Novartis punta sulla terapia genica della SMA con un affare da $8,7 miliardi

Novartis si rafforza ulteriormente nel campo della terapia genica con un accordo da 8,7 miliardi di dollari per acquisire la biotech americana AveXis che offre alla società svizzero un nuovo trattamento per una malattia rara, con un fatturato potenziale di miliardi di dollari, e, parallelamente, rafforza la sua base tecnologica in questo ambito.

Novartis si rafforza ulteriormente nel campo della terapia genica con un accordo da 8,7 miliardi di dollari per acquisire la biotech americana AveXis che offre alla società svizzero un nuovo trattamento per una malattia rara, con un fatturato potenziale di miliardi di dollari, e, parallelamente,  rafforza la sua base tecnologica in questo ambito.

L’accordo prevede un esborso di 218 dollari per azione per un totale di 8,7 miliardi di dollari in contanti. La transazione è stata approvata all'unanimità dai consigli di amministrazione di entrambe le società. Novartis spera di completare l'operazione entro la metà del 2018. La somma concordata rappresenta un premio del 72% al prezzo medio delle azioni di AveXis ponderato per il volume a 30 giorni.
Novartis ha una solida liquidità, anche perché ha appena ceduto a GSK la sua quota della joint venture tra le due aziende incentrata sui farmaci OTC formatasi nel 2014 che la porterà ad incassare circa $13 miliardi.

"La proposta di acquisizione di AveXis offre un'opportunità straordinaria per trasformare la cura di SMA...", ha dichiarato in un comunicato Vas Narasimhan che dal 1 febbraio è il Chief Executive di Novartis. "L'acquisizione accelererà la nostra strategia di perseguire terapie di prima classe ad alta efficacia e amplierà la nostra leadership nelle neuroscienze. Con il team di AveXis guadagneremmo un'altra piattaforma di terapia genica, oltre alla nostra piattaforma CAR-T per il cancro, per far progredire una pipeline crescente di terapie geniche in tutte le aree terapeutiche".

Lo scorso novembre AveXis ha presentato i dati molto favorevoli di un piccolo studio sulla SMA. Dei 15 pazienti in Fase I, tutti sono stati in grado di raggiungere i 20 mesi senza la necessità di un costante supporto respiratorio, o di morire. E molti hanno ottenuto miglioramenti nei sintomi motori, facendo ipotizzare la possibilità di utilizzare una terapia una tantum per una malattia rara ma terribile.

AveXis ha prevede di iniziare i colloqui con le autorità regolarie Usa nel secondo trimestre per un incontro pre-BLA al fine di mettere a punto una strategia che consenta di ottenere il più velocemente possibile l'approvazione di marketing per la loro terapia, che potrebbe soppiantare Spinraza, la nuova e costosa terapia anti SMA prodotta da Biogen e Ionis.

Novartis punta moltissimo sul principale farmaco di AveXis, AVXS-101, un prodotto in sviluppo per l'atrofia muscolare spinale (SMA), nonché sull'esperienza e sulle capacità produttive di terapia genica dell'azienda dell'Illinois, per rafforzare il business delle neuroscienze di Novartis, una delle principali aree d'interesse dell'azienda svizzera.

AVXS-101 è una terapia genica proprietaria progettata per fornire una copia funzionale del gene SMN alle cellule motoneuronali, mirando a prevenire ulteriormente la degenerazione muscolare.
AveXis sta inoltre sviluppando candidati alla terapia genica nella Sindrome di Rett e nella sclerosi laterale amiotrofica ereditaria (SLA).

Questo è il secondo importante accordo di terapia genica di Novartis quest'anno dopo che ha accettato di pagare in anticipo $105 milioni e fino a un altro $65 milioni di pagamenti pietra miliare per i diritti al di fuori degli Stati Uniti al trattamento del farmaco anti cecità di Spark Luxturna.

"L’accordo ci fornisce anche ulteriore know how di terapia genica", ha dichiarato Vas Narasimhan che dal 1 febbraio è il Chief Executive di Novartis. "Nel Novartis Institutes for Biomedical Research abbiamo un solido portafoglio interno di terapie geniche in oftalmologia e neuroscienze. E non vediamo l'ora di utilizzare le capacità e le capacità di sviluppo tecnico di AveXis per essere in grado di portare avanti questo portafoglio di prodotti".

Novartis ha dichiarato che l'acquisizione avrebbe leggermente intaccato il risultato operativo di base nel 2018 e 2019, a causa dei costi di ricerca e sviluppo, prima di "contribuire fortemente" al profitto e all'utile di base per azione nel 2020 con l'accelerazione delle vendite.

Narasimhan, ha dichiarato che la popolazione totale di pazienti per la SMA è di 23.500 persone nei mercati consolidati. La SMA è una malattia genetica che colpisce la parte del sistema nervoso che controlla il movimento volontario dei muscoli e che comunemente porta alla morte nei bambini piccoli.

Narasimhan ha dichiarato che l'operazione riflette la strategia di Novartis di cercare nuovi farmaci e nuove tecnologie per rafforzare il portafoglio di farmaci che sta sviluppando internamente.
"Il nostro obiettivo è quello di continuare a costruire sui nostri farmaci di base", ha detto. "Con l'uscita della partecipazione di GSK, la nostra intenzione era quella di ridistribuire il capitale nel nostro core business".