Sclerosi multipla, al congresso ECTRIMS 2016 Merck presenterà nuovi dati su sicurezza ed efficacia a lungo termine di cladribina compresse

Neurologia

La tedesca Merck annuncia che nel corso del 32° Congresso dell'European Committee for Treatment and Research in Multiple Sclerosis (ECTRIMS) che si terrà a Londra dal 14 al 17 settembre, ha in programma importanti simposi e più di 30 presentazioni di dati clinici su Cladribina compresse, piccolo molecola di sintesi, orale in fase di sperimentazione per il trattamento della SM recidivante-remittente (SMRR) e sul suo interferone beta-1a ad alto dosaggio e alta frequenza di somministrazione per le forme recidivanti di SM.

La tedesca Merck annuncia che nel corso del 32° Congresso dell’European Committee for Treatment and Research in Multiple Sclerosis (ECTRIMS) che si terrà a Londra dal 14 al 17 settembre, ha in programma importanti simposi e più di 30 presentazioni di dati clinici su Cladribina compresse, piccolo molecola di sintesi, orale in fase di sperimentazione per il trattamento della SM recidivante-remittente  (SMRR) e sul suo interferone beta-1a ad alto dosaggio e alta frequenza di somministrazione per le forme recidivanti di SM.

“Merck é impegnata nel migliorare la cura del paziente e nell’offrire soluzioni terapeutiche che aiutino a rispondere a bisogni medici non ancora soddisfatti delle persone con SM, concentrandosi sull’efficacia, il dosaggio, la durata e la sicurezza” – ha dichiarato Luciano Rossetti, Global Head of Research & Development per il business biopharma di Merck. “Merck è lieta di condividere ulteriori dati sul suo interferone beta-1a e su Cladribina compresse con la comunità scientifica in occasione del Congresso Ectrims di quest’anno”.

Le presentazioni orali includono: un confronto tra lo studio CLARITY e l’estensione dello studio CLARITY, che ha esaminato la durata della risposta del risultato clinico di Cladribina compresse e i risultati dello studio SOLAR, che ha esaminato gli effetti dell’aggiunta di alte dosi di colecalciferolo (vitamina D3) alla terapia con interferone beta-1a per i pazienti con SMRR.
Vi saranno poster che riporteranno dati clinici e di risonanza magnetica in pazienti trattati con Cladribina compresse o con interferone beta-1°, nonché “patient-reported outcomes” (effetti misurati direttamente dai pazienti) di pazienti trattati con l’interferone beta-1° di Merck.

Vi saranno poi presentazioni di studi di economia sanitaria che verteranno su temi importanti che riguardano i pazienti con SM, inclusi quelli relativi alla gravidanza.