Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Biopsia liquida, novità per il monitoraggio del tumore al polmone


Smascherare le mutazioni genetiche rare nei tumori, ci pensa il Progetto Vita


Il ruolo dell'anatomo patologo in campo oncologico


Tumore al polmone, nuovi test all'orizzonte per la diagnosi precoce


Talassemia, la terapia genica funziona anche nel lungo termine e in diversi genotipi di malattia


Tumori testa-collo: pembrolizumab in prima linea riduce la mortalità del 40 per cento


Tumore del polmone: pembrolizumab quadruplica la sopravvivenza a 5 anni


Tumori pediatrici, nuovi farmaci mirati contro le alterazioni dei geni NTRK, ROS o ALK


Tumori testa-collo: con l'immunoterapia si aumenta la sopravvivenza dei pazienti


Tumore del pancreas: olaparib raddoppia la sopravvivenza libera da malattia in chi ha la mutazione BRCA


Tumore al seno triplo negativo: atezolizumab efficace nelle donne con malattia PD-L1 positiva


Cancro del pancreas, nab paclitaxel in adiuvante migliora la sopravvivenza. Studio APACT


Cancro della prostata metastatico, enzalutamide migliora la sopravvivenza nei pazienti ormono sensibili


Tumore al seno metastatico HER2+: con pertuzumab e trastuzumab una paziente su tre in vita a 8 anni


Tumore della mammella avanzato in donne in premenopausa: ribociclib aumenta la sopravvivenza


Quali sono i fattori che condizionano la crescita del tumore?


Mielofibrosi, fedratinib efficace in un terzo dei pazienti non responsivi a ruxolitinib


Appello di AIOM al Governo, bisogna rinnovare il fondo per i farmaci innovativi


Melanoma metastatico, con ipilimumab e nivolumab a 5 anni vive oltre la metà dei pazienti


Carcinoma squamoso della cute, cemiplimab primo trattamento per le forme avanzate


50 anni di AIL: quali sono stati i maggiori progressi in ematologia?


Quali sono le 3 patologie ematologiche la cui cura è migliorata di più?


ARTICOLI

Aspirina sotto esame per prevenire la perdita dell'udito causata dal cisplatino

Cancer Research UK ha annunciato l'avvio di un nuovo studio volto a capire se la somministrazione di aspirina a basso dosaggio possa aiutare a prevenire la perdita permanente dell'udito, un effetto collaterale comune tra i pazienti oncologici trattat[...]

Tromboprofilassi nei pazienti oncologici non sempre appropriata

Un nuovo studio multicentrico made in Usa, appena uscito sul Journal of Clinical Oncology mostra che il ricorso alla tromboprofilassi nei pazienti oncologici ricoverati è aumentato molto rispetto a quanto riportato in passato (74%), ma rivela anche [...]

Ca al polmone, modafinil inefficace contro l'affaticamento

Lo psicostimolante modafinil non ha migliorato in modo significativo la fatica nei pazienti con tumore al polmone in un piccolo studio pubblicato online sul Journal of Clinical Oncology. In questo trial, infatti, i pazienti del gruppo in trattamento [...]

Ca polmonare, al via fase III per nuovo anti PD-1 di AstraZeneca

AstraZeneca ha annunciato di aver iniziato uno studio di fase III sul farmaco sperimentale MEDI4736, che appartiene a una classe nota come trattamenti anti-PD-L1, farmaci che stimolano il sistema immunitario con attività antitumorale. Il farmaco verr[...]

Ca polmonare, aggiunta di ganetespib a docetaxel migliora la sopravvivenza

Synta Pharmaceuticals ha annunciato i risultati finali dello studio GALAXY-1 condotto sull'inibitore della heat shock protein 90 (Hsp90) in pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule (NSCLC).

Attività anticancro dell'aspirina: cosa sappiamo?

L'effetto preventivo dell'aspirina nei confronti de cancro colo-rettale (CRC) emerso negli ultimi anni sarà illustrato ai Lincei dall'Accademico Prof. Carlo Patrono nella conferenza "Aspirina, aterotrombosi e cancro" venerdì 9 maggio alle ore 15.00. [...]

Melanoma, risultati positivi per vemurafenib più cobimetinib

La biotech americana Exelixis ha annunciato i risultati completi dello studio di fase Ib BRIM7 condotto per valutare efficacia e sicurezza dell'inibitore di BRAF vemurafenib in combinazione con l'inibitore di MEK cobimetinib in pazienti con melanoma [...]

Ca al colon avanzato, aggiunta di panitumumab alla chemio migliora la sopravvivenza

Il trattamento con l'anti-EGFR panitumumab più mFOLFOX6 ha portato a un miglioramento della sopravvivenza globale (OS) rispetto a quello con l'anti- VEGF bevacizumab più mFOLFOX6 nei pazienti affetti da carcinoma del colon-retto metastatico con genot[...]

Ca alla prostata, tadalafil non previene la disfunzione erettile da radioterapia

Risultato deludente per lo studio RTOG 0831 sull'utilizzo di tadalafil a scopo preventivo negli uomini sottoposti a radioterapia per curare un cancro alla prostata. In questo trial multicentrico di fase III, appena pubblicato sul Journal of the Ameri[...]

Possibile legame tra deficit di vitamina D e ca prostatico aggressivo

Uno studio pubblicato su Clinical Cancer Research evidenzia che la carenza di vitamina D è un indicatore di cancro alla prostata aggressivo e di diffusione della malattia negli uomini europei-americani e afro-americani sottoposti a una prima biopsia [...]

Outcome migliori nei pazienti oncologici con livelli elevati di vitamina D

Un'ampia metanalisi che ha coinvolto più di 17.000 pazienti oncologici, appena pubblicata online sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism, conferma che avere alti livelli circolanti di vitamina D al momento in cui viene diagnosticato un t[...]

Le 5 “regole” per affrontare i tumori della testa e del collo

Esperti riuniti all'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano hanno tracciato le linee guida, utili per i medici e per i pazienti, per affrontare la radio e la chemioterapia nell'ambito della prima consensus conference internazionale sulle terapie di s[...]

Ca al pancreas metastatico, aggiunta di irinotecan liposomiale a 5-FU e leucovorina allunga la vita

L'aggiunta dell'antitumorale sperimentale MM-398 (sviluppato da Merrimack Pharmaceuticals) a 5-fluorouracile (5-FU) e leucovorina ha permesso di migliorare in modo significativo la sopravvivenza globale (OS) in pazienti con carcinoma pancreatico meta[...]

Ca ovarico platino-resistente, bevacizumab aggiunto alla chemio migliora gli outcome dopo la recidiva

I risultati dello studio AURELIA, fresco di pubblicazione sul Journal of Clinical Oncology, confermano che l'aggiunta di bevacizumab alla chemioterapia standard prolunga la sopravvivenza e alleva i sintomi nelle donne con una recidiva di carcinoma ov[...]

Mesotelioma pleurico, farmaco dell'italiana Molmed aumenta sopravvivenza nei pazienti più gravi

La biotech italiana MolMed ha annunciato i risultati dello studio di Fase III in doppio cieco, controllato con placebo su NGR-hTNF verso la migliore opzione terapeutica in 400 pazienti affetti da mesotelioma pleurico maligno che avevano fallito la ch[...]

Cancro prostatico metastatico resistente alla castrazione: il nuovo scenario terapeutico

La gestione del cancro prostatico avanzato metastatico resistente alla castrazione (mCRPC) sta cambiando profondamente, alla luce degli avanzamenti farmacologici e delle conoscenze patogenetiche. Ne ha parlato a Stoccolma Bertrand Tombal, docente di [...]

Cancro della prostata, non supera la Fase III custirsen, farmaco sviluppato da Teva

Teva e il suo partner OncoGenex Pharmaceuticals hanno riferito che i risultati di uno studio di Fase III dimostrano che l'aggiunta del farmaco sperimentale custirsen al trattamento standard di prima linea con docetaxel e prednisone non ha esteso sign[...]

Ca al seno HER2 positivo, benefici duraturi aggiungendo trastuzumab alla chemio

Le donne con una carcinoma mammario HER2-positivo localmente avanzato o infiammatorio trattate con una chemioterapia neoadiuvante più trastuzumab seguita da un trattamento adiuvante con trastuzumab ottengono un beneficio significativo in termini di s[...]

Cancro della tiroide, pubblicato su The Lancet lo studio con sorafenib

Sono stati pubblicati su The Lancet i dati dello studio di fase III denominato DECISION che ha valutato sorafenib in pazienti con tumore della tiroide in fase avanzata. Nello studio il farmaco ha significativamente migliorato la sopravvivenza senza p[...]

Ca prostatico, degarelix meglio di goserelin più bicalutamide per ridurre i LUTS

Nei pazienti con un tumore alla prostata, degarelix migliora i sintomi delle basse vie urinarie (LUTS) più di goserelin più bicalutamide. Lo evidenzia uno studio appena presentato al 29° congresso annuale dell'European Association of Urology (EAU), a[...]