Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Carcinoma a cellule squamose, che cos'è e come riconoscerlo in tempo


Carcinoma a cellule squamose, per le forme avanzate nuove possibilità di cura con l'immunoterapia


Melanoma: trattare precocemente con i farmaci immuno-oncologici previene recidive e metastasi


Giornata Nazionale per la lotta contro Leucemie, Linfomi e Mieloma: 50 anni di impegno di AIL


Sindromi mielodisplastiche: quali sono le possibilità di cura?


Leucemia linfatica acuta: quali sono le possibilità di cura?


Leucemia mieloide acuta: quali sono le possibilità di cura?


Accesso all'innovazione in oncologia: quali sono le sfide?


Costi del cancro del polmone, dati favorevoli da studio italiano di farmacoeconomia su osimertinib


Come si decide l'accesso all'innovazione farmaceutica in un grande centro oncologico


Per i cittadini cosa significa l'accesso all'innovazione in oncologia?


Come si decide l'accesso all'innovazione farmaceutica nella regione Emilia Romagna


CAR T-cells per il mieloma multiplo, a che punto siamo?


Come si producono le CAR T-cells? Le sfide da superare


Biopsia liquida, novità per il monitoraggio del tumore al polmone


Smascherare le mutazioni genetiche rare nei tumori, ci pensa il Progetto Vita


Il ruolo dell'anatomo patologo in campo oncologico


Tumore al polmone, nuovi test all'orizzonte per la diagnosi precoce


Talassemia, la terapia genica funziona anche nel lungo termine e in diversi genotipi di malattia


Tumori testa-collo: pembrolizumab in prima linea riduce la mortalità del 40 per cento


Tumore del polmone: pembrolizumab quadruplica la sopravvivenza a 5 anni


Tumori pediatrici, nuovi farmaci mirati contro le alterazioni dei geni NTRK, ROS o ALK


ARTICOLI

Leucemia linfoblastica acuta a cellule B, risposta completa elevata con nuova immunoterapia cellulare anti-CD19

L'immunoterapia con cellule T modificate in modo da esprimere il recettore chimerico (CAR) 19-28z diretto contro l'antigene CD-19 si è associata a una risposta completa elevata nei pazienti con leucemia linfoblastica acuta a cellule B recidivata o re[...]

Mieloma multiplo, combinazione vorinostat più lenalidomide attiva come mantenimento

La combinazione di lenalidomide e l'inibitore dell'e stone deacetilasi (HDAC) vorinostat, potrebbe essere efficace come terapia di mantenimento nei pazienti con mieloma multiplo che sono stati sottoposti al trapianto autologo di cellule staminali.

Ca al seno HER2+, neratinib riduce le recidive

Il trattamento per un anno con l'inibitore delle tirosin chinasi neratinib subito dopo trastuzumab più la chemioterapia adiuvante ha migliorato leggermente la sopravvivenza libera da malattia (DFS) invasiva rispetto al placebo in quasi tutte le pazie[...]

Ca gastrico MET-positivo avanzato, rilotumumab non migliora la sopravvivenza

L'aggiunta di rilotumumab, anticorpo monoclonale diretto contro il fattore di crescita degli epatociti (HGF), a epirubicina, cisplatino e capecitabina (ECX) come terapia di prima linea per i pazienti con adenocarcinoma gastrico o della giunzione gast[...]

Leucemia Acuta Mieloide, tosedostat centra end point in trial di fase II

E' a firma italiana la presentazione dei risultati di uno studio di Fase 2 condotto con tosedostat su pazienti affetti o da Leucemia Acuta Mieloide (LAM) primaria (de novo) o derivante da una Sindrome Mielodisplastica (SMD). Presentati a Vienna in oc[...]

Calcioantagonisti non aumentano rischio di tumore al seno

Uno studio presentato pochi giorni fa al congresso annuale 2015 dell'ASCO (American Society of Clinical Oncology) dimostra che l'assunzione, anche a lungo termine, di calcioantagonisti non altera il rischio di sviluppare tumore al seno nelle donne tr[...]

Tumori neuroendocrini, a Milano si fa il punto

I dati illustrati oggi nella prima ‘Milan NET Conference' dal Centro NET dell'Istituto Nazionale dei Tumori rivelano che la sopravvivenza dopo dieci anni dal trapianto di fegato raggiunge l'80 per cento nei pazienti affetti da queste neoplasie, di cu[...]

Tumori: serve subito il piano nazionale della cronicità

Oggi in Italia vivono circa tre milioni le persone con una diagnosi di tumore. Un vero e proprio esercito di pazienti, le loro necessità spaziano dall'accesso alle terapie più efficaci, alle visite di controllo (follow up), alla preservazione della f[...]

Ematologia nell'era della precisione: migliora l'efficacia delle terapie, aumentano le speranze per i pazienti

Gli specialisti la definiscono “Ematologia di precisione”. È il frutto di anni di ricerche e studi che hanno rivoluzionato l'approccio diagnostico e terapeutico alle malattie del sangue e hanno ridato la speranza della guarigione a pazienti che sembr[...]

Leucemia mieloide cornica, da grande studio europeo conferme per nilotinib in prima linea

Al 20° Congresso della European Hematology Association (EHA), in corso a Vienna sono stati presentati i risultati dello studio di Fase IIIb ENEST1st, condotto condotto in 26 Paesi europei su oltre 1000 pazienti con leucemia mieloide cronica (LMC) di [...]

Linfoma follicolare, promette bene polatuzumab vedotin

In uno studio presentato al recente convegno dell'American Society of Clinical Oncology (ASCO), a Chicago, pazienti con linfoma follicolare recidivato o refrattario trattati con polatuzumab vedotin più rituximab hanno mostrato percentuali di risposta[...]

Ca alla prostata metastatico, aggiunta di custirsen alla chemio migliora gli outcome in alcuni pazienti

L'aggiunta del nuovo farmaco antisenso custirsen a docetaxel ha migliorato gli outcome in pazienti con un carcinoma prostatico metastatico resistente alla castrazione che avevano fattori prognostici negativi, nell'ambito dello studio SINERGY, present[...]

Linfoma non-Hodgkin recidivato, obinutuzumab aggiuto a bendamustina allontana la progressione

L'aggiunta dell'anticorpo monoclonale anti-CD20 obinutuzumab alla chemioterapia standard con bendamustina ha ritardato in modo significativo la progressione del linfoma non-Hodgkin indolente recidivato nello studio fase III GADOLIN, presentato al con[...]

Ca al seno, anastrozolo meglio di tamoxifene per il carcinoma duttale in situ

L'inibitore dell'aromatasi anastrozolo potrebbe essere una scelta migliore rispetto a tamoxifene per prevenire la progressione di un carcinoma duttale in situ a tumore invasivo.

Tumore alla prostata localizzato ad alto rischio, chemio adiuvante aumenta la sopravvivenza

L'aggiunta di docetaxel e prednisone al trattamento standard (terapia ormonale e radioterapia) potrebbe rappresentate la prima chemioterapia adiuvante efficace per gli uomini con un cancro alla prostata ad alto rischio localizzato, stando ai risultat[...]

Test genetico per tutte le donne con cancro ovaio o seno

A tutte le donne colpite da cancro del seno o dell'ovaio deve essere proposto il test per la ricerca delle mutazioni dei geni che moltiplicano il rischio di tumori femminili, quelli che hanno spinto l'attrice Angelina Jolie a sottoporsi a una mastect[...]

Ca al colon, aspirina offre un beneficio come prevenzione secondaria

Prendere l'aspirina dopo che è stato diagnosticato un cancro del colon-retto può migliorare la sopravvivenza globale (OS) e la sopravvivenza legata specificamente al tumore. Il dato emerge da uno studio retrospettivo su un registro norvegese, present[...]

Ca alla prostata, giù la mortalità con una combinazione di statine e metformina

L'uso combinato di statine e metformina potrebbe ridurre la mortalità legata specificamente alla malattia negli uomini che hanno un cancro alla prostata. A suggerirlo sono i risultati di uno studio di popolazione presentati al convegno annuale dell'A[...]

Melanoma, conferme di risposte durature con pembrolizumab

Nei pazienti con pazienti con melanoma metastatico, l'anticorpo monoclonale anti-PD-1 pembrolizumab ha un'attività antitumorale duratura. Lo confermano i risultati a lungo termine dello studio KEYNOTE-001, appena presentati all'ultimo congresso dell'[...]

Leucemia linfatica cronica recidivata, aggiunta di ibrutinib migliora gli outcome

Nei pazienti con leucemia linfatica cronica recidivata, l'aggiunta dell'inibitore orale della tirosin chinasi di Bruton (BTK) ibrutinib alla chemioimmunoterapia standard (bendamustina e rituximab) prolunga la sopravvivenza libera da progressione (PFS[...]