Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Con la dieta giapponese meno cancro alla prostata e si vive più a lungo


Le nuove frontiere dell'ematologia: presente e futuro della terapia con CAR-T cell


Leucemia Mieloide Acuta, nuovi farmaci in arrivo e grande impulso all’arma dei trapianti


Avanza la ricerca nella terapia genica per “guarire” dall’emofilia A e B


Linfomi non Hodgkin, grandi promesse dalle nuove terapie in arrivo


Cancro al seno triplo negativo iniziale, efficace l'immunoterapia con pembrolizumab


Le CAR T-cells nei tumori solidi: mito o realtà?


Tumore al polmone ALK+, diagnosi possibile anche con la biopsia liquida


Tumore del polmone non a piccole cellule, pembrolizumab efficace anche con metastasi cerebrali


Tumore della prostata, olaparib batte i nuovi farmaci ormonali nei pazienti metastatici già trattati


Tumore del polmone, atezolizumab da solo, in prima linea, allunga la vita


Tumore ovarico, olaparib in prima linea vantaggioso anche senza BRCA mutato


Carcinoma epatico non operabile, promette bene la combinazione lenvatinib-pembrolizumab


Tumore al seno avanzato HR+/HER2-, ribociclib aggiunto a fulvestrant allunga la vita


Tumore del polmone EGFR+, conferme di efficacia per osimertinib dal congresso ESMO2019


Tumore del polmone, malattia sotto controllo con la chemioterapia a basse dosi


Mieloma multiplo, un progetto ridisegna il percorso di cura dei pazienti


Melanoma cutaneo, gli obiettivi della campagna di sensibilizzazione "Oltre la pelle"


Test del gene BRAF: perché è importante effettuare lo screening nei pazienti con melanoma


Cancro al polmone, pembrolizumab più chemio batte la sola chemio anche nei casi PD-L1 negativi


Tumori testa collo: se presi in tempo si possono curare. Al via campagna informativa


5 segni per riconoscere in anticipo un tumore testa collo


ARTICOLI

Tumore al seno triplo negativo, con terapia combinata incoraggianti dati sull'animale

Scienziati australiani hanno sviluppato una terapia efficace della forma più aggressiva di cancro al seno, detto 'triplo negativo', che rappresenta circa il 20% dei casi di cancro al seno e di solito colpisce le donne più giovani. Ha una prognosi pi[...]

Immunoterapia con linfociti T nella leucemia linfatica acuta del bambino

Stando ai risultati di uno studio di fase I presentato al congresso dell'American Association for Cancer Research (AACR), i linfociti T, componenti essenziali del sistema immunitario, possono essere modificati geneticamente in modo da combattere la l[...]

Tamoxifene e raloxifene utili per la prevenzione del tumore alla mammella

Una revisione sistematica degli studi condotti su tamoxifene e raloxifene per la chemioprevenzione del tumore alla mammella mostra che i farmaci offrono un ampio beneficio alle pazienti affette da questa patologia riducendo l'incidenza di tumori inva[...]

Ca al colon con metastasi epatiche, utile l’aggiunta di cetuximab alla chemio

I pazienti con un cancro del colon-retto e con metastasi epatiche trattati con cetuximab più chemioterapia (con i regimi FOLFIRI o mFOLFOX6) hanno ottenuto risultati chirurgici migliori e un prolungamento della sopravvivenza e delle percentuali di ri[...]

Linfoma a cellule B, con rituximab si può evitare la radioterapia

Una chemioterapia aggressiva con rituximab per via infusionale fatta aggiustando il dosaggio (il regime DA-EPOCH-R) può consentire ai pazienti con linfoma a cellule B primitivo del mediastino di saltare la radioterapia, stando ai risultati di un picc[...]

Ca mammario, nuovi dati a favore del doppio blocco dell'HER-2

Il doppio blocco dell'HER-2 con trastuzumab e lapatinib sembra essere un approccio efficace nel carcinoma alla mammella HER-2 positivo. Lo dimostra uno studio di fase II condotto dai ricercatori dello Smith Breast Center e pubblicato sul Journal of C[...]

Tumori ematologici pediatrici, nuove speranze dall'immunoterapia

L'ingegnerizzazione di linfociti T con recettori diretti contro antigeni tumorali può rappresentare una strategia efficace contro i tumori ematologici pediatrici difficili da trattare. Lo dimostrano i risultati di uno studio di fase I presentato al m[...]

Tumori, positiva la fase I per nuovo farmaco immunologico di Roche

Un nuovo farmaco sperimentale che stimola il sistema immunitario ad attaccare il cancro sembra sicuro e in un piccolo studio di fase I ha dimostrato attività anti-tumorale contro una serie di neoplasie. Il trial è stato condotto dai ricercatori del P[...]

Tumore alla prostata, un gene lo rende più aggressivo

Gli uomini che hanno il cancro alla prostata e presentano mutazioni del gene ereditario, il Brca2, sviluppano la forma più aggressiva di tumore e hanno meno possibilità di sopravvivenza, come spiega lo studio pubblicato sul 'Journal of Clinical Oncol[...]

Possibile aumento del rischio cancro negli uomini che prendono amiodarone

Gli uomini che assumono l'antiaritmico amiodarone, specie quelli con un'ampia esposizione al farmaco, sembrano essere a maggior rischio di cancro, stando ai risultati di uno studio osservazionale retrospettivo dell'Università di Taipei (Taiwan) appen[...]

Ca ovarico avanzato, conferme di efficacia per l'immunoterapia in due step

Conferme di efficacia per l'immunoterapia personalizzata in due passaggi, costituita da un vaccino a cellule dendritiche ottenuto dal tumore del paziente, seguito da una terapia cellulare a cellule T, per il trattamento del carcinoma ovarico in stadi[...]

Immunoterapia antitumorale con nivolumab in fase III contro tre tumori in contemporanea

In un momento importante nella storia dello sviluppo dei farmaci antitumorali, sono in corso diversi studi di fase III contemporaneamente sullo stesso agente sperimentale contro tre diversi tipi di cancro. Si tratta di nivolumab (ex BMS-936558 o MD[...]

Ca prostatico, abiraterone più prednisone migliora la sopravvivenza in prima linea

L’aggiunta di abiraterone acetato a prednisone come terapia di prima linea per il cancro alla prostata metastatico resistente alla castrazione chimica migliora la sopravvivenza libera da progressione (PFS) radiografica rispetto al solo prednisone più[...]

Tumori, fa sperare nuova radioterapia basata sulla cattura neutronica

Un gruppo di ricercatori dell'Università del Missouri, guidati dal Professor Frederick Hawthorne, ha sviluppato una nuova radioterapia sperimentale che ha portato alla remissione del cancro nei topi, senza gli effetti collaterali tipici della chemio [...]

Melanoma, alt a studio su vemurafenib e ipilimumab causa tossicità epatica

Una tossicità epatica imprevista ha fatto naufragare uno studio di fase I che stava valutando la combinazione di vemurafenib e ipilimumab come trattamento per il melanoma. Lo riferiscono gli autori dello studio, capitanati da Jedd Wolchok, del Memori[...]

Tumore al cervello, 'bisturi laser' polverizza quelli inoperabili

Una speranza concreta per i casi inoperabili di tumore al cervello (glioblastoma multiforme) arriva dalla prima sperimentazione clinica su 10 pazienti di un "bisturi laser" guidato dalla risonanza magnetica che "cuoce" il tumore in tempo reale, di fa[...]

PARP inibitori, nuova possibile strategia contro i tumori resistenti alla chemioterapia

Gli inibitori di PARP [Poli-(ADP-ribosio)-polimerasi] potrebbero rappresentare una nuova strategia di trattamento per i pazienti con tumori resistenti alla chemioterapia a base di cisplatino. Lo dimostra uno studio pubblicato su Cancer Research.

Accordo Janssen e Cancer Research per nuovi farmaci anti mieloma

Janssen ha annunciato la collaborazione con il Cancer Research Technology (CRT), la parte commerciale dell'associazione benefica britannica per la ricerca in campo oncologico Cancer Research UK e l'Institute of Cancer Research del Regno Unito per lo [...]

Metformina, scoperto meccanismo alla base del possibile effetto antitumorale e antiaging

Ricercatori dell’Università di Montreal hanno scoperto un nuovo meccanismo molecolare con cui la ‘vecchia’ metformina, ampiamente usata come terapia di prima linea nel diabete e anche per il trattamento della sindrome dell'ovaio policistico (PCOS), s[...]

Leucemia mieloide acuta, si riparla di gemtuzumab ozogamicina

Per la riabilitazione di gemtuzumab ozogamicina per la terapia della leucemia mieloide acuta (LMA), dopo il suo ritiro dal mercato Usa nel 2010, sono necessarie nuove analisi dei dati disponibili sul farmaco. E' quanto affermato dall'Fda in una lett[...]