Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Tumori testa-collo: pembrolizumab in prima linea riduce la mortalità del 40 per cento


Tumore del polmone: pembrolizumab quadruplica la sopravvivenza a 5 anni


Tumori pediatrici, nuovi farmaci mirati contro le alterazioni dei geni NTRK, ROS o ALK


Tumori testa-collo: con l'immunoterapia si aumenta la sopravvivenza dei pazienti


Tumore del pancreas: olaparib raddoppia la sopravvivenza libera da malattia in chi ha la mutazione BRCA


Tumore al seno triplo negativo: atezolizumab efficace nelle donne con malattia PD-L1 positiva


Cancro del pancreas, nab paclitaxel in adiuvante migliora la sopravvivenza. Studio APACT


Cancro della prostata metastatico, enzalutamide migliora la sopravvivenza nei pazienti ormono sensibili


Tumore al seno metastatico HER2+: con pertuzumab e trastuzumab una paziente su tre in vita a 8 anni


Tumore della mammella avanzato in donne in premenopausa: ribociclib aumenta la sopravvivenza


Quali sono i fattori che condizionano la crescita del tumore?


Mielofibrosi, fedratinib efficace in un terzo dei pazienti non responsivi a ruxolitinib


Appello di AIOM al Governo, bisogna rinnovare il fondo per i farmaci innovativi


Melanoma metastatico, con ipilimumab e nivolumab a 5 anni vive oltre la metà dei pazienti


Carcinoma squamoso della cute, cemiplimab primo trattamento per le forme avanzate


50 anni di AIL: quali sono stati i maggiori progressi in ematologia?


Quali sono le 3 patologie ematologiche la cui cura è migliorata di più?


Oncologia, la rivoluzione dei farmaci immunoterapici


L'impegno di Bristol-Myers Squibb nella cura del cancro con l'immunoterapia


Ruolo diagnostico della medicina nucleare. Il caso dei tumori neuroendocrini


Novità in medicina nucleare: teragnostica, radiofarmaco per la terapia dei NET


Tumori neuroendocrini, disponibile in Italia un nuovo radiofarmaco a base di lutezio


ARTICOLI

Ca gastrico avanzato, un nuovo anticorpo migliora la sopravvivenza

Il nuovo anticorpo monoclonale IMAB362, capostipite di una nuova classe, può prolungare in modo significativo la sopravvivenza mediana quando aggiunto alla chemioterapia standard nei pazienti con carcinoma gastrico avanzato. Lo dicono i risultati del[...]

Ca al seno, terapia prolungata con inibitori dell'aromatasi riduce le recidive

Le donne in post-menopausa con un cancro al seno in fase iniziale beneficiano del prolungamento della terapia con l'inibitore dell'aromatasi letrozolo da 5 a 10 anni, senza mostrare un peggioramento della qualità della vita. Lo evidenzia lo studio MA[...]

Sarcoma dei tessuti molli, promette bene la combinazione gemcitabina-pazopanib

Una terapia combinata con gemcitabina e pazopanib sembra essere una valida opzione di trattamento per i pazienti con sarcomi dei tessuti molli refrattari alle antracicline o all’ifosfamide. Lo dicono i risultati di uno studio multicentrico di fase II[...]

Mieloma multiplo recidivato/refrattario, isatuximab efficace in monoterapia

L’anticorpo monoclonale anti-CD38 isatuximab (SAR650984) ha mostrato un’attività promettente in monoterapia in pazienti con mieloma multiplo recidivato/refrattario pesantemente pretrattati. Lo evidenziano i risultati aggiornati di uno studio di fase [...]

Ca al seno HR+/HER2- metastatico, abemaciclib attivo nelle donne pretrattate

Il trattamento con l’inibitore di CDK4/6 abemaciclib ha portato a una percentuale di risposta di circa il 20% in pazienti con carcinoma mammario avanzato positivo ai recettori ormonali (HR+) e negativo per il recettore HER2 (HER2-), pesantemente pret[...]

Glioma anaplastico, temozolomide adiuvante dopo la radioterapia migliora la sopravvivenza

L’aggiunta di temozolomide adiuvante alla radioterapia migliora in modo significativo la sopravvivenza dei pazienti affetti da una forma particolare di glioma anaplastico, un tipo raro di tumore cerebrale. Lo dimostra uno studio multicentrico di fase[...]

Ca pancreatico, combinazione gemcitabina-capecitabina adiuvante probabilmente cambierà lo standard di cura

L'aggiunta di capecitabina alla gemcitabina come terapia adiuvante prolunga la sopravvivenza nei pazienti che sono stati sottoposti a resezione di un tumore al pancreas con intento curativo. Lo evidenziano i risultati dello studio internazionale di f[...]

Mieloma multiplo, mantenimento con lenalidomide allunga la vita dopo il trapianto

Una terapia di mantenimento con lenalidomide dopo il trapianto autologo di cellule staminali prolunga in modo significativo la sopravvivenza globale (OS) nei pazienti con mieloma multiplo di nuova diagnosi, anche quelli che hanno avuto una risposta c[...]

Ca ovarico avanzato, chemio intraperitoneale efficace e ben tollerata

Nelle donne colpite da un tumore ovarico epiteliale avanzato, la chemioterapia intraperitoneale è efficace e tollerabile, e i medici dovrebbero offrirla come opzione a coloro che sono state sottoposte con successo alla chirurgia citoriduttiva per que[...]

ASCO 2016, osimertinib mostra attività clinica nei pazienti con localizzazione leptomeningea del tumore al polmone

Presentati al Congresso Annuale dell’American Society of Clinical Oncology (ASCO) i dati clinici e di sicurezza di osimertinib per il trattamento dei pazienti con malattia leptomeningea (LM), una complicanza del tumore al polmone non a piccole cellul[...]

ASCO 2016, la monoterapia con durvalumab efficace nel tumore uroteliale della vescica

Presentati al Congresso annuale dell'American Society of Clinical Oncology (ASCO) i dati di efficacia e sicurezza di durvalumab, un anticorpo selettivo diretto contro il ligando 1 della proteina della morte cellulare programmata (PD-L1), nei pazienti[...]

Linfoma diffuso a grandi cellule B, il mantenimento con enzastaurina non funziona

La terapia di mantenimento con enzastaurina, un agente sperimentale diretto contro i tumori a cellule B, non ha migliorato la sopravvivenza libera da malattia (DFS) tra i pazienti con linfoma diffuso a grandi cellule B ad alto rischio che avevano ott[...]

Ca al colon metastatico, il solo cetuximab inefficace se c'è la mutazione KRAS G13D

Cetuximab in monoterapia non ha mostrato alcuna attività in pazienti con carcinoma metastatico del colon-retto portatori della mutazione G13D del gene KRAS nello studio ICECREAM (Irinotecan Cetuximab Evaluation and Cetuximab Response Evaluation Among[...]

Ca del colon retto, contrordine: le statine potrebbero non ridurre il rischio

Più che le statine in sé, potrebbero essere i livelli di colesterolo responsabili della riduzione del rischio di cancro del colon-retto, che alcuni studi hanno in passato hanno invece attribuito all'uso di questi farmaci ipolipemizzanti. A suggerirlo[...]

Mieloma multiplo, con daratumumab in aggiunta a bortezomib-desametasone benefici senza precedenti su risposta e progressione

L'anticorpo monoclonale anti-CD38 daratumumab, aggiunto al regime standard a due farmaci rappresentato da bortezomib e desametasone, ha ridotto il rischio di progressione o morte del 61% e raddoppiato le percentuali di risposta completa rispetto al s[...]

Linfoma follicolare, aggiunta di bortezomib a bendamustina-rituximab aumenta le remissioni complete

L'aggiunta dell'inibitore del proteasoma bortezomib alla doppietta bendamustina-rituximab (BR) può migliorare in modo significativo le percentuali di remissione completa nei pazienti affetti da linfoma follicolare ad alto rischio non trattati in prec[...]

Papillomavirus: arriva in Italia e in Europa il nuovo vaccino 9-valente

I dati dell'Organizzazione Mondiale della Sanità confermano che fino all'80% delle donne sessualmente attive e il 50% degli uomini abbia avuto un'infezione da virus HPV nel corso della vita. L'unica vera arma di prevenzione è il vaccino. Tra le novit[...]

Sindromi mielodisplastiche, epoetina alfa efficace contro l'anemia in pazienti a rischio basso o intermedio-1

Nel corso del 21°Congresso Annuale dell'Associazione Europea di Ematologia (EHA) (Abstract P248), sono stati presentati i risultati di EPOANE 3021, studio internazionale multicentrico di Fase III, randomizzato, in doppio cieco, con controllo a placeb[...]

Linfoma di Hodgkin, con nivolumab tasso di risposta obiettiva del 66%. Dimostrato il beneficio dell’immuno-oncologia in pazienti già trattati

Nivolumab, nuova molecola immuno-oncologica, ha evidenziato un tasso di risposta obiettiva del 66,3% nei pazienti con linfoma di Hodgkin classico (cHL). Il dato emerge dallo studio registrativo di fase II CheckMate -205, non-comparativo, di singolo b[...]

Melanoma, “funziona" la combinazione nivolumab e ipilimumab. Dimensione del tumore cala del 52%

La combinazione delle terapie immuno-oncologiche è la strada da seguire per rendere il melanoma una malattia cronica, con cui il paziente può convivere tutta la vita. L'associazione di nivolumab e ipilimumab ha permesso di ottenere una sopravvivenza [...]