Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Nuove terapie per la cura delle mielodisplasie, malattie non più figlie di un dio minore


Alleanza tra i pazienti per sconfiggere le sindromi mielodisplastiche. Anziani i piu' colpiti


Mielodisplasie, le 5 terapie che cambieranno la cura di queste neoplasie ematologiche


5 cose da sapere sulle mielodisplasie


Tumore al seno, quali novità per la terapia dal congresso ESMO2019?


Women for Oncology: molta strada ancora da fare per avere pari opportunità di carriera


Tumori ginecologici, le ultime novità per la terapia dal congresso ESMO2019


Leucemia mieloide acuta, quizartinib nuova opzione per i pazienti con mutazioni di FLT3


Tumori neuroendocrini, nuovi biomarker possibili predittori di risposta alla terapia radiometabolica


Le ultime novità dal congresso ESMO2019 sulla terapia del melanoma


Melanoma avanzato, ipilimumab-nivolumab conferma il beneficio di sopravvivenza anche a 5 anni


Tumore della prostata, le ultime novità in terapia dal congresso ESMO2019


Tumore del pancreas, rischio di metastasi -25% con nab-paclitaxel più gemcitabina


Farmaci oncologici innovativi: spesa in aumento, indispensabili le reti regionali


3 cose da sapere sul carcinoma del colon-retto


I 3 sottotipi di tumore al seno


Tumore al seno, cos’è importante sapere


3 cose da sapere sul carcinoma ovarico


3 cose da sapere sul tumore al polmone


ESMO 2019, nuove combinazioni di farmaci aumentano la sopravvivenza


Colangiocarcinoma, sopravvivenza aumentata grazie ad ivosidenib


Carcinoma uroteliale localmente avanzato o metastatico, atezolizumab migliora la sopravvivenza


ARTICOLI

Ca ovarico platino-resistente, bevacizumab aggiunto alla chemio migliora gli outcome dopo la recidiva

I risultati dello studio AURELIA, fresco di pubblicazione sul Journal of Clinical Oncology, confermano che l'aggiunta di bevacizumab alla chemioterapia standard prolunga la sopravvivenza e alleva i sintomi nelle donne con una recidiva di carcinoma ov[...]

Mesotelioma pleurico, farmaco dell'italiana Molmed aumenta sopravvivenza nei pazienti più gravi

La biotech italiana MolMed ha annunciato i risultati dello studio di Fase III in doppio cieco, controllato con placebo su NGR-hTNF verso la migliore opzione terapeutica in 400 pazienti affetti da mesotelioma pleurico maligno che avevano fallito la ch[...]

Cancro prostatico metastatico resistente alla castrazione: il nuovo scenario terapeutico

La gestione del cancro prostatico avanzato metastatico resistente alla castrazione (mCRPC) sta cambiando profondamente, alla luce degli avanzamenti farmacologici e delle conoscenze patogenetiche. Ne ha parlato a Stoccolma Bertrand Tombal, docente di [...]

Cancro della prostata, non supera la Fase III custirsen, farmaco sviluppato da Teva

Teva e il suo partner OncoGenex Pharmaceuticals hanno riferito che i risultati di uno studio di Fase III dimostrano che l'aggiunta del farmaco sperimentale custirsen al trattamento standard di prima linea con docetaxel e prednisone non ha esteso sign[...]

Ca al seno HER2 positivo, benefici duraturi aggiungendo trastuzumab alla chemio

Le donne con una carcinoma mammario HER2-positivo localmente avanzato o infiammatorio trattate con una chemioterapia neoadiuvante più trastuzumab seguita da un trattamento adiuvante con trastuzumab ottengono un beneficio significativo in termini di s[...]

Cancro della tiroide, pubblicato su The Lancet lo studio con sorafenib

Sono stati pubblicati su The Lancet i dati dello studio di fase III denominato DECISION che ha valutato sorafenib in pazienti con tumore della tiroide in fase avanzata. Nello studio il farmaco ha significativamente migliorato la sopravvivenza senza p[...]

Ca prostatico, degarelix meglio di goserelin più bicalutamide per ridurre i LUTS

Nei pazienti con un tumore alla prostata, degarelix migliora i sintomi delle basse vie urinarie (LUTS) più di goserelin più bicalutamide. Lo evidenzia uno studio appena presentato al 29° congresso annuale dell'European Association of Urology (EAU), a[...]

Ca al polmone con EGFR wild type, chemio superiore agli inibitori tirosinchinsici dell'EGFR di prima generazione

Una metanalisi di 11 studi clinici che hanno coinvolto in totale 1605 pazienti affetti da un carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC ) con gene dell'EGFR wild type mostra che la chemioterapia è associata a una sopravvivenza libera da progres[...]

Leucemia mieloide acuta, designazione Fda/Ema di farmaco orfano per volasertib

Volasertib, un inibitore potente e selettivo della polo-like chinasi (Plk) sviluppato da Boehringer Ingelheim, ha ricevuto dall'Fda e dall'Ema la designazione di farmaco orfano per il trattamento della leucemia mieloide acuta.

Ca al colon con metastasi epatiche, aggiunta di cetuximab alla chemio pre e post-operatoria accorcia la vita

L'aggiunta di cetuximab alla chemioterapia prima e dopo l'intervento chirurgico riduce la sopravvivenza nei pazienti con un tumore del colon-retto con metastasi epatiche resecabili. È questo il risultato - inatteso e non auspicato - dello studio dell[...]

Ca al polmone con EGFR wild-type, chemio preferibile agli anti-EGFR

Nei pazienti con un tumore al polmone non a piccole cellule (NSCLC) senza mutazioni del gene dell'EGFR (EGFR wild-type), molto più numerosi rispetto a quelli con gene mutato, la chemioterapia convenzionale potrebbe essere preferibile agli inibitori [...]

Emofilia A, risultati positivi in pediatria per fattore VIII long acting di Biogen

La biotech americana Biogen Idec e il partner svedese Sobi, hanno annunciato i risultati preliminari dello studio di fase III Kids A-LONG che ha valutato efficacia e sicurezza di Eloctate, fattore VIII ricombinante (rFVIIIFc) a lunga durata d'azione,[...]

Ca del retto, inutile la chemio adiuvante se pretrattato adeguatamente

Nei pazienti con un tumore al retto in stadio 2 e 3 sottoposti a chemioradioterapia preoperatoria e poi operati, la chemioterapia postoperatoria non migliora gli outcome, stando ai risultati dello studio PROCTOR/SCRIPT, uno dei trial appena presentat[...]

Mieloma multiplo, sotatercept promettente contro le lesioni osteolitiche

L'aggiunta del farmaco sperimentale sotatercept (sviluppato in collaborazione da Celgene e Acceleron Pharma) alla tripletta melfalan, prednisolone e talidomide (MPT) si è dimostrata sicura e generalmente ben tollerate, oltre che efficace nell'aumenta[...]

Emofilia: in arrivo farmaci long acting e terapia genica

In arrivo i nuovi farmaci a lunga emivita per l'emofilia, farmaci pronti a cambiare radicalmente, e in positivo, la vita dei pazientiI cosiddetti long acting hanno infatti il pregio di ridurre il numero delle infusioni alle quali si sottopongono bamb[...]

Una dieta ricca di grassi aumenta il rischio di tumore al seno

Una dieta ricca di grassi saturi aumenta il rischio di tumore al seno e il rischio è più elevato nelle donne che sviluppano tumori della mammella ormono-dipendenti: sono queste le conclusioni di uno studio condotto da ricercatori dell'Istituto Nazion[...]

Ca esofageo inoperabile, FOLFOX meno tossico e più conveniente di fluorouracile più cisplatino

Nei pazienti con un tumore all'esofago inoperabile, la chemioradioterapia definitiva con fluorouracile più leucovorina e oxaliplatino (FOLFOX) è più facile da somministrare, meno tossica e meno costosa rispetto alla chemioterapia con fluorouracile e [...]

Melanoma avanzato, parziale delusione per T-vec sulla sopravvivenza globale

ll trattamento con talimogene laherparepvec (T-vec, un'immunoterapia virale oncolitica contro il melanoma, sviluppata da Amgen e basata su un particolare tipo di herpesvirus ‘riconvertito' in modo da uccidere le cellule tumorali) non migliora in modo[...]

Ca rettale, inutile e dannoso oxaliplatino aggiunto alla chemioradioterapia pre-operatoria

L'aggiunta di oxaliplatino alla chemioradioterapia con capecitabina in pazienti con un adenocarcinoma del retto localmente avanzato non dà benefici a breve termine nel post-operatorio e aumenta la tossicità. Lo confermano i risultati dello studio ran[...]

Ca mammario HER2+, promette bene neratinib neoadiuvante

Il trattamento neoadiuvante con il farmaco sperimentale neratinib aggiunto alla chemioterapia standard ha mostrato di offrire un beneficio alle donne con un tumore al seno in stadio II/III HER2-positivo e con recettori ormonali (ER) negativi nello st[...]