Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Melanoma: trattare precocemente con i farmaci immuno-oncologici previene recidive e metastasi


Costi del cancro del polmone, dati favorevoli da studio italiano di farmacoeconomia su osimertinib


Per i cittadini cosa significa l’accesso all’innovazione in oncologia?


Accesso all'innovazione in oncologia: quali sono le sfide?


Come si decide l'accesso all'innovazione farmaceutica in un grande centro oncologico


Come si decide l’accesso all'innovazione farmaceutica nella regione Emilia Romagna


CAR T-cells per il mieloma multiplo, a che punto siamo?


Come si producono le CAR T-cells? Le sfide da superare


Biopsia liquida, novità per il monitoraggio del tumore al polmone


Smascherare le mutazioni genetiche rare nei tumori, ci pensa il Progetto Vita


Il ruolo dell'anatomo patologo in campo oncologico


Tumore al polmone, nuovi test all'orizzonte per la diagnosi precoce


Talassemia, la terapia genica funziona anche nel lungo termine e in diversi genotipi di malattia


Tumori testa-collo: pembrolizumab in prima linea riduce la mortalità del 40 per cento


Tumore del polmone: pembrolizumab quadruplica la sopravvivenza a 5 anni


Tumori pediatrici, nuovi farmaci mirati contro le alterazioni dei geni NTRK, ROS o ALK


Tumori testa-collo: con l'immunoterapia si aumenta la sopravvivenza dei pazienti


Tumore del pancreas: olaparib raddoppia la sopravvivenza libera da malattia in chi ha la mutazione BRCA


Tumore al seno triplo negativo: atezolizumab efficace nelle donne con malattia PD-L1 positiva


Cancro del pancreas, nab paclitaxel in adiuvante migliora la sopravvivenza. Studio APACT


Cancro della prostata metastatico, enzalutamide migliora la sopravvivenza nei pazienti ormono sensibili


Tumore al seno metastatico HER2+: con pertuzumab e trastuzumab una paziente su tre in vita a 8 anni


ARTICOLI

Ca alla prostata metastatico, chemio aggiunta all’ADT allunga la vita nei tumori ad alto volume

La terapia chemio-ormonale con docetaxel aggiunto alla terapia di deprivazione androgenica (ADT) prolunga la sopravvivenza globale (OS) rispetto alla sola ADT negli uomini che hanno un tumore alla prostata metastatico ormono-sensibile ad alto volume,[...]

Letrozolo promettente contro il carcinoma ovarico sieroso di alto grado

Una terapia di mantenimento con un inibitore dell'aromatasi potrebbe migliorare la sopravvivenza libera da progressione (PFS) in donne con tumori ovarici sierosi di alto grado, positivi per il recettore degli estrogeni (ER+). A suggerirlo sono i risu[...]

Fibromi uterini, conferme in Fase III per elagolix, primo di una nuova classe

Elagolix, un antagonista orale dell’ormone ipofisario di rilascio della gonadotropina (GnRH) ha brillato nel primo di due studi cardine condotti nei fibromi uterini. Lo ha reso noto AbbVie con una nota.

Ca al seno triplo negativo AR+, dati promettenti con enzalutamide

L'anti-androgeno enzalutamide ha mostrato i primi segni di efficacia in pazienti con un carcinoma mammario triplo negativo (TNBC), ma positivo per il recettore degli androgeni (AR+), nello studio di fase II MDV3100-11, appena pubblicato online sul Jo[...]

Combinazione nivolumab-ipilimumab efficace nel ca del colon-retto metastatico con alta instabilità dei microsatelliti

L'immunoterapia combinata con nivolumab è efficace nel trattamento del carcinoma del colon-retto metastatico con deficit della riparazione dei mismatch (dMMR), che dà luogo a un'alta instabilità dei microsatelliti (MSI-H). Lo dimostrano i risultati d[...]

Ca alla prostata, dieta mediterranea il top per ridurre il rischio di tumore aggressivo

Secondo uno studio di recente pubblicazione sul Journal of Urology, l'MCC-Spain Study, gli uomini che seguono da vicino la dieta mediterranea hanno un rischio più basso di cancro alla prostata aggressivo rispetto a quelli che seguono altri due tipi d[...]

Ca al seno metastatico, aggiunta di palbociclib alla terapia ormonale non mina la qualità di vita

L'aggiunta dell'inibitore delle clicline palbociclib all'inibitore dell'aromatasi letrozolo offre una qualità della vita correlata alla salute simile e si associa a punteggi del dolore migliori rispetto al solo letrozolo nelle donne in postmenopausa [...]

Trapianto allogenico di staminali mieloablativo associato a declino cognitivo significativo

I pazienti che vengono sottoposti a un trapianto allogenico di cellule staminali ematopoietiche mieloablativo vanno incontro a un declino significativo della funzione cognitiva, mentre quelli sottoposti a una terapia meno intensiva mostrano un declin[...]

Linfoma diffuso a grandi cellule B, allo studio in prima linea l’anti-CD79b polotuzumab vedotin

Un nuovo farmaco sperimentale è oggetto di studio come terapia di prima linea per i pazienti con linfoma diffuso a grandi cellule B a rischio intermedio o elevato. Si tratta di polatuzumab vedotin (RG7596, sviluppato da Hoffmann-La Roche), un anticor[...]

Ca del colon-retto metastatico, mantenimento con bevacizumab non migliora gli outcome

Una terapia di mantenimento con l’anti-VEGF bevacizumab non ha migliorato i risultati rispetto al non fare alcun trattamento se somministrata durante gli intervalli liberi da chemioterapia (CFI), dopo la chemioterapia di induzione con il regime FOLFI[...]

Leucemia linfatica cronica, venetoclax attivo nei pazienti progrediti dopo idealalisib

L’inibitore della proteina anti-apoptotica BCL-2 venetoclax ha mostrato una promettente attività clinica, con un’alta percentuale di risposta obiettiva (ORR), in pazienti con leucemia linfatica cronica recidivata o refrattaria (LLC) trattati in prece[...]

Linfoma di Hodgkin avanzato, terapia adattata in base alla PET fattibile ed efficace

Nei pazienti con linfoma di Hodgkin in stadio avanzato (da IIB a IVB) si possono utilizzare i risultati della PET per stabilire se i pazienti debbano passare dal regime ABVD al regime BEACOPP. A dimostrarlo sono i risultati aggiornati dello studio in[...]

Ca prostatico resistente alla castrazione, con enzalutamide sopravvivenza senza metastasi più che raddoppiata

Il trattamento con la combinazione dell'antiandrogeno enzalutamide e la terapia di deprivazione androgenica (ADT) ha mostrato di poter ridurre il rischio di metastasi o decesso del 71% rispetto alla sola ADT nei pazienti con carcinoma prostatico resi[...]

Ca al seno, biomarker possono aiutare a scegliere fra tamoxifene e inibitore dell’aromatasi

Nelle donne in post-menopausa con un carcinoma mammario positivo ai recettori ormonali (HR+), i risultati dell’immunoistochimica potrebbero aiutare a scegliere la terapia endocrina più appropriata. A suggerirlo è un'analisi retrospettiva dei risultat[...]

Melanoma, terapia neoadiuvante con dabrafenib-trametinib prolunga la sopravvivenza senza eventi

Il trattamento neoadiuvante con dabrafenib e trametinib ha portato un miglioramento significativo della sopravvivenza libera da eventi (EFS) migliore rispetto allo standard of care, comprendente la chirurgia e la terapia adiuvante in pazienti con mel[...]

Leucemia linfatica cronica, 2 anni di mantenimento con rituximab ritardano la progressione nell’anziano

In pazienti anziani con leucemia linfatica cronica, 2 anni di terapia di mantenimento con l’anticorpo monoclonale anti-CD20 rituximab portano a un miglioramento della sopravvivenza libera da progressione (PFS), con un profilo di sicurezza accettabile[...]

Prexasertib promette bene contro il carcinoma ovarico sieroso di alto grado

L’inibitore delle chinasi del checkpoint del ciclo cellulare 1 e 2 prexasertib ha mostrato un'attività clinica promettente ed è risultato ragionevolmente ben tollerato in uno studio di fase II su donne con un carcinoma ovarico sieroso di alto grado e[...]

Ca epatocellulare, aggiunta di sorafenib alla chemioembolizzazione transarteriosa migliora gli outcome

In pazienti con carcinoma epatocellulare non resecabile, associare l’inibitore delle tirosin chinasi (TKI) sorafenib alla chemioembolizzazione epatica transarteriosa (TACE) ha migliorato gli outcome rispetto all'impiego della sola TACE. Questo il ris[...]

Ca gastrico, ramucirumab aggiunto alla chemio in prima linea allontana la progressione

L’aggiunta dell’anticorpo monoclonale ramucirumab alla chemioterapia di prima linea ha migliorato in modo significativo la sopravvivenza libera da progressione (PFS) nei pazienti con adenocarcinoma gastrico o della giunzione gastro-esofagea metastati[...]

Ca prostatico resistente alla castrazione, apalutamide ritarda di oltre 2 anni la comparsa delle metastasi

Il trattamento con l'antiandrogeno apalutamide ha mostrato di poter ridurre il rischio di metastasi o decesso del 72% nei pazienti con carcinoma prostatico resistente alla castrazione non metastatico (CRPC). Il dato emerge dallo studio di fase III SP[...]