Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Melanoma: trattare precocemente con i farmaci immuno-oncologici previene recidive e metastasi


Giornata Nazionale per la lotta contro Leucemie, Linfomi e Mieloma: 50 anni di impegno di AIL


Sindromi mielodisplastiche: quali sono le possibilità di cura?


Leucemia linfatica acuta: quali sono le possibilità di cura?


Leucemia mieloide acuta: quali sono le possibilità di cura?


Accesso all'innovazione in oncologia: quali sono le sfide?


Costi del cancro del polmone, dati favorevoli da studio italiano di farmacoeconomia su osimertinib


Come si decide l'accesso all'innovazione farmaceutica in un grande centro oncologico


Per i cittadini cosa significa l'accesso all'innovazione in oncologia?


Come si decide l'accesso all'innovazione farmaceutica nella regione Emilia Romagna


CAR T-cells per il mieloma multiplo, a che punto siamo?


Come si producono le CAR T-cells? Le sfide da superare


Biopsia liquida, novità per il monitoraggio del tumore al polmone


Smascherare le mutazioni genetiche rare nei tumori, ci pensa il Progetto Vita


Il ruolo dell'anatomo patologo in campo oncologico


Tumore al polmone, nuovi test all'orizzonte per la diagnosi precoce


Talassemia, la terapia genica funziona anche nel lungo termine e in diversi genotipi di malattia


Tumori testa-collo: pembrolizumab in prima linea riduce la mortalità del 40 per cento


Tumore del polmone: pembrolizumab quadruplica la sopravvivenza a 5 anni


Tumori pediatrici, nuovi farmaci mirati contro le alterazioni dei geni NTRK, ROS o ALK


Tumori testa-collo: con l'immunoterapia si aumenta la sopravvivenza dei pazienti


Tumore del pancreas: olaparib raddoppia la sopravvivenza libera da malattia in chi ha la mutazione BRCA


ARTICOLI

Ca alla prostata resistente alla castrazione, olaparib promettente in alcuni pazienti refrattari

Il trattamento quotidiano con il PARP inibitore olaparib ha portato a una percentuale di risposta del 33% in pazienti con un tumore alla prostata refrattario e in progressione nello studio internazionale di fase II TOPARP, appena pubblicato sul New E[...]

Ca al seno, possibile legame tra linfociti infiltranti e sopravvivenza

Nelle pazienti con un carcinoma mammario positivo HER2-positivo in stadio iniziale sottoposte alla chemioterapia, livelli elevati di linfociti infiltranti il tumore stromali sono associati a una sopravvivenza libera da recidiva (RFS) superiore Non è [...]

Tumori rari: parlamentari, pazienti e società scientifiche chiedono Reti dedicate

Sono chiamati tumori rari ma complessivamente rappresentano oltre il 20% di tutti i nuovi casi di tumore, con circa 85.000 diagnosi l'anno. Attualmente sono almeno 600.000 gli italiani che convivono con una delle circa 200 forme clinicamente distinte[...]

Ropeginterferone alfa-2b promettente per la policitemia vera

Interferone alfa-2b, un'isoforma dell'interferone alfa-2b monopegilata di nuova generazione, somministrabile una volta ogni 2 settimane, si è dimostrato sicuro ed efficace nei pazienti con policitemia vera in uno studio di fase I/II di dose escalatio[...]

Ca renale, aggiunta del vaccino IMA901 a sunitinib delude in fase III

L'aggiunta del vaccino multipeptidico IMA901 a sunitinib non ha migliorato i risultati rispetto al solo sunitinib come terapia di prima linea per il carcinoma a cellule renali avanzato o metastatico.

Carcinoma polmonare, con pembrolizumab sopravvivenza globale superiore alla chemio

MSD ha annunciato i risultati dello studio KEYNOTE-010 su pembrolizumab nel carcinoma polmonare avanzato non a piccole cellule (NSCLC) che dimostrano che il trial ha raggiunto il suo obiettivo primario.

Ca epatico avanzato, delude la combinazione tigatuzumab più sorafenib

L'anticorpo monoclonale tigatuzumab in combinazione con sorafenib non si è dimostrato efficace nel trattamento di pazienti con un carcinoma epatocellulare avanzato in uno studio randomizzato multicentrico di fase II pubblicato di recente sul Journal [...]

Mieloma multiplo, fattori di base predittivi di risposta precoce alla terapia

Nei pazienti con mieloma multiplo di nuova diagnosi sintomatico, l'età e i valori di alcuni parametri di laboratorio possono essere predittivi di una risposta rapida alla terapia iniziale. Lo evidenzia un'analisi su 1304 pazienti presentata di recent[...]

Tumori gastrointestinali, nuovi dati sui benefici dell'aspirina dopo la diagnosi

Il consumo di aspirina post-diagnosi è risultato associato quasi a un raddoppio della sopravvivenza nei pazienti con tumori gastrointestinali in un ampio studio osservazionale di autori olandesi presentato di recente a Vienna, in occasione dello Euro[...]

Ca midollare della tiroide con RET mutato, cabozantinib allunga la vita

L'inibitore delle tirosin chinasi cabozantinib ha migliorato in modo significativo la sopravvivenza globale (OS) e mostrato un profilo di sicurezza favorevole in pazienti con carcinoma midollare della tiroide positivo alla mutazione M918T del gene RE[...]

Melanoma avanzato, risposte durature con tremelimumab in alcuni pazienti

Il blocco della proteina CTLA-4 con l'anticorpo monoclonale tremelimumab ha permesso ad alcuni pazienti con melanoma avanzato di ottenere risposte obiettive durature, mantenute almeno per 12 anni. Lo evidenziano i risultati di uno studio retrospettiv[...]

IMMU-32, nuovo coniugato anticorpo-farmaco promettente nel ca al polmone metastatico già trattato

I risultati di uno studio di fase I/II presentato in occasione della recente World Conference on Lung Cancer (WCLC) a Denver, in Colorado, mostrano che in pazienti con un cancro del polmone non a piccole cellule (NSCLC) o a piccole cellule (SCLC) met[...]

Vemurafenib delude nel ca del colon-retto con mutazione V600 di BRAF

Contrariamente a quanto accade nei pazienti affetti da melanoma portatori della mutazione V600 del gene BRAF, vemurafenib in monoterapia non ha mostrato un'attività clinica significativa nei pazienti con tumore del colon-retto portatori di questa ste[...]

APF530 può ridurre nausea e vomito indotti dalla chemio

APF530, una formulazione a rilascio ritardato di granisetron, potrebbe migliorare il controllo della nausea e del vomito nei pazienti oncologici sottoposti a chemioterapia altamente emetogena. Il dato emerge dallo studio MAGIC, un trial di fase III p[...]

AIOM: “sì al vaccino anti-HPV per proteggere anche gli uomini”

È uno strumento di prevenzione primaria, ma ancora poco diffuso sul territorio. Il presidente Pinto: “Il virus può causare anche neoplasie del pene, dell'ano e dell'orofaringe oltre che del collo dell'utero. L'immunizzazione va aumentata nelle donne,[...]

Si apre oggi a Roma il XVII Congresso nazionale AIOM con quasi 3.000 clinici

Tumori, italia al primo posto per guarigioni in europa, con l’immuno-oncologia nuove armi contro i big killer Questo approccio innovativo ha già dimostrato di essere efficace nel melanoma e nel carcinoma polmonare. Il presidente Carmine Pinto: “Il li[...]

XVII Congresso Nazionale AIOM, presentata la seconda edizione del progetto di sensibilizzazione dedicato agli over65

Tumore della prostata: “l’attivita fisica aggrava la mia malattia”. AIOM: “ancora troppi falsi miti, aumentiamo le campagne informative” Secondo un’indagine svolta su 400 clinici in 5 Paesi europei, il 60% dei pazienti è convinto che cambiare stile d[...]

Ca al fegato compensato, sorafenib: motivi della sospensione utili per scelta dei pazienti da trattare in seconda linea

Nei pazienti con carcinoma epatocellulare compensati, i motivi per cui alcuni sospendono la terapia di prima linea con sorafenib potrebbero identificare prognosi differenti e aiutare nella scelta delle strategie e nella selezione dei pazienti da indi[...]

Mieloma multiplo di nuova diagnosi, trattamento continuativo migliora la sopravvivenza

I pazienti con mieloma multiplo di nuova diagnosi hanno ottenuto un prolungamento della sopravvivenza globale (OS) e della sopravvivenza libera da progressione (PFS) alla prima e alla seconda progressione quando sono stati sottoposti a una terapia co[...]

Melanoma metastatico, nuovi possibili biomarker predittivi di risposta a pembrolizumab

I pazienti con melanoma metastatico sembrano avere più probabilità di rispondere all'anticorpo anti-PD-1 pembrolizumab se hanno una percentuale elevata di linfociti T positivi per le proteine CD8, PD-1 e BIM.