Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Tumore del polmone EGFR+, osimertinib in prima linea migliora la sopravvivenza


Cancro al seno triplo negativo, aggiunta di pembrolizumab neoadiuvante aumenta la risposta


Tumori di rene e vescica, quali novità per la terapia dal congresso ESMO2019?


Tumore polmonare non a piccole cellule, gli studi top del congresso ESMO2019


Oncologia toracica, novità da ESMO2019 su microcitoma, carcinoma timico, biopsia liquida e TMB


Tumori del sangue, che cos'è SOHO Italy?


Leucemia mieloide acuta, i nuovi farmaci disponibili o in arrivo in Europa


Leucemia mieloide acuta, arriva in Italia chemio ‘intelligente’ con CPX-351


Leucemia mieloide acuta, qual è il ruolo del trapianto allogenico nell’era delle terapie target?


Leucemia mieloide acuta e profilazione molecolare, a che punto siamo?


Terapie con cellule CAR T nei linfomi: a che punto siamo?


Leucemia mieloide acuta, gli studi italiani in corso o ai nastri di partenza


Leucemia mieloide cronica, come si cura oggi in Italia?


Con la dieta giapponese meno cancro alla prostata e si vive più a lungo


Le nuove frontiere dell'ematologia: presente e futuro della terapia con CAR-T cell


Leucemia Mieloide Acuta, nuovi farmaci in arrivo e grande impulso all’arma dei trapianti


Avanza la ricerca nella terapia genica per “guarire” dall’emofilia A e B


Linfomi non Hodgkin, grandi promesse dalle nuove terapie in arrivo


Cancro al seno triplo negativo iniziale, efficace l'immunoterapia con pembrolizumab


Le CAR T-cells nei tumori solidi: mito o realtà?


Tumore al polmone ALK+, diagnosi possibile anche con la biopsia liquida


Tumore del polmone non a piccole cellule, pembrolizumab efficace anche con metastasi cerebrali


ARTICOLI

Emofilia, la terapia biotech colpisce di più il sistema immunitario nei primi mesi di terapia

Chi soffre di emofilia ha un difetto della coagulazione del sangue: il suo organismo non riesce a controllare il sanguinamento, e anche una minima ferita può diventare una grave emorragia. I pazienti devono sottoporsi a cure costanti, sin dalla nasci[...]

Ca al seno metastatico, vaccino PANVAC aggiunto a docetaxel potrebbe dare un beneficio

L'aggiunta di un vaccino antitumorale derivato da un poxvirus geneticamente modificato (PANVAC) a docetaxel può conferire un beneficio clinico alle pazienti con un carcinoma mammario metastatico. A suggerirlo è uno studio randomizzato di fase II, in [...]

Leucemia linfatica cronica, sopravvivenza libera da malattia prolungata in alcuni pazienti con il regime FCR

I pazienti con leucemia linfatica cronica con il gene IGHV mutato trattati con il regime fludarabina, ciclofosfamide e rituximab (FCR) ottengono una sopravvivenza libera da malattia prolungata. Lo evidenzia un’analisi dei dati dello studio di fase II[...]

Tumore del polmone, Pfizer e Merck iniziano nuovo studio con avelumab

Merck e Pfizer hanno annunciato l’avvio di uno studio clinico internazionale di fase 3 per la valutazione dell’anti PD-L1 avelumab (MSB0010718C) rispetto alla chemioterapia a base di platino nel tumore del polmone non a piccole cellule (Nsclc) avanz[...]

Trapianti, micofenolato mofetile può aumentare il rischio di linfoma primitivo del sistema nervoso centrale

Nei pazienti che sono stati sottoposti a un trapianto di organi solidi, l’immunosoppressore micofenolato mofetile potrebbe essere collegato a un aumentato del rischio di linfoma primitivo del sistema nervoso centrale (SNC). A suggerirlo è un nuovo st[...]

Ca renale, aggiunta di lenvantinib a everolimus frena la progressione

I pazienti con un carcinoma a cellule renali in cui la malattia ha progredito dopo un precedente trattamento con un anti-VEGF hanno mostrato un ritardo della progressione della malattia quando sono stati trattati con l’anti-VEGF lenvatinib come agent[...]

Melanoma avanzato, interferone intermittente non migliora la sopravvivenza

In pazienti con melanoma in stadio III resecato, la somministrazione intermittente per via endovenosa di inteferone-alfa-2b ad alto dosaggio non si è dimostrata superiore alla terapia convenzionale con inteferone-alfa-2b ad alto dosaggio per un anno.[...]

Ca alla prostata resistente alla castrazione, olaparib promettente in alcuni pazienti refrattari

Il trattamento quotidiano con il PARP inibitore olaparib ha portato a una percentuale di risposta del 33% in pazienti con un tumore alla prostata refrattario e in progressione nello studio internazionale di fase II TOPARP, appena pubblicato sul New E[...]

Ca al seno, possibile legame tra linfociti infiltranti e sopravvivenza

Nelle pazienti con un carcinoma mammario positivo HER2-positivo in stadio iniziale sottoposte alla chemioterapia, livelli elevati di linfociti infiltranti il tumore stromali sono associati a una sopravvivenza libera da recidiva (RFS) superiore Non è [...]

Tumori rari: parlamentari, pazienti e società scientifiche chiedono Reti dedicate

Sono chiamati tumori rari ma complessivamente rappresentano oltre il 20% di tutti i nuovi casi di tumore, con circa 85.000 diagnosi l'anno. Attualmente sono almeno 600.000 gli italiani che convivono con una delle circa 200 forme clinicamente distinte[...]

Ropeginterferone alfa-2b promettente per la policitemia vera

Interferone alfa-2b, un'isoforma dell'interferone alfa-2b monopegilata di nuova generazione, somministrabile una volta ogni 2 settimane, si è dimostrato sicuro ed efficace nei pazienti con policitemia vera in uno studio di fase I/II di dose escalatio[...]

Ca renale, aggiunta del vaccino IMA901 a sunitinib delude in fase III

L'aggiunta del vaccino multipeptidico IMA901 a sunitinib non ha migliorato i risultati rispetto al solo sunitinib come terapia di prima linea per il carcinoma a cellule renali avanzato o metastatico.

Carcinoma polmonare, con pembrolizumab sopravvivenza globale superiore alla chemio

MSD ha annunciato i risultati dello studio KEYNOTE-010 su pembrolizumab nel carcinoma polmonare avanzato non a piccole cellule (NSCLC) che dimostrano che il trial ha raggiunto il suo obiettivo primario.

Ca epatico avanzato, delude la combinazione tigatuzumab più sorafenib

L'anticorpo monoclonale tigatuzumab in combinazione con sorafenib non si è dimostrato efficace nel trattamento di pazienti con un carcinoma epatocellulare avanzato in uno studio randomizzato multicentrico di fase II pubblicato di recente sul Journal [...]

Mieloma multiplo, fattori di base predittivi di risposta precoce alla terapia

Nei pazienti con mieloma multiplo di nuova diagnosi sintomatico, l'età e i valori di alcuni parametri di laboratorio possono essere predittivi di una risposta rapida alla terapia iniziale. Lo evidenzia un'analisi su 1304 pazienti presentata di recent[...]

Tumori gastrointestinali, nuovi dati sui benefici dell'aspirina dopo la diagnosi

Il consumo di aspirina post-diagnosi è risultato associato quasi a un raddoppio della sopravvivenza nei pazienti con tumori gastrointestinali in un ampio studio osservazionale di autori olandesi presentato di recente a Vienna, in occasione dello Euro[...]

Ca midollare della tiroide con RET mutato, cabozantinib allunga la vita

L'inibitore delle tirosin chinasi cabozantinib ha migliorato in modo significativo la sopravvivenza globale (OS) e mostrato un profilo di sicurezza favorevole in pazienti con carcinoma midollare della tiroide positivo alla mutazione M918T del gene RE[...]

Melanoma avanzato, risposte durature con tremelimumab in alcuni pazienti

Il blocco della proteina CTLA-4 con l'anticorpo monoclonale tremelimumab ha permesso ad alcuni pazienti con melanoma avanzato di ottenere risposte obiettive durature, mantenute almeno per 12 anni. Lo evidenziano i risultati di uno studio retrospettiv[...]

IMMU-32, nuovo coniugato anticorpo-farmaco promettente nel ca al polmone metastatico già trattato

I risultati di uno studio di fase I/II presentato in occasione della recente World Conference on Lung Cancer (WCLC) a Denver, in Colorado, mostrano che in pazienti con un cancro del polmone non a piccole cellule (NSCLC) o a piccole cellule (SCLC) met[...]

Vemurafenib delude nel ca del colon-retto con mutazione V600 di BRAF

Contrariamente a quanto accade nei pazienti affetti da melanoma portatori della mutazione V600 del gene BRAF, vemurafenib in monoterapia non ha mostrato un'attività clinica significativa nei pazienti con tumore del colon-retto portatori di questa ste[...]