Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Carcinoma a cellule squamose, che cos'è e come riconoscerlo in tempo


Carcinoma a cellule squamose, per le forme avanzate nuove possibilità di cura con l'immunoterapia


Melanoma: trattare precocemente con i farmaci immuno-oncologici previene recidive e metastasi


Giornata Nazionale per la lotta contro Leucemie, Linfomi e Mieloma: 50 anni di impegno di AIL


Sindromi mielodisplastiche: quali sono le possibilità di cura?


Leucemia linfatica acuta: quali sono le possibilità di cura?


Leucemia mieloide acuta: quali sono le possibilità di cura?


Accesso all'innovazione in oncologia: quali sono le sfide?


Costi del cancro del polmone, dati favorevoli da studio italiano di farmacoeconomia su osimertinib


Come si decide l'accesso all'innovazione farmaceutica in un grande centro oncologico


Per i cittadini cosa significa l'accesso all'innovazione in oncologia?


Come si decide l'accesso all'innovazione farmaceutica nella regione Emilia Romagna


CAR T-cells per il mieloma multiplo, a che punto siamo?


Come si producono le CAR T-cells? Le sfide da superare


Biopsia liquida, novità per il monitoraggio del tumore al polmone


Smascherare le mutazioni genetiche rare nei tumori, ci pensa il Progetto Vita


Il ruolo dell'anatomo patologo in campo oncologico


Tumore al polmone, nuovi test all'orizzonte per la diagnosi precoce


Talassemia, la terapia genica funziona anche nel lungo termine e in diversi genotipi di malattia


Tumori testa-collo: pembrolizumab in prima linea riduce la mortalità del 40 per cento


Tumore del polmone: pembrolizumab quadruplica la sopravvivenza a 5 anni


Tumori pediatrici, nuovi farmaci mirati contro le alterazioni dei geni NTRK, ROS o ALK


ARTICOLI

XVII Congresso Nazionale AIOM, presentata la seconda edizione del progetto di sensibilizzazione dedicato agli over65

Tumore della prostata: “l’attivita fisica aggrava la mia malattia”. AIOM: “ancora troppi falsi miti, aumentiamo le campagne informative” Secondo un’indagine svolta su 400 clinici in 5 Paesi europei, il 60% dei pazienti è convinto che cambiare stile d[...]

Ca al fegato compensato, sorafenib: motivi della sospensione utili per scelta dei pazienti da trattare in seconda linea

Nei pazienti con carcinoma epatocellulare compensati, i motivi per cui alcuni sospendono la terapia di prima linea con sorafenib potrebbero identificare prognosi differenti e aiutare nella scelta delle strategie e nella selezione dei pazienti da indi[...]

Mieloma multiplo di nuova diagnosi, trattamento continuativo migliora la sopravvivenza

I pazienti con mieloma multiplo di nuova diagnosi hanno ottenuto un prolungamento della sopravvivenza globale (OS) e della sopravvivenza libera da progressione (PFS) alla prima e alla seconda progressione quando sono stati sottoposti a una terapia co[...]

Melanoma metastatico, nuovi possibili biomarker predittivi di risposta a pembrolizumab

I pazienti con melanoma metastatico sembrano avere più probabilità di rispondere all'anticorpo anti-PD-1 pembrolizumab se hanno una percentuale elevata di linfociti T positivi per le proteine CD8, PD-1 e BIM.

Trastuzumab emtansine delude nel cancro gastrico

Non ha dato i risultati sperati lo studio di Fase II / III denominato GATSBY, progettato per supportare una nuova indicazione per trastuzumab emtansine, ovvero il trattamento di seconda linea del carcinoma gastrico HER2-positivo. Il farmaco non ha ra[...]

Aspirina riduce le recidive del cancro? Lo chiarirà maxi studio britannico

L'aspirina presa ogni giorno per 5 anni è in grado di evitare che il tumore si ripresenti dopo essere stato curato o eliminato? E' questa la grande domanda cui tenterà di rispondere una sperimentazione senza precedenti al mondo appena partita nel Reg[...]

Fotografia del tumore della prostata in Italia: diagnosi a 68 anni, bassa mortalità e buona qualità di vita

Il tumore della prostata è la seconda neoplasia più frequentemente diagnosticata nella popolazione maschile mondiale. In Italia raramente si arriva alla diagnosi prima dei 68 anni, anche se i pazienti colpiti hanno un'aspettativa di vita di oltre 10 [...]

Melanoma, dall'IMI di Genova novità dalla diagnosi al trattamento

Gestione clinica del melanoma, diagnosi precoce e prevenzione primaria ma soprattutto le nuove terapie immunologiche e/o molecolari che continuano a dare risultati molto incoraggianti in pazienti con malattia avanzata. Questi i principali temi che ha[...]

Leucemia mieloide cronica, fattibile trattamento intermittente con imatinib nell'anziano

Nei pazienti anziani con leucemia mieloide cronica (LMC) che sono responder stabili a imatinib, il trattamento intermittente con l'inibitore è fattibile e i pazienti che perdono la risposta possono essere tranquillamente riportati ad avere una rispos[...]

Chemio durante la gravidanza non impatta sullo sviluppo del bambino

I bambini le cui madri scopro nodi avere un cancro durante la gravidanza e per questo fanno la chemioterapia non sembrano avere problemi di sviluppo cardiaci, cognitivi o generali, per lo meno fino a 36 mesi di età. È quanto emerge da un nuovo studio[...]

Melanoma, combinazione vemurafenib-cobimetinib migliora la sopravvivenza

Sulla scia del parere favorevole del Chmp ottenuto un paio di settimane fa, la combinazione dell'inibitore di BRAF vemurafenib e dell'inibitore di MEK cobimetinib potrebbe avere presto anche l'ok della Food and Drug Administration (Fda) per il tratta[...]

Linfoma di Hodgkin, brentuximab vedotin promette bene come terapia di prima linea nell'anziano

I pazienti anziani colpiti da linfoma di Hodgkin potrebbero avere a disposizione un nuovo trattamento di prima linea in grado di migliorare gli outcome. In uno studio di fase II pubblicato di recente su Blood, infatti il coniugato anticorpo-farmaco b[...]

Calcio e vitamina D scudo non efficace per prevenire i polipi al colon-retto

L'assunzione di vitamina D, calcio o una combinazione dei due integratori non si è dimostrata efficace per prevenire le recidive di polipi colorettali precancerosi in un ampio studio randomizzato e controllato con placebo su pazienti seguiti per un m[...]

Leucemia promielocitica acuta, conferme di validità del regime ‘chemo-free' triossido d'arsenico più ATRA

Nei pazienti con leucemia promielocitica acuta, un regime ‘chemo-free' costituito da acido retinoico tutto-trans (ATRA) e triossido di arsenico presenta svariati vantaggi rispetto al regime standard, rappresentato dalla chemioterapia più ATRA. A conf[...]

Profilassi con GM-CSF può ridurre la mortalità post-trapianto allogenico di staminali

L'impiego profilattico di GM-CSF è associato a una mortalità correlata al trapianto e a una mortalità complessiva più basse nei pazienti sottoposti a trapianto allogenico di cellule staminali ematopoietiche. Lo evidenzia un nuovo studio randomizzato [...]

Voriconazolo post-trapianto aumenta il rischio di carcinoma squamocellulare

Voriconazolo, un antifungino triazolico utilizzato comunemente per prevenire e trattare le infezioni fungine nei pazienti sottoposi a un trapianto di polmone, aumenta in modo significativo il rischio di sviluppare un carcinoma a cellule squamose in q[...]

Ca al seno, chemioneoadiuvante non aumenta le complicanze post-intervento

Nelle pazienti con carcinoma mammario, l'impiego della chemioterapia neoadiuvante non aumenta il rischio di complicanze chirurgiche postoperatorie. Lo evidenzia un ampio studio osservazionale presentato di recente a San Francisco al Breast Cancer Sym[...]

Ca al polmone, aprepitant efficace come agente antitosse

Aprepitant, farmaco approvato per il trattamento della nausea e del vomito indotti dalla chemioterapia, ha mostrato risultati promettenti come agente antitosse in un piccolo studio esplorativo su pazienti con tumore del polmone, presentato al recente[...]

Leucemia linfatica cronica, conferme a lungo termine di risposta duratura con ibrutinib

I pazienti con leucemia linfatica cronica, sia naïve sia refrattari al trattamento oppure in recidiva hanno ottenuto una risposta duratura con ibrutinib in monoterapia, stando ai risultati aggiornati di uno studio prospettico presentati al meeting an[...]

Ca ovarico, terapia ormonale potrebbe migliorare la sopravvivenza

La terapia ormonale adiuvante si è dimostrata sicura nelle donne che accusavano sintomi menopausali dopo essere state trattate per un carcinoma ovarico e potrebbe avere anche un effetto benefico sulla sopravvivenza. Nello studio AHT (Adjuvant Hormone[...]