Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Tumori testa collo: se presi in tempo si possono curare. Al via campagna informativa


5 segni per riconoscere in anticipo un tumore testa collo


3 comportamenti da adottare per prevenire i tumori testa collo


Una web fiction per capire il tumore del polmone e come impatta sulle famiglie


Carcinoma a cellule squamose, che cos'è e come riconoscerlo in tempo


Carcinoma a cellule squamose, per le forme avanzate nuove possibilità di cura con l'immunoterapia


Melanoma: trattare precocemente con i farmaci immuno-oncologici previene recidive e metastasi


Giornata Nazionale per la lotta contro Leucemie, Linfomi e Mieloma: 50 anni di impegno di AIL


Sindromi mielodisplastiche: quali sono le possibilità di cura?


Leucemia linfatica acuta: quali sono le possibilità di cura?


Leucemia mieloide acuta: quali sono le possibilità di cura?


Accesso all'innovazione in oncologia: quali sono le sfide?


Costi del cancro del polmone, dati favorevoli da studio italiano di farmacoeconomia su osimertinib


Come si decide l'accesso all'innovazione farmaceutica in un grande centro oncologico


Per i cittadini cosa significa l'accesso all'innovazione in oncologia?


Come si decide l'accesso all'innovazione farmaceutica nella regione Emilia Romagna


CAR T-cells per il mieloma multiplo, a che punto siamo?


Come si producono le CAR T-cells? Le sfide da superare


Biopsia liquida, novità per il monitoraggio del tumore al polmone


Smascherare le mutazioni genetiche rare nei tumori, ci pensa il Progetto Vita


Il ruolo dell'anatomo patologo in campo oncologico


Tumore al polmone, nuovi test all'orizzonte per la diagnosi precoce


ARTICOLI

Mieloma multiplo, mantenimento con lenalidomide allunga la vita dopo il trapianto

Una terapia di mantenimento con lenalidomide dopo il trapianto autologo di cellule staminali prolunga in modo significativo la sopravvivenza globale (OS) nei pazienti con mieloma multiplo di nuova diagnosi, anche quelli che hanno avuto una risposta c[...]

Ca ovarico avanzato, chemio intraperitoneale efficace e ben tollerata

Nelle donne colpite da un tumore ovarico epiteliale avanzato, la chemioterapia intraperitoneale è efficace e tollerabile, e i medici dovrebbero offrirla come opzione a coloro che sono state sottoposte con successo alla chirurgia citoriduttiva per que[...]

ASCO 2016, osimertinib mostra attività clinica nei pazienti con localizzazione leptomeningea del tumore al polmone

Presentati al Congresso Annuale dell’American Society of Clinical Oncology (ASCO) i dati clinici e di sicurezza di osimertinib per il trattamento dei pazienti con malattia leptomeningea (LM), una complicanza del tumore al polmone non a piccole cellul[...]

ASCO 2016, la monoterapia con durvalumab efficace nel tumore uroteliale della vescica

Presentati al Congresso annuale dell'American Society of Clinical Oncology (ASCO) i dati di efficacia e sicurezza di durvalumab, un anticorpo selettivo diretto contro il ligando 1 della proteina della morte cellulare programmata (PD-L1), nei pazienti[...]

Linfoma diffuso a grandi cellule B, il mantenimento con enzastaurina non funziona

La terapia di mantenimento con enzastaurina, un agente sperimentale diretto contro i tumori a cellule B, non ha migliorato la sopravvivenza libera da malattia (DFS) tra i pazienti con linfoma diffuso a grandi cellule B ad alto rischio che avevano ott[...]

Ca al colon metastatico, il solo cetuximab inefficace se c'è la mutazione KRAS G13D

Cetuximab in monoterapia non ha mostrato alcuna attività in pazienti con carcinoma metastatico del colon-retto portatori della mutazione G13D del gene KRAS nello studio ICECREAM (Irinotecan Cetuximab Evaluation and Cetuximab Response Evaluation Among[...]

Ca del colon retto, contrordine: le statine potrebbero non ridurre il rischio

Più che le statine in sé, potrebbero essere i livelli di colesterolo responsabili della riduzione del rischio di cancro del colon-retto, che alcuni studi hanno in passato hanno invece attribuito all'uso di questi farmaci ipolipemizzanti. A suggerirlo[...]

Mieloma multiplo, con daratumumab in aggiunta a bortezomib-desametasone benefici senza precedenti su risposta e progressione

L'anticorpo monoclonale anti-CD38 daratumumab, aggiunto al regime standard a due farmaci rappresentato da bortezomib e desametasone, ha ridotto il rischio di progressione o morte del 61% e raddoppiato le percentuali di risposta completa rispetto al s[...]

Linfoma follicolare, aggiunta di bortezomib a bendamustina-rituximab aumenta le remissioni complete

L'aggiunta dell'inibitore del proteasoma bortezomib alla doppietta bendamustina-rituximab (BR) può migliorare in modo significativo le percentuali di remissione completa nei pazienti affetti da linfoma follicolare ad alto rischio non trattati in prec[...]

Papillomavirus: arriva in Italia e in Europa il nuovo vaccino 9-valente

I dati dell'Organizzazione Mondiale della Sanità confermano che fino all'80% delle donne sessualmente attive e il 50% degli uomini abbia avuto un'infezione da virus HPV nel corso della vita. L'unica vera arma di prevenzione è il vaccino. Tra le novit[...]

Sindromi mielodisplastiche, epoetina alfa efficace contro l'anemia in pazienti a rischio basso o intermedio-1

Nel corso del 21°Congresso Annuale dell'Associazione Europea di Ematologia (EHA) (Abstract P248), sono stati presentati i risultati di EPOANE 3021, studio internazionale multicentrico di Fase III, randomizzato, in doppio cieco, con controllo a placeb[...]

Linfoma di Hodgkin, con nivolumab tasso di risposta obiettiva del 66%. Dimostrato il beneficio dell’immuno-oncologia in pazienti già trattati

Nivolumab, nuova molecola immuno-oncologica, ha evidenziato un tasso di risposta obiettiva del 66,3% nei pazienti con linfoma di Hodgkin classico (cHL). Il dato emerge dallo studio registrativo di fase II CheckMate -205, non-comparativo, di singolo b[...]

Melanoma, “funziona" la combinazione nivolumab e ipilimumab. Dimensione del tumore cala del 52%

La combinazione delle terapie immuno-oncologiche è la strada da seguire per rendere il melanoma una malattia cronica, con cui il paziente può convivere tutta la vita. L'associazione di nivolumab e ipilimumab ha permesso di ottenere una sopravvivenza [...]

Leucemia linfoblastica acuta, blinatumomab prima immunoterapia che aumenta sopravvivenza globale in pazienti difficili da trattare

Nuovi dati di una analisi ad interim prespecificata dello Studio di Fase III TOWER nel quale blinatumomab ha dimostrato un aumento quasi due volte superiore della sopravvivenza globale media rispetto allo standard di trattamento (SOC).

Leucemia mieloide cronica, peginterferone migliora la risposta a dasatinib in prima linea

L'aggiunta di interferone pegilato-alfa 2b (pegIFN) all'inibitore delle tirosin chinasi (TKI) dasatinib ha dato risultati promettenti in un piccolo studio su pazienti con leucemia mieloide cronica di nuova diagnosi, pubblicato di recente sulla rivist[...]

Mieloma multiplo, trapianto autologo ancora in auge nei pazienti ‘fit' di nuova diagnosi

Nonostante l'ingresso negli ultimi tempi di tanti nuovi farmaci per il mieloma multiplo, per i pazienti con malattia di nuova diagnosi, il trapianto autologo di cellule staminali (ASCT) dopo la chemioterapia offre ancora dei vantaggi in termini di pr[...]

Ca alla prostata a rischio basso-intermedio, aggiungere l'ADT alla radioterapia non allunga la vita

L'aggiunta della terapia di deprivazione androgenica (ADT) alla moderna radioterapia con intensificazione della dose non migliora la sopravvivenza rispetto alla sola radioterapia negli uomini con un cancro alla prostata a rischio basso o intermedio. [...]

Tumore ovarico: potenziale vantaggio per olaparib in termini di sopravvivenza globale

All’ASCO sono stati presentati i risultati di una terza analisi ad interim dello Studio 19 che che evidenziano un miglioramento in termini di sopravvivenza globale (OS) nelle pazienti con tumore ovarico e mutazione BRCA, che ricevono une terapia di m[...]

Leucemia linfatica cronica, venetoclax si conferma attivo nei pazienti refrattari a ibrutinib o idelalisib

L'inibitore della proteina antiapoptotica BCL2 venetoclax in monoterapia si è dimostrato attivo e ha permesso di raggiungere uno stato di negatività della malattia minima residua in una buona percentuale di pazienti affetti da leucemia linfatica cron[...]

Pubblicate le nuove linee guida ASCO sulla terapia ormonale per il tumore al seno avanzato HR+

Sono state da poco pubblicate sul Journal of Clinical Oncology le nuove linee dell'American Society of Clinical Oncology (ASCO) sull'impiego della terapia ormonale per le donne affette da un carcinoma mammario metastatico con recettori ormonali posit[...]