOLVE-MS-1: risultati ad interim con follow-up a 1 anno
Nell’EVOLVE-MS-1 i ricercatori hanno arruolato 528 adulti con RRSM fino al gennaio 2018. L'età media dei partecipanti era di 41 anni, il 72% era di sesso femminile e il tempo medio dall'esordio della RRSM era di 9,7 anni al basale. Circa il 93% dei pazienti era di etnia caucasica e tre quarti erano stati precedentemente trattati per RRSM.

In base ai risultati ad interim a 1 anno dello studio di fase 3, la quota dei 374 pazienti senza lesioni da gadolinio è aumentata dal 66% al basale all'89% a 1 anno. Allo stesso tempo, la quota con 1-4 lesioni Gd+ è diminuita dal 26% al 10%, con 5-8 lesioni Gd+ è scesa dal 5% allo 0,3% e quella con 9 o più lesioni Gd+ è diminuita dal 3,2% allo 0,8%.

A 1 anno i ricercatori hanno osservato lesioni T2 nuove o ingrandite nell'8,6% dei 374 pazienti. Hanno anche trovato nuove lesioni ipointense T1 nel 5,6% della coorte di imaging. «La mancanza di un gruppo di controllo e l'uso di endpoint di studio considerati esplorativi sono potenziali limiti dello studio» ammette il ricercatore.

Ulteriori ricerche in corso
Oltre a proseguire la valutazione per sicurezza e tollerabilità a lungo termine nell’ambito del presente studio, ALKS 8700 viene anche valutato in combinazione con 240 mg di DMF due volte al giorno nel trial EVOLVE-MS-2, randomizzato, in doppio cieco e della durata di 5 settimane, che sta esaminando la tollerabilità GI dell’associazione in pazienti con RRSM.

Come detto, il DMF orale è stata approvato per il trattamento della RRSM e ha dimostrato di ridurre significativamente l'attività clinica di malattia e quella alla RM ma è comunemente associata a eventi GI. Il monometil fumarato è il metabolita attivo del DMF e, come profarmaco del monometil fumarato, ALKS 8700 è stato sviluppato per funzionare in modo simile al DMF, ma con una tollerabilità GI migliorata, ha spiegato Naismith.

Si tratta comunque di risultati intermedi, è stato precisato, ma si ritiene che anche l'analisi finale sarà interessante. Alkermes Inc e Biogen stanno sviluppando insieme ALKS 8700 come trattamento modificante la malattia (DMT, disease modifying treatment) per via orale per le forme recidivanti di SM.

A.Z.

Riferimento bibliografico:
Leigh-Pemberton R, et al. MRI and Relapse Results for ALKS 8700 in Patients with Relapsing Remitting Multiple Sclerosis: 1-year Interim Results from the Phase 3 EVOLVE-MS-1 Study. American Academy of Neurology (AAN) 2018 Annual Meeting. Emerging Science Abstract 006. Presented April 24, 2018.