Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Tumori testa-collo: pembrolizumab in prima linea riduce la mortalità del 40 per cento


Tumore del polmone: pembrolizumab quadruplica la sopravvivenza a 5 anni


Tumori pediatrici, nuovi farmaci mirati contro le alterazioni dei geni NTRK, ROS o ALK


Tumori testa-collo: con l'immunoterapia si aumenta la sopravvivenza dei pazienti


Tumore del pancreas: olaparib raddoppia la sopravvivenza libera da malattia in chi ha la mutazione BRCA


Tumore al seno triplo negativo: atezolizumab efficace nelle donne con malattia PD-L1 positiva


Cancro del pancreas, nab paclitaxel in adiuvante migliora la sopravvivenza. Studio APACT


Cancro della prostata metastatico, enzalutamide migliora la sopravvivenza nei pazienti ormono sensibili


Tumore al seno metastatico HER2+: con pertuzumab e trastuzumab una paziente su tre in vita a 8 anni


Tumore della mammella avanzato in donne in premenopausa: ribociclib aumenta la sopravvivenza


Quali sono i fattori che condizionano la crescita del tumore?


Mielofibrosi, fedratinib efficace in un terzo dei pazienti non responsivi a ruxolitinib


Appello di AIOM al Governo, bisogna rinnovare il fondo per i farmaci innovativi


Melanoma metastatico, con ipilimumab e nivolumab a 5 anni vive oltre la metà dei pazienti


Carcinoma squamoso della cute, cemiplimab primo trattamento per le forme avanzate


50 anni di AIL: quali sono stati i maggiori progressi in ematologia?


Quali sono le 3 patologie ematologiche la cui cura è migliorata di più?


Oncologia, la rivoluzione dei farmaci immunoterapici


L'impegno di Bristol-Myers Squibb nella cura del cancro con l'immunoterapia


Ruolo diagnostico della medicina nucleare. Il caso dei tumori neuroendocrini


Novità in medicina nucleare: teragnostica, radiofarmaco per la terapia dei NET


Tumori neuroendocrini, disponibile in Italia un nuovo radiofarmaco a base di lutezio


ARTICOLI

Ca del pancreas, 6 cicli di chemio indice di miglior sopravvivenza

Il completamento di sei cicli di chemioterapia adiuvante, rispetto al periodo di inizio trattamento, è un fattore prognostico indipendente dopo la resezione dell'adenocarcinoma pancreatico, secondo uno studio di fase III pubblicato sul Journal of Cli[...]

Livelli elevati di melatonina riducono il rischio di tumore alla prostata

Un livello elevato di melatonina, l'ormone che regola il ciclo sonno-veglia, sembra essere associato a un rischio ridotto di sviluppare un tumore della prostata. E' quanto emerso da uno studio presentato all'AACR (Prostate Cancer Foundation Conferenc[...]

Ca rettale, capecitabina orale bene come 5FU endovena

I risultati di uno studio randomizzato appena presentato al Gastrointestinal Cancers Symposium, a San Francisco, mostrano che la chemoradiioterapia neoadiuvante con capecitabina orale è efficace quanto la chemioterapia infusionale con 5-fluorouracile[...]

Melanoma, terapia breve con interferone non efficace come lo standard

I risultati di uno studio di fase II appena pubblicato sul Journal of Clinical Oncology, indicano che il trattamento per un solo mese con mese interferone alfa -2b ad alte dosi in monoterapia per via endovenosa contro il melanoma non offre risultati[...]

Ca esofageo, aggiunta di cetuximab alla chemioterapia non offre benefici

L'aggiunta dell'anti-EGFR cetuximab (Erbitux) alla chemioradioterapia pare non offrire alcun beneficio di sopravvivenza ai pazienti colpiti da un tumore all'esofago. A evidenziarlo sono i risultati dello studio RTOG 0436, un trial randomizzato di fas[...]

Everolimus delude in fase III nel ca epatocellulare

Risultati deludenti in fase III per everolimus nel carcinoma epatocellulare nello studio EVOLVE -1, dati presentati in occasione del Gastrointestinal Cancers Symposium (GiCS), a San Francisco. In questo trial, infatti, l'inibitore di mTOR ha dimostra[...]

Siena, nuove prospettive per la cura del “tumore dell'amianto”

Due studi aprono nuove prospettive per la cura del mesotelioma pleurico, conosciuto come il “tumore dell'amianto”: sono i lavori pubblicati recentemente su riviste internazionali dal team di ricercatori dell'Università di Siena, dell'Istituto Tumori [...]

Doppietta capecitabina-temozolomide efficace nei tumori neuroendocrini

Un piccolo studio appena presentato al Gastrointestinal Cancers Symposium (GiCS) a San Francisco mostra che più del 90% dei pazienti colpiti da tumori neuroendocrini ha ottenuto una risposta obiettiva o una stabilizzazione della malattia dopo un trat[...]

Sarcoma di Kaposi, ok trattamento stratificato in funzione dello stadio

Un trattamento stratificato in base allo stadio della malattia riduce notevolmente la necessità di chemioterapia nei pazienti affetti da sarcoma di Kaposi correlato all’HIV in fase iniziale, portando ad alti tassi di sopravvivenza globale (OS) nei pa[...]

Tumore al pancreas avanzato, fase II positiva per nuova combinazione di vaccini

Uno studio di fase II presentato al Gastrointestinal Cancers Symposium 2014 in corso a San Francisco, mostra che la combinazione del vaccino GVAX contro il tumore al pancreas e del vaccino sperimentale CRS-207, migliora la sopravvivenza dei pazienti [...]

Calcio e Magnesio non riducono la neurotossicità da oxaliplatino

La somministrazione endovenosa di Calcio e Magnesio (Ca/Mg) non sembra essere associata alla riduzione della neurotossicità indotta dalla terapia con oxaliplatino in pazienti con tumore del colon sottoposti a chemioterapia adiuvante con fluorouracile[...]

Zoledronato inefficace nel ca mammario chemioresistente

Il trattamento adiuvante con zoledronato non è riuscito a migliorare gli outcome nelle pazienti con un carcinoma mammario e con tumore residuo dopo una chemioterapia neoadiuvante in un ampio studio randomizzato di fase III, lo studio NATAN (Neo-Adjuv[...]

Leucemia Linfatica Cronica, nuove prospettive con il farmaco sperimentale otlertuzumab

Uno studio in fase I ha valutato la nuova molecola otlertuzumab, evidenziando un profilo di sicurezza e tollerabilità accettabili e proponendone l'utilizzo in combinazione con altri farmaci efficaci nella cura della Leucemia Linfatica Cronica (LLC). [...]

Cancro mammario triplo negativo, al via fase III su veliparib, nuovo anti PARP

AbbVie ha annunciato di aver iniziato uno studio di fase III disegnato per valutare sicurezza ed efficacia del farmaco sperimentale veliparib, in aggiunta al carboplatino, in pazienti con carcinoma della mammella triplo negativo in stadio precoce.

Leucemia mieloide cronica, risposta molecolare a imatinib predice sopravvivenza a lungo termine

Nei pazienti con leucemia mieloide cronica, una risposta molecolare elevata alla terapia con imatinib è maggiormente predittiva di una sopravvivenza generale superiore, rispetto a una risposta citogenetica completa. Lo dimostra uno studio condotto da[...]

Studio dimostra attività antitumorale dell'antipsicotico perfenazina

Uno studio condotto su modelli animali ha mostrato che un antipsicotico vecchio di 50 anni, la perfenazina, potrebbe essere usato come agente antitumorale in quanto sembra combattere le cellule delle leucemia linfoblastica acuta a linfociti T, una fo[...]

Chinoma umano , nuovo bersaglio di farmaci oncologici

La società americana Ambit Biosciences sta cercando il suo successo avendo come bersaglio il chinoma umano, ovvero l'insieme delle proteine chinasi del genoma, una fonte importante per lo sviluppo di terapie mirate da utilizzare in campo oncologico.

Melanoma, Merck deposita a Fda prima parte del dossier registrativo di lambrolizumab

La multinazionale americana Merck and Co. ha reso noto di aver depositato all'Fda la prima parte del dossier registrativo dell'anticorpo sperimentale anti-PD-1 lambrolizumab (noto anche come MK-3475), un farmaco sviluppato per la terapia del melanoma[...]

Con nuovo test del sangue il cancro al polmone diagnosticato 2 anni prima

Un prelievo del sangue è in grado di individuare il tumore del polmone fino a due anni prima della diagnosi ottenuta con TAC spirale, indagine radiologica ad oggi suggerita per la diagnosi precoce di questo tumore. Lo dimostrano i risultati di un amp[...]

5FU topico promettente contro la displasia cervicale di grado moderato

La somministrazione di 5-fluorouracile (5FU) topico al 5% applicato per via intravaginale potrebbe essere un trattamento efficace per la neoplasia intraepiteliale cervicale (CIN) 2 (displasia cervicale di grado moderato), stando ai risultati di uno s[...]