Oncologia ed Ematologia

VIDEO

Una web fiction per capire il tumore del polmone e come impatta sulle famiglie


Carcinoma a cellule squamose, che cos'è e come riconoscerlo in tempo


Carcinoma a cellule squamose, per le forme avanzate nuove possibilità di cura con l'immunoterapia


Melanoma: trattare precocemente con i farmaci immuno-oncologici previene recidive e metastasi


Giornata Nazionale per la lotta contro Leucemie, Linfomi e Mieloma: 50 anni di impegno di AIL


Sindromi mielodisplastiche: quali sono le possibilità di cura?


Leucemia linfatica acuta: quali sono le possibilità di cura?


Leucemia mieloide acuta: quali sono le possibilità di cura?


Accesso all'innovazione in oncologia: quali sono le sfide?


Costi del cancro del polmone, dati favorevoli da studio italiano di farmacoeconomia su osimertinib


Come si decide l'accesso all'innovazione farmaceutica in un grande centro oncologico


Per i cittadini cosa significa l'accesso all'innovazione in oncologia?


Come si decide l'accesso all'innovazione farmaceutica nella regione Emilia Romagna


CAR T-cells per il mieloma multiplo, a che punto siamo?


Come si producono le CAR T-cells? Le sfide da superare


Biopsia liquida, novità per il monitoraggio del tumore al polmone


Smascherare le mutazioni genetiche rare nei tumori, ci pensa il Progetto Vita


Il ruolo dell'anatomo patologo in campo oncologico


Tumore al polmone, nuovi test all'orizzonte per la diagnosi precoce


Talassemia, la terapia genica funziona anche nel lungo termine e in diversi genotipi di malattia


Tumori testa-collo: pembrolizumab in prima linea riduce la mortalità del 40 per cento


Tumore del polmone: pembrolizumab quadruplica la sopravvivenza a 5 anni


ARTICOLI

Trastuzumab, nuove conferme sul rapporto rischio-beneficio

Nelle donne con carcinoma mammario avanzato o metastatico HER2-positivo, il trattamento con trastuzumab prolunga la sopravvivenza, ma aumenta anche il rischio di sviluppare problemi cardiaci. Tuttavia, una review appena pubblicata della Cochrane Libr[...]

Policitemia vera, risultati ‘entusiasmanti' per ruxolitinib in fase III

Il trattamento con ruxolitinib ha portato a miglioramenti sostanziali nei pazienti con policitemia vera nello studio RESPONSE, il primo studio pivotal di fase III su quest'agente, di cui sono stati presentati i risultati in occasione dell'ultimo cong[...]

Ca ovarico, per gli esperti Fda l'approvazione di olaparib deve attendere

L'Oncologic Drugs Advisory Committee (Odac), il comitato di esperti indipendenti sui farmaci oncologici dell'Fda si è espresso a larga maggioranza (11 no e 2 sì) contro l'approvazione accelerata dell'inibitore di PARP olaparib come terapia di manteni[...]

Melanoma, alt al primo studio di Fase III con nivolumab per dati inequivocabilmente positivi

Bristol-Myers Squibb ha reso noto di aver deciso l'interruzione di uno studio di Fase III condotto per valutare efficacia e sicurezza dell'anticancro sperimentale nivolumab in pazienti con melanoma BRAF wild-type (cioè senza mutazione di BRAF) non tr[...]

Tumore alla prostata: dal Congresso SIUrO passi avanti per diagnosi e cura

E' il paziente il vero protagonista del XXIV Congresso Nazionale SIUrO conclusosi oggi a Bologna con un nuovo format, focalizzato su un maggior coinvolgimento del paziente, il vero e proprio protagonista di questo congresso specialistico in uro-oncol[...]

Leucemia mieloide acuta, con azacitidina migliora la sopravvivenza

Somministrata per via sottocutanea, l'azacitidina migliora la sopravvivenza in pazienti anziani con leucemia mieloide acuta. Questi interessanti risultati sono stati presentati al 19 ° congresso annuale dell'Associazione Europea di Ematologia dal Pro[...]

Leucemia linfatica cronica, ibrutinib meglio di ofatumumab in seconda linea

Ibrutinib sembra essere significativamente superiore a ofatumumab come terapia di seconda linea per il trattamento della recidiva di leucemia linfatica cronica (LLC) o del piccolo linfoma linfocitico (SLL). È questo il risultato di un'analisi ad inte[...]

Leucemia mieloide acuta, al via fase II su tosedostat in combinazione con citarabina

Ha preso il via uno studio clinico di fase 2 che sarà condotto da un cooperative group internazionale per studiare su tosedostat in combinazione con la citarabina a basso dosaggio, somministrato a pazienti anziani affetti da Leucemia Mieloide Acuta [...]

Cetuximab: dal'Asco nuove conferme come prima linea del ca del colon retto metastatico

I nuovi risultati provenienti dal Congresso ASCO 2014 ribadiscono l'efficacia di cetuximab in associazione alla chemioterapia standard nel trattamento di prima linea dei pazienti con carcinoma del colon retto metastatico e senza mutazioni di RAS (ov[...]

Leucemie: una rivoluzione lunga dieci anni

I dieci anni che hanno cambiato la storia dell'Ematologia. I dieci anni in cui si sono raccolti i frutti della grande rivoluzione delle terapie mirate, avviata alla fine degli anni ‘90, quando l'avvento di imatinib, capostipite degli inibitori della [...]

TH-302, alchilante ‘intelligente', promette bene nel mieloma multiplo recidivante/refrattario

L'aggiunta del farmaco sperimentale TH-302 a desametasone si è dimostrata benefica e ha mostrato un profilo di eventi avversi gestibile nel trattamento dei pazienti con mieloma multiplo recidivante/refrattario in uno studio multicentrico di fase I/II[...]

Mieloma multiplo, aggiunta di panobinostat frena la progressione

L'aggiunta del pan-inibitore orale delle deacetilasi panobinostat (LBH589) a bortezomib e a desametasone ha ritardato la progressione della malattia di 3,9 mesi rispetto alla combinazione di bortezomib e desametasone in pazienti con mieloma multiplo [...]

Ca al polmone metastatico, continuare afatinib dopo la progressione migliora la PFS

Continuare a inibire l'EGFR anche dopo la progressione dopo il trattamento con afatinib più paclitaxel migliora in modo significativo la sopravvivenza libera da progressione (PFS) e la percentuale di risposta obiettiva (ORR) rispetto alla sola chemio[...]

Tumore alla prostata: «Uomini, prima di decidere cosa fare pensateci e informatevi»

La cura migliore per il tumore alla prostata? Impossibile dare una risposta univoca ai quasi 43mila italiani che ogni anno si trovano a dover fare i conti con questa diagnosi. «Non esiste il trattamento giusto in assoluto - spiegano gli specialisti d[...]

Trastuzumab, conferme anche long term di una buona sicurezza cardiovascolare

I risultati di uno studio a lungo termine pubblicati sul Journal of Clinical Oncology hanno confermato che l'impiego di trastuzumab è associato a una bassa incidenza di eventi quando somministrato in sequenza dopo la chemioterapia e la radioterapia. [...]

Ca al seno metastatico, fattibile senza rischi un'assunzione meno frequente di bifosfonati

Le donne con un tumore al seno con metastasi ossee possono ridurre la frequenza di somministrazione dei bifosfonati dopo il primo anno di terapia, nel quale i bifosfonati sono assunti una volta al mese e in questo modo, si può anche ridurre il rischi[...]

Rabdomiosarcoma, promettente temsirolimus aggiunto alla chemio

L'aggiunto di temsirolimus alla chemioterapia permette di prolungare la sopravvivenza libera da eventi (EFS) nei bambini affetti da rabdomiosarcoma (RMS), il sarcoma dei tessuti molli più comune nella popolazione pediatrica. A suggerirlo è uno studio[...]

Ca al polmone avanzato; aggiunta di ramucirumab a docetaxel in seconda linea allunga la vita

L'aggiunta dell'anticorpo monoclonale anti-VEGF2 ramucirumab a docetaxel in seconda linea permette di migliorare in modo significativo rispetto al solo docetaxel la sopravvivenza globale (OS) e altri outcome, tra cui la sopravvivenza libera da progre[...]

Ca al polmone: flop di onartuzumab in fase III, forse sbagliata la selezione dei pazienti

L'aggiunta del nuovo anticorpo monoclonale anti-MET onartuzumab (MetMAb) all'anti-EGFR erlotinib non ha migliorato gli outcome nei pazienti con tumore al polmone non a piccole cellule (NSCLC) MET-positivi nello studio pivotal METLung (OAM4971g), pres[...]

Ca al polmone, ceritinib riduce estensione nei pazienti ALK+

Nuovi dati presentati all’ASCO dimostrano che ceritinib (precedentemente noto come LDK378) ha ridotto l’estensione dei tumori nei pazienti con NSCLC ALK+ (carcinoma polmonare non a piccole cellule positivo per ALK [chinasi del linfoma anaplastico]), [...]