Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Tumori testa-collo: pembrolizumab in prima linea riduce la mortalità del 40 per cento


Tumore del polmone: pembrolizumab quadruplica la sopravvivenza a 5 anni


Tumori pediatrici, nuovi farmaci mirati contro le alterazioni dei geni NTRK, ROS o ALK


Tumori testa-collo: con l'immunoterapia si aumenta la sopravvivenza dei pazienti


Tumore del pancreas: olaparib raddoppia la sopravvivenza libera da malattia in chi ha la mutazione BRCA


Tumore al seno triplo negativo: atezolizumab efficace nelle donne con malattia PD-L1 positiva


Cancro del pancreas, nab paclitaxel in adiuvante migliora la sopravvivenza. Studio APACT


Cancro della prostata metastatico, enzalutamide migliora la sopravvivenza nei pazienti ormono sensibili


Tumore al seno metastatico HER2+: con pertuzumab e trastuzumab una paziente su tre in vita a 8 anni


Tumore della mammella avanzato in donne in premenopausa: ribociclib aumenta la sopravvivenza


Quali sono i fattori che condizionano la crescita del tumore?


Mielofibrosi, fedratinib efficace in un terzo dei pazienti non responsivi a ruxolitinib


Appello di AIOM al Governo, bisogna rinnovare il fondo per i farmaci innovativi


Melanoma metastatico, con ipilimumab e nivolumab a 5 anni vive oltre la metà dei pazienti


Carcinoma squamoso della cute, cemiplimab primo trattamento per le forme avanzate


50 anni di AIL: quali sono stati i maggiori progressi in ematologia?


Quali sono le 3 patologie ematologiche la cui cura è migliorata di più?


Oncologia, la rivoluzione dei farmaci immunoterapici


L'impegno di Bristol-Myers Squibb nella cura del cancro con l'immunoterapia


Ruolo diagnostico della medicina nucleare. Il caso dei tumori neuroendocrini


Novità in medicina nucleare: teragnostica, radiofarmaco per la terapia dei NET


Tumori neuroendocrini, disponibile in Italia un nuovo radiofarmaco a base di lutezio


ARTICOLI

Carcinoma a cellule di Merkel avanzato, risposte durature in prima linea con pembrolizumab

Una terapia sistemica di prima linea con l'anticorpo l'anti-PD-1 pembrolizumab ha portato a un'alta percentuale di risposta in pazienti con carcinoma a cellule di Merkel avanzato, con una durata delle risposte incoraggiante, in uno studio di fase II [...]

Ca al colon, scoperto nuovo biomarker, possibili implicazioni terapeutiche

Un deficit della proteina NOD-like receptor X1 (NLRX1) potrebbe rappresentare un potenziale biomarcatore per prevedere la risposta alle terapie nei pazienti affetti da un cancro del colon-retto (CRC), stando ai risultati di uno studio pubblicato di [...]

Ca esofageo, statine associate a una riduzione della mortalità

Fare uso di statine dopo una diagnosi di adenocarcinoma esofageo è risultato associato a una riduzione della mortalità legata specificamente al carcinoma esofageo e a quella legata a una qualsiasi causa in un ampio studio di coorte pubblicato di rece[...]

Leucemia plasmacellulare primaria, regime con bortezomib più trapianto allontana la progressione

Nei pazienti con leucemia plasmacellulare primaria, una forma rara e aggressiva di mieloma multiplo, un regime di induzione costituito da bortezomib e desametasone più doxorubicina o ciclofosfamide, seguito da un trapianto di staminali. può portare a[...]

Nuove linee guida USPSTF sull'uso di aspirina per la prevenzione di tumore al colon e malattie cv

Molti pazienti di età compresa tra 50-59 anni dovrebbero iniziare a prendere aspirina a basso dosaggio per la prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari e del cancro al colon-retto. Questa raccomandazione è contenuta nelle linee guida aggior[...]

Emofilia B, approvazione europea per fattore IX ricombinante long acting

La Commissione Europea ha approvato Alprolix, Coagulation Factor IX (Recombinant), Fc Fusion Protein, per l'utilizzo in pazienti adulti e bambini affetti da emofilia B. Il farmaco è sviluppato congiuntamente da Sobi e Biogen.

Leucemia linfoblastica acuta, aumento del rischio correlato a un parto cesareo pretermine

I bambini nati prima del termine e con un parto cesareo potrebbero essere a maggior rischio di sviluppare una leucemia linfoblastica acuta. A suggerirlo è un'analisi aggregata di 13 studi caso-controllo eseguiti in 9 diversi Paesi. Il lavoro è stato [...]

Tumore del polmone, terapie mirate e tecnologia web al servizio del paziente

Passa anche attraverso smartphone e PC la lotta al tumore al polmone, il big killer, prima causa di morte negli Stati Uniti, che ogni anno fa registrare oltre 400.000 casi in Europa e circa 41.000 in Italia. Oggi, i pazienti con adenocarcinoma polmon[...]

Ca polmonare: arriva IPM, la app che migliora la gestione degli effetti collaterali delle terapie

Un'app e una piattaforma sul web per creare un filo diretto tra medico e paziente; una serie di domande pre-impostate per facilitare la descrizione del problema; la possibilità di segnalare in tempo reale al medico gli eventi avversi e i problemi di [...]

Presentato al Senato l'VIII Rapporto sulla condizione assistenziale dei malati oncologici

I pazienti oncologici devono aspettare 427 giorni in Italia (contro i 364 della Francia, i 109 del Regno Unito e gli 80 della Germania) per accedere ai trattamenti innovativi con preoccupanti differenze regionali. Nel nostro Paese manca la rete della[...]

Melanoma avanzato, aggiunta di nivolumab a ipilimumab allunga la vita

L’aggiunta dell’anti-PD-1 nivolumab all’anti-CTLA-4 ipilimumab ha portato a un miglioramento del 42% della sopravvivenza globale (OS) a 2 anni rispetto alla monoterapia con ipilimumab in pazienti con melanoma avanzato. Lo evidenzia un’analisi aggiorn[...]

Ca al seno ad alto rischio, con exemestane più soppressione della funzione ovarica più benefici rispetto a tamoxifene

Rispetto alle pazienti a rischio basso o intermedio, le donne in premenopausa con un cancro al seno positivo all’espressione dei recettori ormonali (HR+) ed HER2-negativo (HER2-) ad alto rischio di recidiva sono quelle che hanno tratto il maggior ben[...]

Dalla terapia della malattia alla terapia del paziente, novità sulla gestione dei tumori uro-andrologici

I casi di tumore al testicolo sono in aumento, anche nel nostro Paese (oltre 2mila ogni anno), con una mortalità in netto calo perché oltre 9 casi su 10 si curano, con un tasso di sopravvivenza a 1 anno pari al 98%. E' necessario, tuttavia, scoprirli[...]

Ca al seno HER2+, promettente la combinazione T-DM1 più pertuzumab neoadiuvante

La combinazione di trastuzumab emtansine (T-DM1) più pertuzumab si è dimostrata superiore rispetto alla combinazione paclitaxel più trastuzumab come trattamento neoadiuvante nelle pazienti con un carcinoma mammario HER2-positivo (HER2+). Il dato emer[...]

Ca alla prostata, possibile legame fra terapia ormonale e rischio di depressione

Gli uomini sottoposti alla terapia di deprivazione androgenica (ADT) per curare un cancro della prostata potrebbero essere a maggior rischio di depressione rispetto a quelli sottoposti a trattamenti diversi, stando ai risultati di uno studio statunit[...]

Mieloma multiplo: valutare presto e spesso il danno renale, parola di linee guida

In tutti i pazienti affetti da mieloma , sia al momento della diagnosi sia durante il follow up si dovrebbe valutare la status renale. Il messaggio arriva forte e chiaro dalle nuove linee guida dell'International Myeloma Working Group, pubblicate di [...]

Trattamento mirato con steroidi riduce la GVHD nel trapianto allogenico di staminali

Una profilassi di breve durata con corticosteroidi a basso dosaggio può ridurre l'incidenza della malattia del trapianto contro l'ospite (graft versus host disease, GVHD) nei pazienti che si sottopongono a un trapianto allogenico aploidentico di cell[...]

Melanoma metastatico, aumento impressionante della sopravvivenza a 5 anni con nivolumab

Oltre un terzo dei pazienti con melanoma metastatico pesantemente pretrattati sottoposti alla monoterapia con l’anticorpo monoclonale anti-PD1 nivolumab sono risultati ancora vivi 5 anni dopo aver iniziato il farmaco. Lo dimostrano i dati a lungo ter[...]

Ca al polmone, atezolizumab: espressione di PD-L1 predittiva della sopravvivenza

L’anticorpo monoclonale anti-PD-L1 atezolizumab ha migliorato in modo significativo la sopravvivenza globale (OS) rispetto a docetaxel in pazienti affetti da un carcinoma polmonare non a piccole cellule già trattati e il miglioramento è risultato cor[...]

Eparina a basso PM non riduce il rischio di aborto spontaneo nelle donne trombofiliche

La profilassi con eparina a basso peso molecolare (PM), con o senza l'aspirina, ha mostrato di non ridurre il rischio non portare a termine la gravidanza nelle donne con trombofilia ereditaria e che avevano già avuto un aborto spontaneo precoce o tar[...]