Ian Read CEO di Pfizer si dimetterÓ a fine anno, verrÓ sostituito da Albert Bourla

Pfizer ha reso noto che il CEO Ian Read lascerÓ la sua posizione alla fine dell'anno. A partire dal 1░ gennaio 2019 verrÓ sostituito da Albert Bourla, attuale direttore operativo della societÓ Read passerÓ dalla sua posizione attuale, che comprende anche quella di presidente, a quella di presidente esecutivo del consiglio di amministrazione.

passaggio del testimone tra Ian Read (a sinistra) e Albert Bouria (a destra)

Pfizer ha reso noto che il CEO Ian Read lascerà la sua posizione alla fine dell'anno. A partire dal 1° gennaio 2019 verrà sostituito da Albert Bourla, attuale direttore operativo della società Read passerà dalla sua posizione attuale, che comprende anche quella di presidente, a quella di presidente esecutivo del consiglio di amministrazione.

Read ha assunto la posizione di amministratore delegato nel 2010, diventando presidente l'anno successivo. Sotto l’operato di Read, l'azienda americana ha ottenuto l'approvazione Fda per 30 prodotti e l’attuale pipeline ha un potenziale per circa 25-30 approvazioni entro il 2022.

Il manager ha dichiarato: "ora è il momento giusto per un cambiamento di leadership e Bourla è la persona giusta per guidare Pfizer nell'era a venire". Read ha aggiunto: "Con 25 anni in Pfizer, Bourla ha sviluppato una vasta conoscenza del settore e ha dimostrato la capacità di costruire e far crescere le aziende".

Bourla, 56 anni, è stato nominato al suo attuale ruolo all'inizio del 2018, dopo aver ricoperto in precedenza numerosi incarichi in Pfizer, tra cui quello di responsabile della divisione Innovative Health dell'azienda e presidente di gruppo del settore vaccini, oncologia e salute dei consumatori. Commentando la sua nomina al ruolo di CEO, Bourla ha dichiarato: "Apprezzo la fiducia che Read e il consiglio di amministrazione hanno riposto in me".

Commentando la nomina di Bourla, Shantanu Narayen, lead independent director del consiglio di amministrazione di Pfizer, ha detto che "fa parte di un ponderato processo di pianificazione pluriennale della successione. Narayen ha aggiunto che "durante un periodo straordinario per l'azienda, siamo riusciti a gestire con successo la perdita di 23 miliardi di dollari di ricavi a causa delle perdite di esclusività dei prodotti, guidando al contempo una performance finanziaria forte e coerente e investendo per il futuro".