Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Tumori testa-collo: pembrolizumab in prima linea riduce la mortalità del 40 per cento


Tumore del polmone: pembrolizumab quadruplica la sopravvivenza a 5 anni


Tumori pediatrici, nuovi farmaci mirati contro le alterazioni dei geni NTRK, ROS o ALK


Tumori testa-collo: con l'immunoterapia si aumenta la sopravvivenza dei pazienti


Tumore del pancreas: olaparib raddoppia la sopravvivenza libera da malattia in chi ha la mutazione BRCA


Tumore al seno triplo negativo: atezolizumab efficace nelle donne con malattia PD-L1 positiva


50 anni di AIL: quali sono stati i maggiori progressi in ematologia?


Quali sono le 3 patologie ematologiche la cui cura è migliorata di più?


Oncologia, la rivoluzione dei farmaci immunoterapici


L'impegno di Bristol-Myers Squibb nella cura del cancro con l'immunoterapia


Ruolo diagnostico della medicina nucleare. Il caso dei tumori neuroendocrini


Novità in medicina nucleare: teragnostica, radiofarmaco per la terapia dei NET


Tumori neuroendocrini, disponibile in Italia un nuovo radiofarmaco a base di lutezio


Tumori neuroendocrini, cosa sono, come si diagnosticano e come si curano


Tumori neuroendocrini: ITA-NET, una rete italiana per curare i pazienti con un team di esperti


Quando il nucleare è buono, il ruolo dei medici nucleari per la diagnosi e la cura


Nuovi percorsi clinico-organizzativi nell'emofilia A


Le malattie neurometaboliche: cosa succede se l'esordio è nell'età adulta?


In Europa quali sono i sistemi di rimborso dei farmaci per le malattie rare?


Screening neonatale per le malattie lisosomiali: a cosa serve ed esperienze di applicazione


Come si stabilisce l'innovatività di un farmaco per le malattie rare?


L'accesso al mercato dei farmaci per le malattie rare


ARTICOLI

Tumore ai testicoli, marijuana ne aumenta il rischio

Il consumo frequente e prolungato nel tempo di marijuana aumenta la probabilità di sviluppare una tra le forme più aggressive di cancro ai testicoli. Inoltre, il funzionamento di questi organi è compromesso dall'uso di cocaina, che distrugge le cellu[...]

NSCLC, chemio adiuvante con erlotinib frena la progressione

In pazienti selezionati con tumore al polmone non a piccole cellule (NSCLC) in stadio iniziale si è ottenuta una sopravvivenza libera da malattia (DFS) a 2 anni superiore al 90% dopo l'intervento chirurgico seguito da una chemioterapia adiuvante con [...]

Crizotinib efficace in fase II nel NSCLC ALK-positivo

Crizotinib, un inibitore delle chinasi ALK e ROS1, si è dimostrato efficace nel ridurre la massa tumorale in pazienti con un tumore al polmone non a piccole cellule (NSCLC) ALK-positivo, già trattati, in uno studio di fase II appena presentato al Mul[...]

Bavituximab raddoppia la sopravvivenza in fase II nel NSCLC refrattario

L'aggiunta dell'anticorpo monoclonale bavituximab alla chemioterapia con docetaxel sembra raddoppiare il tasso complessivo di risposta e migliorare sia la sopravvivenza libera da progressione (PFS) sia la sopravvivenza globale (OS) nei pazienti con u[...]

Due farmaci anti mieloma forse utili anche sull'osso

Due inibitori del proteasoma sviluppati per il trattamento del mieloma multiplo – carfilzomib, già approvato dalla Food and Drug Administration, e oprozomib – potrebbero avere effetti benefici anche direttamente sul tessuto osseo. A suggerirlo è uno [...]

Parkinson e ca alla prostata: c'è un'associazione reciproca?

Stando ai risultati delle analisi di un database di ampie dimensioni, negli uomini colpiti da malattia di Parkinson si ha un aumento significativo del rischio di cancro alla prostata ma è vero anche il contrario, per cui gli uomini colpiti da tumore [...]

Aggiunta di pemetrexed non allunga la vita nel NSCLC avanzato

Pemetrexed non ha centrato l'obiettivo del miglioramento della sopravvivenza globale (OS) in combinazione con bevacizumab nello studio di fase III POINTBREAK in pazienti con tumore al polmone non a piccole cellule (NSCLC) non squamoso. I risultati de[...]

Tumore alla prostata, deprivazione androgenica intermittente efficace come la continuativa

La terapia di deprivazione androgenica (ADT) somministrata in modo intermittente sembra essere efficace come il trattamento continuativo, nei pazienti con tumore alla prostata asintomatici con livelli elevati di PSA dopo la radioterapia definitiva. L[...]

Ca al seno, rischio di lievi deficit cognitivi dopo la chemio

Le donne colpite da un cancro al seno e sottoposte per questo a una chemioterapia sono a rischio di riportare lievi deficit cognitivi dopo il trattamento, stando ai risultati di una metanalisi appena pubblicata online sul Journal of Clinical Oncology[...]

Ca alla prostata, brachiterapia e deprivazione androgenica migliorano la radioterapia

L’aggiunta alla radioterapia a dosi scalari di una dose ridotta di brachiterapia e della terapia di deprivazione androginica (ADT) potrebbe migliorare gli outcome dei pazienti con tumore alla prostata ad alto rischio. Lo dimostra uno studio pubblicat[...]

Tumore alla vescica, carboplatino può sostituire cisplatino

Il trattamento con carboplatino e gemcitabina rappresenta una valida alternativa alla chemioterapia a base di cisplatino nei pazienti con tumore alla vescica non organo-confinato non eleggibili per la terapia con cisplatino. Lo dimostra uno studio pu[...]

Benefici dell'oxaliplatino nel ca al colon in discussione

Il beneficio dell'oxaliplatino nell'ambito del regime FOLFOX per il trattamento del tumore al colon è messo in discussione da una nuova analisi dei sottogruppi dello studio MOSIAC (Multicenter International Study of Oxaliplatin/Fluorouracil/Leucovori[...]

Nuovi dati “real life” sugli effetti cardiaci di trastuzumab e antracicline

Trastuzumab, da solo o combinato con una chemioterapia a base di antracicline, è risultato associato a un aumento dei casi di scompenso cardiaco e cardiomiopatia in un ampio studio di coorte di tipo retrospettivo su donne trattate per un cancro al se[...]

Mesotelioma, due biomarker predicono la risposta a pemetrexed

Livelli ridotti di timidilato sintasi (TS), un enzima che regola la sintesi de novo del DNA, in combinazione con livelli elevati di FPGS predicono la risposta al farmaco pemetrexed nei pazienti con mesotelioma pleurico maligno. E’ quanto emerso da un[...]

Tumore al colon retto, farmaco in fase II aumentare la sopravvivenza

Un nuovo farmaco nucleosidico noto come TAS-102 potrebbe migliorare la sopravvivenza dei pazienti con tumore al colon retto metastatico. E' quanto emerso da uno studio di fase II pubblicato su Lancet Oncology.

Mieloma multiplo, staminali mesenchimali inibiscono lo sviluppo di malattie dell'osso

La somministrazione, sia sistemica che a livello dell'osso, di cellule staminali mesenchimali (MSCs) esogene sembra inibire lo sviluppo di patologie ossee associate al mieloma multiplo. E' quanto emerso da uno studio appena pubblicato sul Journal of [...]

La chemioterapia favorisce il tumore?

Lo sviluppo della resistenza alla chemioterapia è noto da tempo e rappresenta una conseguenza letale per i pazienti oncologici con tumori solidi, come quelli del seno, della prostata, del polmone e del colon che hanno metastatizzato in tutto il corpo[...]

Un'aspirina al giorno reduce il rischio di cancro al colon

L'uso quotidiano di aspirina è associato a una modesta riduzione della mortalità causata da cancro, in particolare per i tumori del tratto gastrointestinale, è quanto confermato da un grande studio retrospettivo pubblicato sul Journal of the National[...]

Carcinoma renale, temsirolimus delude in associazione

In uno studio di fase III denominato INTORACT condotto con temsirolimus in pazienti con carcinoma a cellule renali che confrontava l’associazione fra temsirolimus e bevacizumab verso quella di interferone e bevacizumab, il farmaco di Pfizer non ha r[...]

Bevacizumab efficace nel glioblastoma di nuova diagnosi

Roche ha reso noto che bevacizumab in combinazione con la radiotrerapia e la temozolomide ha raggiunto l'end point primario di un trial di fase III estendendo significativamente la sopravvivenza senza progressione in pazienti con glioblastoma di nuov[...]