Infettivologia, le principali novità del congresso SIMIT 2019. On line il Quaderno di PharmaStar

Infezioni ospedaliere multiresistenti. Farmaci per l'HIV. Antivirali contro l'epatite C. Infezioni sessualmente trasmissibili che tornano alla ribalta. Nuovi virus e vecchie conoscenze destinate a cambiare il panorama internazionale dell'infettivologia. Sono queste le pricipali novità del XVIII congresso della SIMIT che si è svolto a Palermo dal 25 al 27 novembre 2019 e che con le sue 128 pagine, 26 interviste e 29 articoli, il nuovo Quaderno di PharmaStar cerca di raccontare.

Infezioni ospedaliere multiresistenti. Farmaci per l’HIV sempre più efficaci e che garantiscono una carica virale azzerata tale da non trasmettere l’infezione. Antivirali contro l’epatite C efficaci anche in pazienti difficili da trattare e che presentano comorbidità. Infezioni sessualmente trasmissibili che tornano alla ribalta. Nuovi virus e vecchie conoscenze destinate a cambiare il panorama internazionale dell’infettivologia.

Sono queste le pricipali novità del XVIII congresso della SIMIT, che si è svolto a Palermo dal 25 al 27 novembre 2019. Con le sue 128 pagine, 26 interviste e 29 articoli, il nuovo Quaderno di PharmaStar cerca di raccontare le novità più rilevanti.



L’Italia è prima in Europa per numero di morti legate ad infezioni causate da batteri resistenti agli antibiotici: dei 33mila decessi che avvengono ogni anno, infatti, oltre 10mila si registrano nel nostro Paese. Lo dice l’Istituto Superiore di Sanità sottolineando che, pur in presenza di un “trend in leggero calo, i valori restano oltre la media europea”.

Gli antibiotici rappresdentano una risorsa per la nostra salute che va utilizzata bene. Abbiamo a disposizione nuovi antibiotici, delle combinazioni che grazie a precise caratteristiche farmacologiche sono altamente efficaci, come discusso in una sessione congressuale.

Altro argomento di grande interesse rimane l’Hiv. Nel 2018, sono state riportate (entro il 31 maggio 2019) 2.847 nuove diagnosi di infezione da HIV pari a 4,7 nuovi casi per 100mila residenti. Durante il congresso sono stati illustrati nuovi dati sulle duplici e triplici terapie e discusso l’importante concetto dell’U=U, non rilevabile=non trasmissibile oltre che il futuro delle terapie long acting.

Ad oggi sono stati trattati con le nuove terapie per l’HCV circa 196mila malati, con benefici sia sotto il profilo clinico che socioeconomico. Le nuove terapie sono in grado di eradicare il virus in poche settimane, sono efficaci nel 98% dei casi e senza effetti collaterali.

I vaccini sono un altro caposaldo degli infettivologi italiani. Bisogna partire da campagne vaccinali diffuse a tutta la popolazione e soprattutto negli ospedali per i pazienti a rischio.

Durante il congresso si è tenuto anche un importante appuntamento interamente dedicato al Patto Trasversale per la Scienza. “Si tratta di un’associazione che nasce per promuovere la diffusione della scienza e del metodo scientifico sperimentale in Italia –ha spiegato Cascio- ai fini di superare gli ostacoli della disinformazione su temi scientifici e a tutela della salute del cittadino, così da difenderlo dalle fake news.

Scaricate il Quaderno, leggetelo, guardate i nostri video. Se vi sarà piaciuto, condividetelo e fate girare le informazioni. Buona lettura.